9 Febbraio 2023
Energia Fonti rinnovabili

Alleanza europea dell’industria del solare fotovoltaico

La Commissione UE ha formalizzato la costituzione di un’Alleanza industriale del solare fotovoltaico (ESIA) per aumentare la capacità produttiva dell’UE di tecnologie solari fotovoltaiche a 30 Gigawatt all’anno entro il 2025 lungo l’intera catena del valore, che dovrebbe produrre 60 miliardi di euro di nuovo PIL all’anno e la creazione di oltre 400.000 nuovi posti di lavoro tra diretti e indiretti.

Nel corso della Conferenza di alto livello “European Solar PV Industry Alliance” (Bruxelles, 9 dicembre 2022) la Commissione UE, insieme ad attori industriali, istituti di ricerca, associazioni e altre parti interessate, ha varato formalmente l’Alleanza dell’UE per l’industria solare fotovoltaica (ESIA), aprendo alle adesioni, con l’obiettivo di contribuire a mitigare i rischi per la sicurezza dell’approvvigionamento, garantendo la diversificazione delle importazioni e il potenziamento della fabbricazione di prodotti innovativi e sostenibili per il solare fotovoltaico nell’UE.

L’aumento della capacità produttiva interna sarà fondamentale affinché l’UE possa raggiungere gli obiettivi del REPowerEU, ovvero l’installazione di oltre 320 GW di nuova capacità fotovoltaica entro il 2025 e di quasi 600 GW entro il 2030.

I Paesi terzi stanno fornendo un sostegno massiccio per sviluppare le proprie industrie di tecnologia pulita e attrarre le nostre – ha affermato nell’occasione il Commissario UE al Mercato interno Thierry Breton – L’UE deve migliorare il proprio ruolo in termini di investimenti e ambiente normativo affinché la nostra produzione di tecnologia pulita possa prosperare, creare posti di lavoro in Europa e competere a livello globale. La nuova European Solar PV Industrial Alliance è un’iniziativa chiave per ridurre le dipendenze e aumentare la capacità produttiva dell’UE di tecnologie solari fotovoltaiche a 30 Gigawatt all’anno entro il 2025 lungo l’intera catena del valore“.

In una Dichiarazione congiunta, la Commissione UE e i firmatari dell’Alleanza, tra cui Enel Green Power e FuturaSun, definito obiettivi e principi:
– raggiungere i 30 GW di capacità produttiva europea entro il 2025, in tutti i segmenti della catena del valore (Polisilicio, Lingotti, Wafer, Celle, Moduli, Riciclaggio);
– il conseguimento di questo obiettivo produrrebbe 60 miliardi di euro di nuovo PIL all’anno in Europa e la creazione di oltre 400.000 nuovi posti di lavoro (diretti e indiretti);
– la catena del valore del fotovoltaico si è già impegnata in investimenti che aumenteranno le capacità europee, a conferma degli interessi degli investitori per l’energia fotovoltaica.
– i progetti esistenti, così come l’incremento di nuove o di nuove società richiedono condizioni di supporto che garantiscano l’attrattività dell’Europa come destinazione di investimenti;
– i membri dell’Alleanza lavoreranno unitariamente per sviluppare e attuare gli obiettivi del Piano strategico dell’Alleanza, al fine di accelerare le decisioni di investimento e di ridurre i rischi nella catena del valore industriale del solare fotovoltaico europeo.

Per il 2023 , l’Alleanza prevede di:
- Mobilitare finanziamenti pubblici e privati ​​per progetti europei di produzione di energia solare fotovoltaica per aumentare la capacità, utilizzando al meglio tutti gli strumenti di finanziamento europei esistenti e nuovi, in particolare: la finestra di produzione di tecnologia pulita del Fondo per l'innovazione nell'attuale invito su larga scala, il capitolo REPowerEU nei piani nazionali per la ripresa e la resilienza, il contributo della BEI all'espansione della capacità di produzione di tecnologie per l'energia pulita dell'UE nel contesto di REPowerEU.
- Garantire condizioni di parità sostenibili e stimolare la domanda di prodotti e sistemi fotovoltaici competitivi, efficienti e sostenibili.
- Lavorare sulla rapida attuazione dei requisiti di progettazione ecocompatibile per sistemi e prodotti fotovoltaici e sulle azioni relative agli appalti pubblici.
- Anticipare i requisiti di competenze di questo nuovo settore con l'avvio della European Solar PV Industry Alliance Academy.
- Identificare il gap di ricerca e innovazione per la creazione di un percorso europeo di soluzioni e sistemi di prodotti solari fotovoltaici innovativi e competitivi.
- Mantenere le partnership internazionali e le catene di rifornimento resilienti.

Le funzioni di Segretariato dell’Alleanza saranno svolte da EIT InnoEnergy, una delle tre Comunità della Conoscenza e dell’Innovazione, creata dall’Istituto Europeo di Tecnologia, con focus specifico sull’Energia sostenibile, al fine di creare un ambiente sostenibile e a basso impatto energetico in Europa, e assicurare all’Europa competitività globale

Siamo onorati di essere stati nominati alla guida del lavoro dell’Unione europea per l’industria del solare fotovoltaico – ha dichiarato Diego Pavia, CEO di EIT InnoEnergy – Come abbiamo fatto per le batterie attraverso il nostro lavoro sulla European Battery Alliance, ora faremo per il solare fotovoltaico, sfruttando il nostro solido progetto di catena del valore industriale e la rete di parti interessate per ottenere un rapido sviluppo di progetti di produzione lungo tutta la catena del valore del solare fotovoltaico a vantaggio dei cittadini dell’UE“.

SolarPower Europe e l’European Solar Manufacturing Council si uniranno a EIT InnoEnergy nel Comitato direttivo dell’Alleanza, come riconoscimento del loro ruolo di attori chiave del settore, che supervisionerà la realizzazione del lavoro dell’Alleanza e del Forum europeo sul solare fotovoltaico, un grande evento pubblico annuale che faciliterà discussioni politiche e politiche di alto livello.

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.