16 Agosto 2022
Acqua Circular economy Infrastrutture e mobilità Risorse e consumi Scienze e ricerca Sostenibilità

Istituito anche per il 2017 il Premio Sviluppo Sostenibile

premio sviluppo sostenibile 2017

Anche per l’anno 2017, Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile (FoSS) e Italian Exibition Group (IEG, nato dalla fusione di Rimini Fiera e Fiera di Vicenza) hanno istituito il Premio per lo sviluppo sostenibile, destinato alle imprese che si siano particolarmente distinte per impegno innovativo ed efficacia dei risultati per uno sviluppo sostenibile, che quest’anno riguarderà 3 settori (Economia CircolareTutela e gestione delle acqueMobilità sostenibile).

Al Premio, giunto alla XI edizione, potranno concorrere nel settore Economia Circolare le imprese che hanno realizzato attività innovative in materia di:
– ecodesign di prodotti ad elevate prestazioni ecologiche, facilmente riciclabili, di lunga durata, riparabili ecc;
– tecniche di riciclo di rifiuti;
– simbiosi industriale con produzioni a cascata che utilizzano sottoprodotti o rifiuti di altre attività;
– realizzazione di prodotti con l’impiego di materie prime seconde ricavate dai rifiuti;
– vendita di servizi e di assistenza anziché di prodotti.

Le imprese che parteciperanno nel settore Tutela e gestione delle acque dovranno avere realizzato attività innovative in materia di:
– tutela e valorizzazione degli ambienti acquatici, di superficie e sotterranei, gestione sostenibile dei territori fluviali e lacuali, degli invasi e dei canali irrigui;
– risparmio e uso sostenibile della risorsa idrica, fitodepurazione delle acque, riutilizzo delle acque reflue, riparazione e gestione efficiente delle reti idriche, risparmio idrico in agricoltura negli usi industriali e in quelli domestici;
– produzione di energia idroelettrica con tecniche a basso impatto ambientale.

Infine, per la Mobilità sostenibile le imprese avranno realizzato attività innovative in materia di:
– veicoli ecologici, a basse o nulle emissioni, elettrici, ibridi o a gas;
– sharing mobility (car-sharing, bike sharing, car-pooling, park sharing, scooter sharing, ecc.);
– produzione, diffusione ed utilizzo di biocarburanti sostenibili;
– mezzi e sistemi innovativi per il trasporto pubblico e ferroviario;
-mobility management;
– soluzioni eco-efficienti per la logistica delle merci ed il “door to door”;
– sistemi di telelavoro/smart working;
– soluzioni IT e app per la smart mobility ;
– mobilità ciclopedonale.

Le tre imprese vincitrici del “Premio Sviluppo sostenibile 2017“, una per ciascuno dei 3 settori indicati, riceveranno una targa di riconoscimento e un attestato con la motivazione. Altre 27 imprese saranno segnalate, 9 per ciascuno dei 3 settori, con apposito attestato.
La cerimonia di premiazione avverrà durante un evento pubblico, con la partecipazione della stampa, durante ECOMONDO, la Fiera internazionale del recupero di materia e di energia e dello sviluppo sostenibile (Rimini, 7-10 novembre 2017). Tutte le imprese premiate e segnalate, con le rispettive motivazioni, saranno inserite in una apposita pubblicazione.

Le imprese premiate e segnalate potranno avvalersi sui propri siti e le proprie pubblicazioni del logo “Premio per lo sviluppo sostenibile 2015“, con la scritta o “1° premio” per ciascuna delle 3 vincitrici, o “Impresa segnalata” per le altre 27.

I premi e gli attestati vengono assegnati solo ed esclusivamente a realizzazioni, attività e gestioni in corso, (non sono ammessi brevetti o progetti ancora in fase di ideazione) valutate sulla base:
– a) dell’efficacia dei risultati ambientali, con particolare riferimento alla mitigazione della crisi climatica;
– b) del contenuto innovativo: o l’impiego di una nuova tecnica e/o una nuova pratica, o il miglioramento significativo di una tecnica e/o di una pratica già utilizzate o dei loro impieghi;
– c) dei risultati economici prodotti, con particolare riferimento alla remunerazione dell’investimento e all’occupazione prodotta;
– d) delle possibilità di diffusione, in particolare in Italia.

Per ciascuno dei requisiti di cui alle precedenti lettere a),b),c),d), la Commissione attribuisce un punteggio che va da uno a dieci punti. La graduatoria dei partecipanti è formata dalla somma dei punti ottenuti.
Ciascun partecipante può concorrere in una sola graduatoria. Nel caso di parità del punteggio fra due o più partecipanti della medesima graduatoria, prevale quello col punteggio più alto nel requisito di cui alla lettera a), nel caso di ulteriore parità anche nella lettera a), si procede con le altre lettere fino ad un eventuale sorteggio finale.

La partecipazione al Premio è libera e gratuita. Possono partecipare alla selezione per l’attribuzione del Premio per lo sviluppo sostenibile 2017 tutte le imprese di uno dei tre settori citati, che ritengano di avere i requisiti e che inviino entro il 30 giugno 2017 alla Commissione per il Premio c/o la Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, in via dei Laghi 12 – 00198 Roma, via e-mail a info@premiosvilupposostenibile.org o parasacchi@susdef.it, la scheda di partecipazione che comprendila descrizioned ella realizzazione, attività o gestione, specificando i requisiti di cui alle lettere a), b), c), d). (max 5000 battute spazi esclusi per ciascuna sezione).
Se strettamente necessario, è consentito allegare immagini selezionate, approfondimenti tecnici, presentazioni in PP, articoli stampa.

La Commissione concluderà l’iter di esame delle proposte pervenute, entro il 30 settembre 2017, con l’espressione di una valutazione definitiva, del relativo punteggio e, quindi, con l’assegnazione dei tre premi.

Anche per il 2017 è stata richiesta l’adesione del Presidente della Repubblica, che, nei precedenti nove anni ha assegnato al Premio una Targa di riconoscimento.

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.