Energia Fonti rinnovabili

Mercato del solare (2019-2023): 800 nuovi GW di cui 129 in Europa

L’Associazione SolarPower Europe ha rilasciato il suo Outlook con le previsioni su un quinquennio del mercato fotovoltaico a livello globale ed europeo. L’Italia si segnala per una crescita media dell’8%, fuori della traiettoria per l’obiettivo del PNIEC.

Durante Intersolar Europe (Monaco, 15-17 maggio 2019), il più importante evento dedicato alle tecnologie del solare, l’Associazione SolarPower Europe che riunisce i produttori europei del settore, ha rilasciato le sue previsioni del mercato fotovoltaico per il prossimo quinquennio (Solar Market Outlook 2019-2023), partendo dal presupposto che nel 2018 sono stati raggiunti dei risultati importanti, con un quadro evolutivo ancora più positivo nel prossimo quinquennio.

Il 2018 è stato un anno unico per l’intera industria solare globale, poiché abbiamo superato per la prima volta i 100 GW di nuove installazioni in un anno, che hanno portato il settore dell’energia solare a superare la soglia di 500 GW o 0,5 TW – ha commentato il Presidente di Solar Power Europe, Christian Westermeier  L’anno scorso abbiamo assistito a forti miglioramenti sul fronte dei prezzi, con il fotovoltaico che è diventato la fonte di generazione energetica a più basso costo nella maggior parte delle regioni del mondo. Al contempo, le nuove applicazioni sono progredite rapidamente, come il solare galleggiante, mentre gli Accordi di acquisto di energia rinnovabile (PPA) hanno raggiunto un livello di potenza a due cifre e in diversi Paesi è emerso un mercato commerciale per l’energia solare”.

L’anno scorso sono stati connessi a livello globale 102,4 GW di energia solare ovvero il 4% in più rispetto al 98,5 GW installati nel 2017 che era già risultato un anno molto positivo pur a confronto con il 2017 e il 2016, anni di crescita molto elevata, rispettivamente del 30% e del 50% rispetto all’anno precedente. Il motivo principale della crescita più lenta lo scorso anno del mercato solare è dovuta alla contrazione del mercato cinese, che con 44,4 GW installati ha ridotto del 16% il proprio impegno nel fotovoltaico, rispetto ai 52,8 GW del 2017. Anche in altri mercati leader del solare c’è stata una riduzione (India, Giappone) o una stagnazione (Stati Uniti) per vari motivi, ma molti mercati nuovi, emergenti e riemergenti hanno più che compensato questo periodo di crescita più lento del gruppo di Paesi leader.

Nel 2018, 11 Paesi hanno installato più di 1 GW di energia solare; 2 GW in più rispetto a quello conseguito dai 9 mercati solari alla scala GW nel 2017. Lo scenario medio di SolarPower Europe stima che tale numero aumenterà significativamente fino a 16 Paesi nel 2019.

L’Europa nel suo insieme ha aggiunto 11,3 GW nel 2018, un aumento del 21% rispetto ai 9,3 GW installati l’anno prima, per lo più per effetto degli obiettivi vincolanti per le energie rinnovabili dei Piani Nazionali al 2020 imposti dall’UE. Nel 2019, lo scenario medio di SolarPower Europe prevede che la domanda aumenterà di oltre l’80%(20,4 GW) nel 2019, per raggiungere i 20,4 GW e una crescita del 18% nel 2020, fissando un nuovo record dopo quello conseguito nel 2011 (22,5 GW).

A livello mondiale, tra il 2019 e il 2023 saranno realizzati 800 nuovi GW FV, di cui 129 GW in Europa.
La domanda mondiale di energia solare ha continuato a crescere lo scorso anno, poiché i nuovi mercati emergenti hanno abbracciato l’attraente business case del solare: una fonte di energia pulita, versatile ea basso costo – ha affermato Walburga Hemetsberger, Amministratrice delegata di SolarPower Europe  Questa diversificazione del mercato significa che l’interesse per il solare sta aumentando a un ritmo rapido. In Europa, siamo entrati in una nuova era di crescita per il solare e con il Pacchetto Clean Energy recentemente concluso, abbiamo una nuova struttura di riferimento che vedrà la tecnologia del solare prosperare ancora di più nei prossimi anni. Ora ci aspettiamo che gli Stati membri dell’UE mettano in atto ambiziosi obiettivi solari, garantendo solidi orientamenti per l’attuazione dei loro Piani nazionale per l’energia e il clima al 2030 (NECP)“.

Secondo l’Outlook di SolarPower, l’Italia nel prossimo quinquennio installerebbe da un minimo di 5,2 GW  ad un massimo di 15,9 GW, con la proiezione intermedia di 9.621 MW e una crescita annua media dell’8%, tra i più bassi in Europa. Ricordiamo che l’attuale bozza di Piano nazionale (PNIEC) quale sottoposto a recente consultazione ha fissato al 2030 una capacità fotovoltaica di circa 30 GW.


A livello globale, nel suo scenario medio, SolarPower Europe prevede che nel 2019 verranno installati circa 128 GW di nuova capacità fotovoltaica, che si tradurranno in una crescita del mercato del 25%. Ciò porterà a una capacità installata cumulativa di 645 GW, che è di circa il 4% più alta di quanto ipotizzato nel nel Global Market Outlook dello scorso anno. Il livello di TW solare verrà probabilmente superato nel 2022. Il Global Market Outlook prevede che a 5 anni saranno aggiunti circa 800 GW di capacità di generazione di energia solare globale e raggiungeranno una capacità totale di generazione pari a 1,3 TW nel 2023.

Il solare sta vivendo dei progressi importanti, e questa è un’ottima notizia per la transizione energetica ha commentato Michael Schmela, Consulente esecutivo di SolarPower Europe – Tuttavia dobbiamo accelerare velocemente lo spiegamento di energia solare così da raggiungere gli obiettivi fissati dall’Accordo di Parigi. Il fotovoltaico è pronto, sia in termini tecnologici che di costi, per una diffusione molto più intensa come fonte energetica pulita che ci permetta di mitigare la crisi climatica”.

Per poter mantenere l’aumento della temperatura sotto i 2 °C, secondo l’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (IRENA) è necessario installare una media di oltre 400 GW di energie rinnovabili all’anno fino al 205o, mentre nel 2018 sono stati installati circa 180 GW di nuova capacità di energia rinnovabile.

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.