2 Dicembre 2021
Green economy Risorse e rifiuti

UNA SFIDA CONTINUA NEL SEGNO DELL’EVOLUZIONE TECNOLOGICA PER IL RICICLO DEI ROTTAMI FERROSI

La società campana torna ad Ecomondo con uno stand ricco di proposte innovative per la riduzione volumetrica di grandi manufatti metallici e rottami ferrosi

Scaldano i motori in Presse Bull Srl, società che progetta e realizza presso i propri impianti di Volla (NA), tecnologie per la compattazione e il taglio di grandi manufatti metallici del settore automotive.

Dopo l’entusiasmante partecipazione al salone internazionale delle attrezzature, delle tecnologie e dei servizi per l’ambiente e l’industria, Pollutec (Lione: 12 al 15 ottobre),la Società si appresta a traferirsi presso il proprio spazio espositivo alla 24° edizione di ECOMONDO (26 – 29 ottobre 2021 – Fiera di Rimini), evento leader in Europa per la Green Economy che offre a tutti i players e a buyers del mercato green di trovare soluzioni concrete per la competitività e conoscere le migliori pratiche per l’economia circolare; sviluppare nuove relazioni commerciali su scala internazionale, conseguire un aggiornamento su tecnologie, aspetti legislativi, tendenze di sviluppo e nuovi mercati emergenti.

Siamo pronti per un’altra fiera di Rimini – commenta entusiasticamente Maurizio Macca, Ceo di Presse Bull di ritorno da Lione – Ad Ecomondo siamo presenti da 21 anni quando ancora la manifestazione si presentava col primo nome: Ricicla e, posso affermare che da allora ne abbiamo fatta di strada”.

Quando abbiamo iniziato il nostro lavoro eravamo solo una piccola impresa del sud Italia che cercava di allargare il proprio business e affermarsi anche in altri mercati locali del Paese e mai avremmo pensato quanto la kermesse riminese sarebbe stata così importante per il nostro sviluppo anche sui mercati esteri; consideri che la maggior parte dei contatti favorevoli per queste aree sono avvenuti proprio presso l’area espositiva di Ecomondo”.

Uno stand, quello di Presse Bull Srl (Padiglione A1 – Stand 161) che colpisce il visitatore per la mole delle tecnologie posizionate, presse idrauliche, macchine per la compattazione e la riduzione volumetrica di carcasse di autovetture e furgoni, ideali per piccoli e grandi centri di autodemolizione, tutte caratterizzate da un sistema di compattazione brevettato presso gli organi istituzionali competenti e realizzate presso lo stabilimento di Volla (NA) dove il processo produttivo è minuziosamente seguito da tecnici specializzati in ogni fase della sua realizzazione.

Ogni anno abbiamo cercato di portare in Fiera qualche prodotto innovativo, ma mai come questo anno, l’anno della ripresa, abbiamo voluto presentare nel nostro stand addirittura due nuovi modelli come la DRAGON della Marivan S.a.s. e la GENIUS METO, direttamente dalla nostra Casa”.

GENIUS è la storica serie di presse particolarmente indicate per la compattazione di autovetture e furgoni a fine vita e scarti metallici leggeri con misura balla 1.000 x 750 mm nella versione scarrabile e trasportabile; tecnologia particolarmente indicata per grosse produzioni con ciclo balla inferiore ai 2 minuti grazie all’ampio volume e al sistema di compattazione laterale. Molto interessante la loro tecnologia all’avanguardia avente un sistema di telemetria (RCS) che conferisce la predisposizione alla conformità 4.0.

A quest’ultimo modello siamo particolarmente affezionati – racconta Maurizio Macca – in quanto rappresenta una evoluzione della nostra tecnologia storica fortemente voluta da un nostro compianto amico e cliente, Domenico Mazzoni detto “METO”, responsabile della ditta DELTA R.E.M. scomparso a gennaio di quest’anno a causa del Covid-19. Una vita passata nel lavoro; più di sessant’anni nel settore dell’autodemolizione portati avanti con estrema vitalità e spiccato senso del dovere e dell’onestà. Sempre aggiornato sulle ultime novità tecnologiche di cui il suo impianto si faceva vanto col preciso obiettivo di operare sempre in ossequio alle norme comunitarie atte alla salvaguardia dell’ambiente e alla gestione di sistemi ecologici del riciclaggio e recupero dei materiali dai veicoli a fine vita, sempre avendo ben chiara la garanzia della sicurezza e della salubrità del luogo di lavoro, Meto è stato anche un attento conoscitore delle problematiche tecniche relative alle macchine utilizzate fino al punto di suggerirne, all’occorrenza, l’upgrade tecnologico”.

Domenico utilizzava una nostra pressa scarrabile della serie Genius e ci ha dato i giusti consigli per svilupparne, grazie alla sagacia del nostro socio Rosario Ariola, una nuova versione più performante, più robusta e capiente, che abbiamo voluto intitolare alla sua memoria”.

Ad Ecomondo esporremo anche un altro nostro cavallo di battaglia l’ANGAR, macchina che lavora motori elettrici, trasformatori e statori di alternatori separando le tre frazioni rame, alluminio e ferro; la più venduta della nostra gamma e presentata in una versione aggiornata molto più accattivante

La novità assoluta invece è un piccolo trituratore bialbero per soddisfare le esigenze di quei clienti che vogliono triturare le targhe automobilistiche. Senza dimenticare la scopa industriale costruita dalla Lanzani S.a.s. azienda leader del settore”.

Non nasconde la soddisfazione e l’emozione per questa nuova avventura il CEO di Presse Bull Srl nel presentare il “dietro le quinte” della Società: “La nostra struttura tecnica diretta dal socio Rosario Ariola è qualcosa di cui personalmente mi vanto con i colleghi del mio settore, Presse Bull Srl è un team e come tale tutti insieme studiamo e realizziamo le migliori soluzioni per soddisfare le esigenze dei clienti in materia di riciclaggio; ma ci tengo a precisare che i nostri partner sono l’ingrediente segreto che permette di realizzare impianti personalizzati chiavi in mano.

Ci auguriamo di poter avere presso il nostro stand tanti clienti e visitatori che saranno accolti con la consueta cordialità e… con ottime degustazioni culinarie”!

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.