Agenda Biodiversità e conservazione Flora Manifestazioni e celebrazioni

Foreste: un percorso di ripristino per il recupero e il benessere

Il tema di quest’anno “Ripristino forestale: un percorso verso il recupero e il benessere” per la celebrazione della Giornata Internazionale delle Foreste (21 marzo) sottolinea il ruolo che le foreste devono svolgere nella costruzione di un mondo migliore, più sano ed equo, mentre ci riprendiamo dalla pandemia di Covid-19. 

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite con la Risoluzione 67/200 del 21 dicembre 2012 ha dichiarato il 21 marzo di ogni anno Giornata Internazionale delle Foreste (International Day of Forests) per sottolineare il ruolo fondamentale per la sicurezza alimentare, per il mantenimento della biodiversità, per la mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici, che viene assolto dalla gestione, dalla conservazione e dallo sviluppo sostenibile di tutti i tipi di foreste, comprese le specie arboree al di fuori delle foreste.

Il tema scelto per l’edizione 2021 della Giornata Internazionale delle Foreste è “Ripristino forestale: un percorso verso il recupero e il benessere” per sottolineare il ruolo che le foreste devono svolgere nella costruzione di un mondo migliore, più sano ed equo, mentre ci riprendiamo dalla pandemia di Covid-19. 

Peraltro quest’anno, le celebrazioni per la Giornata Internazionale delle Foreste si inseriscono nell’ambito del Decennio per il Ripristino dell’Ecosistema, proclamato dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite con l’obiettivo di potenziare in modo rilevante il ripristino degli ecosistemi degradati o distrutti come misura per combattere le crisi climatiche e migliorare la sicurezza alimentarel’approvvigionamento idrico e la biodiversità. Il Decennio va dal 2021 fino al 2030, anno che è anche la scadenza per il conseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile e la deadline che gli scienziati hanno fissato come termine per prevenire gli eventi catastrofici dei cambiamenti climatici.

Con il mondo in piena emergenza pandemica, le Nazioni Unite pongono l’accento sul ruolo che le foreste svolgono in termini di salute e benessere fisico e mentale. Trascorrere del tempo libero tra alberi aiuta a rafforzare il nostro sistema immunitario, abbassare la pressione sanguigna e favorire il rilassamento. Dall’aria più pulita al raffreddamento naturale e all’acqua dolce che beviamo, le foreste supportano la nostra salute in modi che non sono immediatamente visibili.

In particolare, vengono sottolineati 4 aspetti che devono essere tenuti in considerazione del nesso salute-foreste.  

1. Le foreste ci forniscono medicine. Molti dei medicinali su cui facciamo affidamento oggi provengono dalle foreste. Il 25% dei farmaci usati nei Paesi sviluppati sono di origine vegetale, mentre nei Paesi in via di sviluppo si arriva fino all’80%. Le foreste forniscono anche prodotti sanitari essenziali per l’igiene come carta igienica, asciugamani di carta, fazzoletti ed etanolo per i disinfettanti. Anche le mascherine e i dispositivi di protezione individuale usati dagli operatori sanitari in prima linea contro Covid-19 derivano da prodotti forestali come la pasta di legno e fibre di cellulosa.

2. Ogni anno perdiamo foreste delle dimensioni della Corea del Sud.Ogni anno, la Terra perde 10 milioni di ettari di foreste, all’incirca la stessa area dell’intera Repubblica di Corea. Ma possiamo invertire questa tendenza negativa attraverso la gestione sostenibile delle foreste e il ripristino dell’ecosistema.

3. Possiamo riportare in vita foreste degradate. Si stima che circa due miliardi di ettari di terra degradata in tutto il mondo abbiano il potenziale per essere ripristinati, pari a circa il doppio della superficie dell’area dell’Europa. Rivitalizzare la salute delle nostre foreste è nel nostro interesse, poiché aiuta a creare nuovi posti di lavoro, mitigare i cambiamenti climatici e salvaguardare la biodiversità.

4. Le foreste ci proteggono da future pandemie. Attualmente, il 60% di tutte le malattie infettive e il 75% di tutte le malattie infettive emergenti sono zoonotiche. Queste malattie hanno origine dal trasferimento di agenti patogeni dagli animali all’uomo e di solito si verificano quando i paesaggi naturali, come le foreste, vengono smantellati.

Anche la Campagna social (hashtag: #IntiForestDay) che ogni anno viene lanciata per la Giornata Internazionale delle Foreste 2021, invita a cogliere e condividere pensieri e immagini che enfatizzino il fondamentale ruolo delle foreste per la salute e il benessere delle persone e del Pianeta, anche utilizzando il materiale messo a disposizione sul sito dell’UNDESA.

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.