21 Settembre 2021
Agenda Lombardia Manifestazioni e celebrazioni Piemonte Risorse e rifiuti Sicilia Sostenibilità

SERR 2019: l’Italia ancora al top in Europa per le azioni proposte

Con 5.795 azioni validate anche quest’anno l’Italia si conferma come la nazione che ha registrato il maggior numero azioni validate per la Settimana Europea di Riduzione dei Rifiuti (SERR 2019) che si terrà dal 16 al 24 novembre.

Come da tradizione, nel corso della giornata conclusiva di ECOMONDO (Fiera di Rimini, 5-8 novembre 2019), la Fiera internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile, presso il Padiglione di Utilitalia si è svolta l’8 novembre 2019 la Conferenza stampa di presentazione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR) che si terrà anche in Italia dal 16 al 24 Novembre 2019 e che quest’anno ha come tema “Educare alla riduzione dei rifiuti”, con lo slogan “Conosci, cambia, previeni”.

A coordinare l’evento è stato ancora una volta Roberto Cavallo, scrittore e saggista, esperto di tematiche ambientali e Vicepresidente del Comitato Scientifico per l’implementazione e lo sviluppo del Piano Nazionale di Prevenzione dei Rifiuti, nonché Amministratore delegato di E.R.I.C.A. Soc. Coop.

L’elaborata Campagna di Comunicazione Ambientale, promossa dall’Unione europea al fine di promuovere tra i cittadini una maggior consapevolezza sulle eccessive quantità di rifiuti prodotti e sulla necessità di ridurli drasticamente, e della quale anche quest’anno Regioni&Ambiente è media sponsor, è giunta alla XI edizione, coinvolgendo un numero sempre maggiore di istituzioni, imprese, associazioni, scuole e semplici cittadini nell’attuazione delle politiche europee e nazionali di riduzione dei rifiuti.

L’Italia rimane ancora al top in Europa per quanto riguarda la prevenzione dei rifiuti. Sono infatti 5.795 le azioni registrate nel nostro Paese (+715 rispetto al 2018), si tratta di quasi la metà di tutte le azioni registrate in Europa (12.882).

Analizzando i dati nel dettaglio, nel 2019 sono cresciute del 51% rispetto al 2018 le azioni proposte dai Cittadini, mentre la categoria Scuole è quella che ha registrato l’incremento maggiore nel numero di adesioni.  

In percentuale, le azioni sono state proposte dalle seguenti tipologie di action developer::
1. Pubbliche Amministrazioni, 21,27%;
2. Associazioni, 13,7%;
3. Scuole, 34,93%;
4. Imprese, 19,19%;
5. Cittadini:10,85%%.

I proponenti appartenenti alla categoria delle imprese, pur rappresentando solo un quinto del totale, contribuiscono però per l’82% delle azioni registrate.

Infatti, anche per l’edizione 2019, non sono mancati i grandi player del panorama nazionale, quali Intesa San Paolo, che realizzerà azioni in ciascuna delle sue filiali; il Mercatino Franchising, che coinvolgerà tutti i propri punti vendita con iniziative concrete e misurabili; la rete nazionale degli Eco-Ristoranti e degli Eco-Alberghi; e Slow Food Italia che con la “Festa dell’Orto in condotta 2019” coinvolgerà diverse scuole del territorio piemontese per impegnarsi  a seguire 10 azioni amiche del clima, associate agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite.

Anche quest’anno le azioni della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti arrivano da ogni Regione d’Italia. La partecipazione è risultata diffusa su tutto il territorio nazionale; le regioni in cui sono state registrate il maggior numero di azioni sono Sicilia (672), Piemonte (651), e Lombardia (536).

Nata all’interno del Programma LIFE+, viene attualmente gestita da un Comitato promotore europeo all’interno del quale siede la Commissione Europea in veste di indirizzo strategico.

In Italia la SERR è coordinata da AICA e promossa da un Comitato promotore composto da: CNI Unesco come invitato permanente, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Utilitalia, ANCI, Città Metropolitana di Torino, Legambiente, Regione Siciliana, e con il supporto tecnico di E.R.I.C.A. Soc. Coop.

La SERR 2019 ha ottenuto il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco.

La Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti – Edizione 2019 è stata resa possibile grazie al contributo di CONAI e dei Consorzi di Filiera: Comieco, Corepla, Coreve, CiAL e Ricrea.

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.