2 Dicembre 2021
Agenda Manifestazioni e celebrazioni Sostenibilità

Comunità circolari: al via le 4.752 azioni della SERR 2021

A conferma del successo della Settimana Europea di Riduzione dei Rifiuti (SERR) che quest’anno ha per focus tematico le “Comunità circolari”, sono 4.752 azioni validate (l’anno scorso erano state 3.469) confermando l’Italia il Paese europeo con il maggior numero di azioni validate (sono previste in Europa 12.489 azioni).

Inizia oggi (20 novembre) la Settimana Europea di Riduzione dei Rifiuti (SERR) che si concluderà il 28 novembre 2021, la elaborata Campagna di comunicazione ambientale, giunta alla XIII edizione e promossa dall’Unione Europea con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza tra i cittadini sulle eccessive quantità di rifiuti prodotti e sulla necessità di ridurli, di cui anche quest’anno Regioni&Ambiente è media sponsor.

Il crescente successo dell’iniziativa, riconosciuta a livello istituzionale dal Ministero della Transizione Ecologica (MiTE), ha fatto sì che anche quest’anno l’Italia con 4.752 azioni validate (l’anno scorso erano state 3.469) si conferma il Paese europeo con il maggior numero di azioni validate (sono 12.489 le azioni per l’edizione 2021).

Tradizionalmente, il numero delle adesioni ricevute veniva comunicato nella Giornata conclusiva di Ecomondo (Fiera di Rimini, 26-29 ottobre 2021), presso il Padiglione di Utilitalia nel corso della Conferenza stampa di presentazione della Campagna, andata in onda sul canale youtube di Utilitalia. Ma quest’anno la Manifestazione targata IEG è stata anticipata di una settimana rispetto al consueto periodo, svolgendosi così all’interno della scadenza prevista per la presentazione delle azioni. Inoltre, il Comitato promotore nazionale, composto da  CNI Unesco, come invitato permanente, MiTE, UtilitaliaANCICittà Metropolitana di TorinoRegione Siciliana, Legambiente, A.I.C.A. ed E.R.I.C.A. Soc. Coop. come partner tecnico, decideva di posticipare la scadenza per le iscrizioni al 15 novembre 2021, per cui solo questa settimana è stato possibile conoscere il numero delle azioni in svolgimento in Italia.

Ricordiamo che il tema specifico dell’edizione 2021 è “Comunità circolari”. Il focus tematico si riferisce alla necessità che i singoli cittadini e la comunità più ampia siano coinvolti, partecipino e vedano valore e beneficio locale nel perseguire zero rifiuti e attività circolari. La promozione dell’economia circolare e di una società a emissioni zero richiederà un cambiamento dei modelli di consumo e produzione che vada ben oltre la sola azione per il clima. C’è una transizione ecologica completa che deve essere guidata e posseduta dalle comunità se vogliamo che abbia successo. 

La Commissione UE ha adottato l’anno scorso un nuovo Piano d’azione per l’economia circolare  che prevede, tra l’altro, l’introduzione di misure normative per evitare la formazione dei rifiuti, attraverso la progettazione di prodotti che durino di più, che siano più facili da riutilizzare, riparare e riciclare, e che contengano il più possibile materiali riciclati anziché materie prime

I tempi difficili che stiamo vivendo hanno evidenziato il ruolo che le piccole comunità possono svolgere nella transizione verso modelli di consumo e produzione sostenibili. Tutte le organizzazioni (ong, movimenti di base, imprese, istituti scolastici, autorità pubbliche), nonché i singoli cittadini che forniscono servizi di prevenzione, ritiro, riutilizzo, riciclaggio e compostaggio dei rifiuti, dovrebbero essere coinvolti al fine di raggiungere gli obiettivi di rifiuti zero.

È necessario un senso di solidarietà e collaborazione tra individui che credono in una società che smetta di produrre rifiuti e che agisca collettivamente per promuovere un’economia circolare e raggiungere uno sviluppo sostenibile, mantenendo un buon equilibrio tra i pilastri ambientali, sociali ed economici sottostanti. Le comunità piccole, locali, eque, inclusive e circolari possono svolgere un ruolo importante nello spingere l’Europa verso un futuro sostenibile.

Per ognuna delle categorie partecipanti alla SERR 2021 (Pubbliche Amministrazioni ed Enti locali; Associazioni e ONG; Industria e mondo delle impreseIstituzioni scolastiche; Cittadini)è previsto un Premio che verrà assegnato a Bruxelles nel corso dell’annuale cerimonia degli EWWR Awards, evento creato per premiare le azioni ritenute più importanti realizzate in ogni edizione. Una giuria di professionisti europei che lavorano nel settore ambientale selezionerà i finalisti e i vincitori.

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.