3 Agosto 2021
Agenda Infrastrutture e mobilità Manifestazioni e celebrazioni Scelti per voi Territorio e paesaggio

European Mobility Week 2020: “Mobilità a zero emissioni per tutti”

Ad integrazione delle Linee Guida per la XIX edizione (16-22 settembre 2020), European Mobility Week ha diffuso una Scheda con le 10 lezioni per migliorare la mobilità urbana, apprese durante il blocco per la pandemia, che forniscono, inoltre, suggerimenti creativi sulle attività che potrebbero essere organizzate dalle città durante la settimana.

L’European Mobility Week ha lanciato il 29 luglio 2020 una Scheda contenente 10 lezioni apprese dal blocco per le misure di contenimento della pandemia di COVID-19 per una migliore mobilità urbana.

La Settimana Europea della Mobilità, giunta quest’anno alla 19a edizione, è ormai diventata un appuntamento fisso e irrinunciabile per tutte le amministrazioni e per tutti i cittadini che si vogliono impegnare sulla strada della sostenibilità e del miglioramento della qualità della vita delle nostre città.

Ogni anno, dal 16 al 22 settembre, migliaia di città e milioni di cittadini europei festeggiano la mobilità sostenibile e lanciano un messaggio di cambiamento e di rinnovamento dei nostri stili di vita.

Per l’European Mobility Week 2020, la Commissione UE ha scelto come focal theme (l’argomento in base al quale gli enti locali aderenti sono invitati ad organizzare attività per la cittadinanza): “Zero-emission mobility for all” (Mobilità a zero emissioni per tutti), riflettendo l’ambizioso obiettivo di un continente che punta a diventare “carbon neutral” entro il 2050, così come dichiarato dalla Presidente Ursula von der Leyen, alla presentazione del Green Deal europeo.

Il tema mira a sottolineare l’importanza dell’accessibilità al trasporto a emissioni zero e a promuovere un quadro inclusivo che coinvolga tutta la cittadinanza, attraverso l’adozione di misure che promuovano un ambiente urbano inclusivo e privo di emissioni di carbonio. Pertanto, la Settimana Europea della Mobilità 2020 incoraggia cittadini e autorità locali a prendere iniziative per raggiungere l’obiettivo a lungo termine di un continente a emissioni zero.

Il Documento con le 10 lezioni apprese durante il lockdown integra le Linee Guida tematiche che, essendo state prodotte prima che la pandemia di Covid-19 e non riflettono necessariamente la situazione più aggiornata. Durante la chiusura e successivamente gli spostamenti all’interno delle città sono cambiati in modo eccezionale. Molte città stanno ampliando lo spazio destinato alla mobilità attiva. Alcune hanno capito che un nuovo approccio, più sostenibile, in termini di trasporto urbano è possibile.

Per questo le 10 lezioni costituiscono un aggiornamento al riguardo e variano dal ricordare che lo spazio pubblico è prezioso e quindi le città dovrebbero essere costruite per le persone, non per le automobili; all’impatto che lavorare da casa e acquistare beni online ha sul nostro ambiente e sui modelli di mobilità.

Inoltre, vengono forniti suggerimenti creativi alle città sulle attività che potrebbero organizzare durante la Settimana Europea della Mobilità 2020. Ad esempio, condurre sondaggi tra i residenti locali per identificare le sfide e i desideri per l’uso dello spazio pubblico e il modo in cui i residenti si muovono, nonché organizzare un “concorso selfie” sui social media per incoraggiare i locali a pubblicare foto di se stessi, utilizzando opzioni di trasporto rispettose dell’ambiente.  

Come ogni anno la Settimana Europea della Mobilità costituirà, per la cittadinanza e per le amministrazioni locali, un’occasione e una vetrina irrinunciabile per attivarsi in un processo, necessario, irrinunciabile e ormai avviato, di miglioramento della mobilità urbana nella direzione della sostenibilità ambientale unita alla crescita economica locale e alla qualità della vita delle città.

Le città che promuovono sistemi di mobilità puliti e inclusivi ​​sono più attraenti, con meno traffico e una migliore qualità della vita. Registrarsi è facile e veloce e permetterà a ogni città di unirsi idealmente a tutte le migliaia di città in tutto il mondo che condividono l’iniziativa: è possibile farlo a questo link, con pochi e rapidi passaggi.

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare aderisce anche quest’anno alla Settimana Europea della Mobilità e coordina e supporta le iniziative e gli eventi organizzati da Comuni e Associazioni, con l’obiettivo di confermare l’Italia tra i Paesi leader con il maggior numero di adesioni a livello europeo che lo scorso anno ha raggiunto il record partecipativo di 3.135 città e paesi da 50 Paesi.

In copertina: L’infografica cita la “ciambella” in riferimento alla teoria della “Economia della ciambella” dell’economista della Oxford University, Kate Raworth, che viene utilizzata da alcune città (p.e. Amsterdam) per la ripresa post-Covid. L’economia viene presentata come una ciambella in cui l’anello esterno è il limite ecologico oltre il quale non si dovrebbe andare, mentre quello interno definisce il minimo indispensabile per condurre una buona vita. Tutti dovremmo rimanere nell’area di comfort senza cadere nel buco.

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.