21 Settembre 2021
Infrastrutture e mobilità Territorio e paesaggio

Ecobonus auto: rifinanziato e prorogato al 31 dicembre 2021

Con la conversione in Legge del Decreto Sostegni bis sono stati stanziati altri 350 milioni di euro l’ecobonus per gli incentivi all’acquisto di auto a basse emissioni di CO2, che possono essere prenotati dal 2 agosto 2021. Tra le novità: la possibilità di acquistare i veicoli commerciali e speciali con leasing finanziario e l’estensione dell’incentivo anche all’acquisto di veicoli usati.

finanziario e l’estensione dell’incentivo anche all’acquisto di veicoli usati.  È stato rifinanziato con 350 milioni di euro dalla Legge 106/2021 (Art. 73 -quinquies – Disposizioni in materia di incentivi per l’acquisto di veicoli meno inquinanti) di conversione del Decreto Legge del 25 maggio 2021 n. 73 recante “Misure urgenti connesse all’emergenza da COVID-19 per le imprese, il lavoro, i giovani, l salute e i servizi territoriali” (il cosiddetto “Decreto Sostegni bis”), l’ecobonus per l’acquisto (anche in locazione finanziaria) di auto a basse emissioni di CO2.

In particolare, i 350 milioni di euro che rifinanziano il fondo automotive vengono così ripartiti:

– 200 milioni per acquistare, esclusivamente con rottamazione di un’auto immatricolata almeno 10 anni prima, veicoli M1 con emissioni comprese tra 61-135 g/km CO2 (contributo di 1.500 euro);

– 60 milioni per ottenere l’extrabonus e acquistare veicoli con emissioni comprese tra 0-60 g/km CO2 (auto elettriche e ibride) del valore non superiore a 50.000 euro (contributo di 2.000 euro con rottamazione e 1.000 senza);

– 50 milioni per l’acquisto di veicoli commerciali e speciali (N1), di cui 15 milioni esclusivamente per i veicoli elettrici, con la possibilità di acquistarli con leasing finanziario, mentre restano invariati i contributi previsti dalla Legge di Bilancio 2021 e quindi prenotabili in base alla “Massa Totale a Terra -MTT” e all’alimentazione;

– 40 milioni per l’acquisto di veicoli di categoria M1 usati, di classe Euro non inferiore a 6 ed emissioni fino a 160 g/km di CO2 (contributo fino 2.000 euroin base alla fascia di emissione), purché venga rottamato un altro veicolo di almeno 10 anni più vecchio. Si potrà accedere a questo incentivo solo dopo le necessarie modifiche tecniche della piattaforma.

Dal 2 agosto 2021 è possibile prenotare sulla relativa piattaforma gli incentivi per l’acquisto di nuovi veicoli a basse emissioni fino a 135 g/km di CO2, con e senza rottamazione, mentre dal 5 agosto 2021 potranno essere richieste le agevolazioni per i veicoli commerciali e speciali.

Il Ministero delle Sviluppo Economico (MiSE) precisa che non si tratta di un click day e non è necessario affrettarsi nei primi giorni, dal momento che la procedura, prevede due distinti momenti:
– la prima fase di apertura dello sportello che è partito il 2 agosto 2021 sarà dedicata esclusivamente alla registrazione dei concessionari, che potranno iscriversi e caricare i propri dati identificativi;
– successivamente, dopo specifica comunicazione, si potrà inserire l’ordine e prenotare l’incentivo. Dalla prenotazione si avranno poi fino a 180 giorni di tempo per la consegna del veicolo.

Tuttavia, si può comprendere facilmente che il momento in cui si procede con la prenotazione è determinante.

Inoltre, per assicurare procedure di prenotazione corrette e trasparenti, sulla piattaforma sarà presente un contatore di risorse per seguire in tempo reale la disponibilità finanziaria del bonus.

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.