Consumi e risparmio Energia Fonti rinnovabili

Piattaforma PPA: avviata la consultazione sul modello previsto dal GME

Il Gestore dei Mercati Energetici, secondo quanto previsto dal Decreto FER1, ha predisposto un modello di funzionamento di Piattaforma PPA per la negoziazione dei mercati a lungo termine di energia da fonti rinnovabili su cui i portatori di interesse potranno fare le osservazioni entro il 14 febbraio 2020.

Il Gestore dei Mercati Energetici (GME), ha pubblicato un documento di consultazione per illustrare ai soggetti interessati la proposta di modello individuato per il funzionamento di una Piattaforma di mercato per la negoziazione di lungo termine di energia da fonti rinnovabili (PPA Platform) e raccogliere eventuali osservazioni.

Nel Decreto del 4 luglio 2019, recante “Incentivazione dell’energia elettrica prodotta dagli impianti eolici on shore, solari fotovoltaici, idroelettrici e a gas residuati dei processi di depurazione”, meglio conosciuto come “Decreto FER1”, il Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE), in coerenza con gli obiettivi europei di sostegno alla produzione di energia elettrica dagli impianti alimentati a fonti rinnovabili, ha previsto la costituzione di una Piattaforma PPA (art. 18), affidandone la gestione al GME e prevedendone la disciplina entro 180 giorni dall’entrata in vigore del Decreto.

I PPA (acronimo di Power Purchase Agreement) sono dei contratti a lungo termine per la compravendita di elettricità, con cui un’azienda accetta di acquistare elettricità da fonti rinnovabili direttamente da un produttore di energia a un prezzo fisso per kWh, di solito per una durata non inferiore a 10 anni, così da ridurre il rischio a fronte di eventuali fluttuazioni del mercato.

Questi contratti a livello internazionale si stanno espandendo, anche se il loro sviluppo ha avuto finora ritmi inferiori alle potenzialità, per carenze normative in alcuni Paesi. In Italia, oltre al Decreto FER1, l’incentivazione alla loro diffusione deriverà dall’implementazione del Piano Nazionale Integrato Energia e Clima al 2030 (PNIEC) che è stato recentemente approvato in via definitiva e inviato alla Commissione UE.

Il PNIEC prevede che dalla stipula di PPA deriverà un contributo di energia rinnovabile pari almeno a 0,5 TWh addizionali all’anno e che il loro sviluppo verrà incontro anche all’esigenza di molti settori industriali e produttivi di abbattere il costo dell’energia e contestualmente stabilizzare le condizioni di approvvigionamento.

Il modello di funzionamento definito dal GME prevede la costituzione di uno specifico comparto nell’ambito dell’attuale configurazione del mercato elettrico, caratterizzato dai seguenti principi di organizzazione e gestione:
operatori ammessi alle negoziazioni: potranno presentare offerte sulla PPA Platform i soggetti che abbiano acquisito la qualifica di operatore del mercato elettrico. In particolare, in linea con le previsioni stabilite nel Decreto, potranno accedere alla piattaforma, in qualità di venditori, gli operatori del mercato elettrico, che siano produttori di energia da impianti a fonti rinnovabili con determinate caratteristiche;
prodotti negoziabili: al fine di facilitare lo scambio dei prodotti sulla piattaforma, la proposta prevede la definizione di contratti “standard”;
modalità di negoziazione;
– il GME come controparte centrale degli scambi, tra venditore e acquirente per evitare i rischi di insolvenza;
sistema di garanzia, commisurata non sull’intera durata del contratto, bensì su frazioni di tale durata;
fatturazione e pagamenti delle transazioni avverrebbe in M+2 (mese solare), secondo le medesime modalità e tempistiche in vigore per il Mercato a termine (MTE);
OTC clearing: si propone di prevedere la registrazione nella PPA Platform anche di contratti PPA bilaterali, purché compatibili con il profilo di contratto standard negoziato sulla piattaforma del GME.

Le osservazioni della platea dei soggetti interessati dovranno pervenire a GME- Governance, entro e non oltre il 14 febbraio 2020, secondo una delle seguenti modalità:
– e-mail: info@mercatoelettrico.org;
– fax: 06.8012-4524;- posta: Gestore dei mercati energetici S.p.A. – Viale Maresciallo Pilsudski, 122 – 124 -00197 – Roma

I soggetti che intendono salvaguardare la riservatezza o la segretezza, in tutto o in parte, della documentazione inviata sono tenuti a indicare quali parti della propria documentazione sono da considerare riservate.

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.