25 Settembre 2021
Agenda Energia Fiere e convegni Sostenibilità

Ecomondo e Key Energy: tornano in sicurezza e piattaforma digitale

Sono state presentate le edizioni 2020 di Ecomondo e Key Energy, profondamente innovative: in presenza e digitali, accessibili e sicure, per liberare il potenziale di mercato e conoscenza che il Green Deal europeo mette al centro delle agende governative in Europa.

Nel corso di una Conferenza-stampa online molto seguita, sono state presentate oggi (23 settembre 2020) le edizioni 2020 di Ecomondo e Key Energy, i Saloni di Italian Exhibition Group (IEG) diventate nel corso degli anni le piattaforme tecnologiche di riferimento nell’area euro-mediterranea rispettivamente di green e circular economy e di produttività delle risorse, e di efficienza energetica, fonti rinnovabili e mobilità sostenibile, che si terranno alla Fiera di Rimini da 3 al 6 novembre 2020.

Abbiamo reagito al massimo delle nostre energie, come sappiamo fare ed eccoci qui, grazie alla fiducia degli espositori e delle aziende che hanno voluto confermare la loro partecipazione – ha dichiarato Lorenzo Cagnoni, Presidente di IEG – Ecomondo e Key Energy mostreranno quanto il sistema fieristico sia essenziale per il business e le aziende. Lo abbiamo sperimentato recentemente sul campo a VOICE, l´evento per l´oreficeria e la gioielleria che si è svolto nel quartiere fieristico di Vicenza con la convinta soddisfazione di tutti gli operatori”.

Ecomondo e Key Energy, infatti, tra le Fiere di settore sono le prime manifestazioni a svolgersi in presenza, grazie a #Safebusiness il Progetto varato da IEG, che si pone l’obiettivo di ridurre l’impatto della pandemia di Covid-19 sul settore, permettendo alle aziende e ai visitatori di partecipare in tutta sicurezza.

Inoltre, l’adozione del Programma GBAC STAR per raggiungere lo standard internazionale di sanificazione dei quartieri fieristici, attraverso la scelta degli equipaggiamenti e dei prodotti scelti, sino alla gestione dello smaltimento dei rifiuti prodotti dalla pulizia degli ambienti, verificato con audit interni, permetterà di stabilire e mantenere un controllo basato sulla formazione e responsabilizzazione del management e dei dipendenti IEG.

Una parola che abbiamo imparato a declinare in questi mesi è innovazione – ha sottolineato l´Amministratore delegato di IEG, Corrado Peraboni – E noi abbiamo introdotto una forte dose di innovazione per organizzare queste manifestazioni. Abbiamo lavorato su differenti protocolli di sicurezza, dal montaggio degli stand al catering, per rendere sicura l´esperienza anche prima di entrare in fiera. IEG ha preso in carico tutti i costi dello sforzo organizzativo per i protocolli di sicurezza, perché i nostri espositori possano pensare solo a incontri di business e conoscenza. Ecomondo e Key Energy saranno manifestazioni ibride: in presenza e con un nostro canale digitale finalizzato al b2b che presenteremo a breve”.

La novità della piattaforma digitale, moltiplicherà le possibilità di incontro tra domanda e offerta per espositori e visitatori di entrambi i Saloni. La registrazione degli utenti permetterà non solo di seguire lo streaming dei Convegni, ma soprattutto di accedere all’area riservata agli espositori. Una vera e propria “area business”, per quanti si trovassero impossibilitati – come per le restrizioni internazionali di prevenzione da Covid-19 – a raggiungere l’Italia, o che anche in condizioni normali non avrebbero affrontato viaggi di ampio raggio, disponibile anche per quanti non riusciranno a seguire tutte le giornate di Fiera. In questo modo, la registrazione sulla piattaforma darà la possibilità anche a chi sarà presente a Rimini uno solo dei giorni delle manifestazioni di prenotare slot con gli espositori per iniziare, proseguire o concludere le opportunità di mercato, presenti a Ecomondo e Key Energy 2020.

Rispetto al 2019 avremo il 70% degli spazi occupati, un dato che in un momento come questo appare davvero straordinario – ha annunciato Alessandra Astolfi, Group Brand Manager Green and Technology Division di IEG – Abbiamo analizzato i bisogni di espositori, associazioni d´impresa e comunità scientifica; predisposto tre ingressi, 26 sale per Ecomondo e 10 per Key Energy; allestito un set televisivo per la trasmissione in streaming degli appuntamenti. Sottolineo la spinta sulle start up, e la presenza della Commissione europea e dei nostri Ministeri di riferimento”.

È confermata, infatti, anche la IX edizione degli Stati Generali della Green Economy (3-4 novembre 2020), il Convegno promosso dal Consiglio Nazionale della Green Economy, composto da 66 organizzazioni di imprese della green economy in Italia, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) e con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) e della Commissione europea, e con il coordinamento della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile (FoSS), che quest’anno ha per tema:“Uscire dalla crisi con un Green Deal. Una nuova fase per la green economy in Italia”.

Il Green Deal si configura come chiave fondamentale per l´utilizzo dei 209 miliardi del Recovery Fund, un´occasione storica per il cambiamento del modello di sviluppo – ha spiegato Edo Ronchi, Presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile – Perciò l´edizione di quest´anno degli Stati Generali della green economy dovrà contribuire a cogliere questa opportunità. Se pensiamo al nuovo target europeo di riduzione delle emissioni al 55 per cento, potete immaginare il cambiamento nel sistema energetico. E poi la mobilità sostenibile, la qualità ecologica del sistema alimentare, i temi climatici, ma anche la qualità della vita. Le politiche di green economy hanno efficacia se riescono a insediarsi nelle città”.

Nel suo discorso sullo Stato dell’Unione, pronunciato al Parlamento europeo la scorsa settimana, la Presidente della Commissione UE Ursula von der Leyen ha rivelato che la Commissione UE proporrà di aumentare l’obiettivo per il 2030 di riduzione delle emissioni dal 40% al 55%, in modo da mettere l’Unione sulla giusta traiettoria per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, secondo quanto  previsto dalla Legge sul Clima, adottata lo scorso marzo, e per conseguire l’obiettivo di limitare il riscaldamento globale a 1,5 °C alla fine del secolo, come stabilito con l’Accordo di Parigi. A tal fine, entro la prossima estate la Commissione rivedrà tutta la legislazione dell’UE in materia di clima ed energia per adattarla al nuovo di riduzione delle emissioni, sia relativamente al ruolo delle rinnovabili nel mix energetico dei consumi finali di energia, che dell’obiettivo di efficienza energetica

La scelta europea di alzare gli obiettivi climatici ci obbliga ad accelerare moltissimo su rinnovabili, efficienza e mobilità elettrica – ha sintetizzato il professor Gianni Silvestrini, Presidente del Comitato scientifico di Key Energy – È una grande opportunità per questa manifestazione, se pensiamo solo al potenziale di crescita del settore fotovoltaico, mercato destinato a decuplicare la potenza annua installata grazie al combinato disposto di riduzione dei prezzi e del nuovo traguardo proposto dalla Commissione. Elementi che fanno sperare solidamente nella crescita di settore e di una manifestazione che ha i suoi capisaldi nelle rinnovabili, l´efficienza energetica e la mobilità elettrica e la smart city”.

Questa edizione parte con una buona notizia, e cioè che l´economia circolare è al centro delle strategie dell´Europa e del nostro Paese – ha concluso il professor Fabio Fava, Presidente del comitato scientifico di Ecomondo – L´impatto del Covid19 sulle filiere e sull´innovazione delle stesse, come la digitalizzazione industriale, nei servizi e la rigenerazione ambientale, saranno fattori decisivi nell´implementazione di questo paradigma. Ecomondo è una Manifestazione pioniera da sempre, per cui raccogliamo la sfida del Green Deal europeo, ci confrontiamo con l´irruzione della pandemia, per mostrare come l´industria e suoi servizi hanno reagito a questa crisi”.

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.