25 Ottobre 2021
Benessere Biodiversità e conservazione Salute

Benessere: più specie di uccelli nelle vicinanze rende felici gli europei

Uno Studio condotto da un gruppo di ricercatori di Istituti e Università germanici ha verificato che la presenza di più specie di uccelli nelle vicinanze crea un senso di benessere negli europei tanto quanto un aumento di 124 euro di reddito.

Durante i mesi di isolamento imposto dalla pandemia di COVID-19, l’ambiente circostante sono stati di grande beneficio per molti europei che hanno potuto osservare e apprezzare le meraviglie della natura che nella “normalità” non avrebbero potuto cogliere, anche perché durante i lunghi periodi di lockdown, la natura indisturbata si è riappropriata dei suoi spazi.

La riprova di questo rinnovato interesse degli europei per la natura che li circonda è venuta dall’annuale concorso fotografico dell’Agenzia Europea dell’Ambiente (AEA), che quest’anno aveva per tema “Riscopri la natura” e per il quale sono state inviate da tutta Europa il numero record di oltre 2.800 foto.

Il senso di benessere per le persone che deriva da una natura in salute è già stato documentato da numerosi studi. La stessa AEA ha pubblicato lo scorso settembre ha pubblicato il RapportoHealthy environment, healthy lives: how the environment influences health and well-being in Europe” che sottolinea come una percentuale significativa del carico di malattie in Europa continui ad essere attribuita all’inquinamento ambientale derivante dalle attività umane.

Ora lo StudioThe importance of species diversity for human well-being in Europe”, pubblicato su Ecological Economics (Rivista dell’ISEE, una partnership transdisciplinare di studiosi volta alla transizione verso una società equa ed ecologicamente sostenibile nel rispetto delle persone e della natura, della diversità biologica e culturale) e condotto da un gruppo di ricercatori germanici del Senckenberg Biodiversität und Klima Forschungszentrum (SBiK-F), del Deutschen Zentrums für integrative Biodiversitätsforschung (iDiv) e dell’Università di Kiel, ha confermato che un’elevata biodiversità nelle nostre immediate vicinanze determina un senso di benessere importante quanto il reddito.

Per la loro analisi, i ricercatori hanno utilizzato i dati della “Indagine europea sulla qualità della vita 2012” per studiare la connessione tra la diversità delle specie nel loro ambiente e senso di benessere in oltre 26.000 adulti di 26 Paesi membri dell’UE, quanti erano a quel tempo. La diversità delle specie è stata misurata in base alla diversità delle specie aviarie, come documentato nell’atlante europeo degli uccelli nidificanti (EBBA), la cui edizione è stata aggiornata, dopo 23 anni, proprio qualche giorno fa.

Gli europei sono particolarmente soddisfatti della loro vita se le loro immediate vicinanze ospitano un’elevata diversità di specie – ha spiegato l’autore principale dello studio Joel Methorst, ricercatore di dottorato presso il Senckenberg Biodiversity and Climate Research Center, iDiv e la Goethe University di Francoforte – Secondo i nostri risultati, gli europei più felici sono quelli che possono sperimentare numerose specie di uccelli differenti nella loro vita quotidiana, o che vivono in un ambiente quasi naturale che ospita molte specie“.

Gli uccelli sono adatti come indicatori della biodiversità, poiché sono tra gli elementi più visibili della natura animale, in particolare nelle aree urbane. Inoltre, il loro canto può essere spesso ascoltato anche quando l’uccello stesso non è visibile, e la maggior parte degli uccelli sono popolari e agli individui piace osservarli. Ma c’è anche un secondo aspetto che influisce sulla soddisfazione della vita: l’ambiente circostante. Un numero particolarmente elevato di specie di uccelli può essere trovato in aree con un’elevata percentuale di paesaggi quasi naturali e diversificati che contengono numerosi spazi verdi e specchi d’acqua.

Il range previsto di soddisfazione della vita in rapporto alla ricchezza di specie di uccelli in 26 Paesi. I  valori previsti di soddisfazione per la vita mostrano una positiva relazione con la ricchezza di specie di uccelli nei Paesi europei (le linee colorate). La lunghezza della linea colorata è equivalente alla gamma fra minimo e massimo della ricchezza di specie di uccelli in ogni paese. Segmenti grigi di sfondo rappresentano i dati grezzi di soddisfazione della vita in relazione alla ricchezza di specie di uccelli ricchezza. (Fonte: J. Methorst et al.).      

Abbiamo anche esaminato i dati socio-economici delle persone che sono state intervistate e, con nostra grande sorpresa, abbiamo scoperto che la diversità degli uccelli è importante per la loro soddisfazione dellai vita quanto il loro reddito – ha spiegato. Katrin Böhning-Gaese, Direttrice del Senckenberg Biodiversity and Climate Research Center e professoressa all’Università Goethe di Francoforte sul Meno e membro dell’iDiv – Questo risultato diventa particolarmente evidente quando entrambi i valori aumentano del dieci percento. Quattordici specie di uccelli in più nelle vicinanze aumentano il livello di soddisfazione di vita almeno fino a 124 euro in più al mese di reddito familiare, sulla base di un reddito medio di 1.237 euro al mese in Europa”.

Secondo lo studio, una natura diversa gioca quindi un ruolo importante per il benessere umano in tutta Europa, anche al di là dei suoi servizi materiali. Allo stesso tempo, i ricercatori attirano l’attenzione sui problemi di salute imminenti. 

Il Global Assessment 2019 del World Biodiversity Council dell’ IPBES e gli studi sulle specie aviarie nei paesaggi agricoli in Europa mostrano chiaramente che la diversità biologica sta attualmente subendo un drastico declino – ha concluso Methorst.- Ciò determina il rischio che anche il benessere umano subisca si impoverisca. La conservazione della natura quindi non solo garantisce la nostra base materiale di vita, ma costituisce anche un investimento per il benessere di tutti noi “.

In copertina: Anche la cinciarella (Parus caeruleus) nelle vicinanze delle nostre abitazioni contribuisce a far aumentare la sensazione di benessere tanto quanto un aumento del redditi (Foto: Stefan Bernhardt)

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.