16 Agosto 2022
Beni culturali e turismo Regioni Territorio e paesaggio

Bandiere Blu 2021: per fare da traino alla ripresa dell’intero Paese

Sono in aumento anche quest’anno le Bandiere Blu rilasciate da FEE Italia ai Comuni che si impegnano per la sostenibilità nella gestione del proprio territorio, la cura del turista e la sua sicurezza, l’attenzione ai servizi, uniti al grande desiderio di ripartire con la stagione turistica.  

Anche quest’anno, causa la situazione sanitaria non ancora sotto controllo, la Conferenza di presentazione delle Bandiere Blu 2021 si è svolta per via telematica tramite diretta Facebook il 10 maggio 2021.

Sono 201 i Comuni a cui sono stati assegnati gli ambiti vessilli (6 in più rispetto al 2020), con 15 new entry e 9 Comuni non riconfermati, come riconoscimento dell’impegno profuso dalle amministrazioni comunali a favore di una conduzione sostenibile del territorio, accrescendo la competitività delle località che li conseguono.

Anche quest’anno il programma Bandiera Blu segna un incremento dei Comuni che hanno ottenuto il riconoscimento, ben 201– ha affermato Claudio Mazza, Presidente della FEE Italia – Molti di più sono però quei Comuni che hanno scelto di intraprendere il percorso e che affianchiamo nella loro crescita. L’impegno verso la sostenibilità nella gestione del proprio territorio, la cura del turista e la sua sicurezza, l’attenzione ai servizi, uniti al grande desiderio di ripartire con la stagione turistica, fanno dei Comuni Bandiera Blu un propulsore per la ripresa del turismo italiano in questo particolare momento storico”.

Ogni anno la FEE (Foundation for Environmental Education) assegna le Bandiere Blu, di fatto un eco-label volontario, sulla base di un’approfondita analisi che prende in esame non solo i dati relativi alla qualità delle acque di balneazione (che rimangono comunque fondamentali per accedere alle successive fasi di valutazione), ma anche la gestione sostenibile del territorio. 

Sono ben 33 i criteri, tra cui:
– l’esistenza e il grado di funzionalità degli impianti di depurazione;
– la percentuale di allacci fognari;
– la gestione dei rifiuti con particolare riguardo alla riduzione della produzione, alla raccolta differenziata e alla gestione dei rifiuti pericolosi;
– le iniziative promosse dalle amministrazioni per una migliore vivibilità nel periodo estivo;
– la valorizzazione delle aree naturalistiche eventualmente presenti sul territorio;
– la cura dell’arredo urbano e delle spiagge;
– la possibilità di accesso alla spiaggia per tutti senza limitazioni;
– inoltre, l’azione di sensibilizzazione intrapresa affinché i Comuni portino avanti un processo di certificazione delle loro attività istituzionali e delle strutture turistiche, che insistono sul

Ancora una volta, la Liguria con 32 Bandiere Blu si conferma la regina delle spiagge per numero di vessilli. Seguono: Campania con 19 (con un nuovo ingresso e un’uscita); con 17 Toscana (tre uscite) e Puglia (tre nuovi ingressi e un’uscita) un’uscita); con 16 le Marche (un nuovo ingresso); con 15 la Calabria (due nuovi ingressi e un’uscita); con 14 Sardegna (un nuovo ingresso e un’uscita); con 11 Abruzzo (un nuovo ingresso); con 10 Lazio e Sicilia (entrambi con due nuovi ingressi); con 9 il Veneto; con 7 l’Emilia-Romagna; con 5 la Basilicata; con 2 il Friuli Venezia Giulia ; infine con 1 il Molise.

Sono state assegnate anche le Bandiere Blu sui laghi (16, due in meno rispetto allo scorso anno) che premiano soprattutto le 10 spiagge del Trentino-Alto Adige, dove FEE Italia ha inteso riconoscere la qualità delle strutture alberghiere e dei servizi d’utilità pubblica sanitaria, l’aggiornamento delle informazioni e i progetti di educazione ambientale portati avanti nelle Dolomiti per trasformare i laghi in quota in vere e proprie oasi naturali. Il riconoscimento è andato: Bondone – Porto Camarelle; Pergine Valsugana – San Cristoforo; Baselga di Pinè – Spiaggia Lido, Alberon, Bar Spiaggia; Bedollo – Località Piazze; Lavarone – Lido Bertoldi/Lido Marzari; Caldonazzo – Lido/Spiaggetta; Tenna – Spiaggia di Tenna; Levico Terme – Spiaggia di Levico; Sella Giudicarie – Spiaggia Roncone; Calceranica al lago – Alle Barche/Al Pescatore/Riviera.

Hotel Pineta

Seguono con 2 il Piemonte (Cannero Riviera nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola e Gozzano in provincia di Novara) e Abruzzo (il lago di San Domenico a Villalago e il lago di Scanno in provincia dell’Aquila), 1 ciascuno a Lombardia (Gardone Riviera in Provincia di Brescia) e Lazio (Trevignano Romano in Provincia di Roma).

Come è stato per l’anno passato – ha concluso il Presidente FEE Italia – quando i Comuni italiani Bandiera Blu hanno ben saputo rispondere alle nuove e sconosciute sfide lanciate dal Covid, garantendo una gestione della stagione estiva efficiente e in sicurezza, siamo convinti che per il 2021 il turismo italiano saprà fare da traino alla ripresa dell’intero Paese

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.