6 Dicembre 2022
Energia Fonti rinnovabili

Energie rinnovabili: 700mila nuovi posti di lavoro nel 2021

L’ultimo Rapporto di riesame annuale di nuovi posti di lavoro nel settore delle energie rinnovabili di IRENA, con la collaborazione della ILO, rileva che lo scorso anno, nonostante il perdurare del Covid-19 e la crisi del settore energetico il numero di addetti è salito a 12,7 milioni, con la Cina che occupa il 42% del totale e il solare fotovoltaico che è stato il settore in più rapida crescita.

L’occupazione mondiale nel settore delle energie rinnovabili ha raggiunto 12,7 milioni l’anno scorso, un balzo di 700.000 nuovi posti di lavoro in un anno nonostante gli effetti persistenti del COVID-19 e la crescente crisi energetica.

È quanto rileva il nuovo RapportoRenewable Energy and Jobs. Annual Reviwe 2022”, pubblicato dall’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (IRENA), in collaborazione con l’Organizzazione internazionale del lavoro (ILO), e presentato il 22 settembre 2022 nel corso del Global Clean Energy Action Forum (Pittsburgh -USA, 21-23 settembre 2022).

Il rapporto, giunto alla nona edizione della serie, fornisce le ultime stime sull’occupazione delle energie rinnovabili a livello globale, identifica le dinamiche di mercato come i principali fattori che influenzano la generazione di occupazione nelle energie rinnovabili, insieme al lavoro e ad altri costi.

Con le crescenti preoccupazioni per i cambiamenti climatici, la ripresa post-COVID-19 e l’interruzione della catena di approvvigionamento, sta crescendo l’interesse nazionale per la localizzazione delle catene di approvvigionamento e nella creazione di posti di lavoro sul posto. Il rapporto descrive come i mercati nazionali forti siano la chiave per ancorare una spinta verso l’industrializzazione dell’energia pulita, da cui dipende anche lo sviluppo della capacità di esportazione di tecnologie rinnovabili.

L’energia solare è stato il settore in più rapida crescita. Nel 2021 ha fornito 4,3 milioni di posti di lavoro, più di un terzo dell’attuale forza lavoro rinnovabile globale.

Nonostante le numerose sfide, i posti di lavoro nelle energie rinnovabili rimangono resilienti e si sono rivelati un motore affidabile per la creazione di posti di lavoro – ha dichiarato Francesco La Camera, Direttore generale di IRENA nel corso della presentazione del rapporto – Il mio consiglio ai governi di tutto il mondo è di perseguire politiche industriali che incoraggino l’espansione di posti di lavoro dignitosi nelle energie rinnovabili sul posto. Stimolare una catena del valore nazionale non solo creerà opportunità commerciali e nuovi posti di lavoro per le persone e le comunità locali, ma rafforzerà l’affidabilità della catena di approvvigionamento, contribuendo in generale ad una maggiore sicurezza energetica“.

Il rapporto mostra che un numero crescente di Paesi sta creando posti di lavoro nelle energie rinnovabili. Secondo il nuovo rapporto, quasi due terzi di tutti questi posti di lavoro si trovano in Asia e la Cina da sola rappresenta il 42% del totale mondiale, seguita da UE e Brasile con il 10% ciascuno, e da USA e India con il 7% ciascuno.

I Paesi del sud-est asiatico stanno diventando importanti centri di produzione del solare fotovoltaico (FV) e produttori di biocarburanti, mentre la Cina è il principale produttore e installatore di pannelli solari fotovoltaici e sta creando un numero crescente di posti di lavoro nell’eolico offshore.

L’India ha aggiunto più di 10 Gigawatt di solare fotovoltaico, dando vita a molti lavori per la loro installazione, ma rimane fortemente dipendente dai pannelli importati

L’ Europa ora rappresenta circa il 40% della produzione mondiale di produzione eolica ed è il più importante esportatore di apparecchiature per l’energia eolica, e sta cercando di ricostituire la sua industria manifatturiera del solare fotovoltaico.

Il ruolo dell’Africa è ancora limitato, ma il rapporto sottolinea che ci sono crescenti opportunità di lavoro nelle energie rinnovabili decentralizzate, mentre nelle Americhe il Messico è il principale fornitore di pale eoliche.

Il Brasile rimane il principale datore di lavoro nei biocarburanti, ma sta anche aggiungendo molti posti di lavoro negli impianti eolici e solari fotovoltaici. Gli Stati Uniti stanno iniziando a costruire una base industriale interna per il nascente settore dell’eolico offshore.

Il rapporto sottolinea che la continua espansione del fabbisogno di energia rinnovabile può creare molti milioni di nuovi posti di lavoro se è supportata da pacchetti politici olistici, compresa la formazione per i lavoratori per garantire posti di lavoro dignitosi, di alta qualità, ben retribuiti e diversificati nel perseguimento di una transizione giusta.

Al di là dei numeri, c’è una crescente attenzione alla qualità dei posti di lavoro e alle condizioni di lavoro nelle energie rinnovabili, per garantire un’occupazione dignitosa e produttiva – ha aggiunto il Direttore generale dell’ILO, Guy Ryder – La quota crescente di occupazione femminile suggerisce che politiche e formazione dedicate possono aumentare in modo significativo la partecipazione delle donne alle occupazioni di energia rinnovabile, l’inclusione e, in definitiva, il raggiungimento di una transizione giusta per tutti. Incoraggio i governi, le organizzazioni dei lavoratori e dei datori di lavoro a rimanere fermamente impegnati in una transizione energetica sostenibile, indispensabile per il futuro del lavoro”.

Nel suo primo Rapporto sui posti di lavoro nell’intero settore energetico per tecnologia e segmento della catena del valore, pubblicato l’8 settembre 2022, l’Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA) ha rilevato che a livello globale l’occupazione si è ripresa dalle interruzioni dovute al Covid-19, superando il livello pre-pandemia e che la crescita è stata trainata dalle assunzioni nei settori dell’energia pulita, mentre al contempo in quelli del petrolio e del gas si sono registrati alcuni dei maggiori cali dell’occupazione dall’inizio della pandemia e deve ancora riprendersi completamente.

.

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.