21 Settembre 2021
Edilizia e urbanistica Friuli Venezia Giulia Manifestazioni e celebrazioni Sostenibilità

MICHELANGELO PISTOLETTO PRESENTE A VILLA BORGHESE ALLA CONCLUSIONE DEL PROGETTO 100 PANCHINE PER ROMA.

Dal prossimo 18 luglio le 100 panchine in plastica riciclata e riciclabile realizzate dalla Preco System Srl torneranno all’Area Archeologica di Gabii in attesa della collocazione definitiva per le strade e le piazze di Roma

Conclusa martedì 14 luglio, alla presenza del Maestro Michelangelo Pistoletto, l’installazione del simbolo del Terzo Paradiso “tracciato” con le 100 panchine in plastica riciclata realizzate dalla Preco System Srl.

L’opera, ospitata temporaneamente nella splendida cornice verde di Piazza di Siena a Villa Borghese nell’ambito della Mostra Back to Nature curata da Costantino d’Orazio, a partire da domenica prossima (18 luglio), tornerà presso l’Area Archeologica di Gabii nell’ambito della manifestazione Gabiinsieme promossa dal VI Municipio di Roma Capitale, dalla Soprintendenza Speciale e dalla Città di Roma in attesa della collocazione definitiva delle 100 panchine (a partire dal prossimo autunno) che saranno donate alla Città Eterna per una fruizione pubblica e strategica nei luoghi di socialità.

Si è concluso così l’ennesimo step pubblico di un percorso nato nel 2019 nell’ambito del Rebirth Forum Roma allorquando si è inteso dare vita ad un progetto complesso in grado di articolare insieme: formazione, comunicazione, cittadinanza attiva ed educazione civica in un messaggio in grado di trasmettere anche i temi della sostenibilità e dell’ecologia a partire da un utilizzo consapevole dei materiali di scarto, dei rifiuti, e del loro riciclo.

Per questo la scelta è caduta sulle panchine della Preco System Srl, società friulana (Gemona del Friuli, UD), leader nazionale nella realizzazione di oggetti per l’arredo urbano, tutti caratterizzati dall’essere prodotti a partire da un mix di polietilene e polipropilene riciclati al 100% e recuperati attraverso la raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani.

Non solo, tutti i prodotti Preco System Srl vantano la certificazione ambientale e di prodotto: “PSV – plastica seconda vita da raccolta differenziata”; nonché la certificazione ambientale europea promossa dal Governo tedesco, Blue Angel per la protezione delle persone e dell’ambiente che valuta standard elevati ed indipendenti e garantisce prodotti e servizi che rispettano i requisiti ambientali finali e l’intero ciclo di vita (consumo/risparmio idrico, consumo energetico).

In Preco System siamo tutti orgogliosi di aver contribuito con i nostri prodotti alla realizzazione di questo progetto nel suo complesso e di quest’opera affascinante, in particolare”, ha dichiarato Raul Venier, Amministratore unico di Preco System Srl.
La panchina è l’oggetto di arredo urbano che più veicola i concetti di resilienza, di socialità; è allo stesso tempo democratica e partecipativa… più persone possono condividerla anche allo stesso tempo e nella condivisione c’è il seme del vivere civile e del progresso sociale”.

Ma non solo, le nostre panchine sono realizzate in plastica 100% riciclata e riciclabile a partire dai polimeri ottenuti dal trattamento e riciclo dei rifiuti urbani, quindi veicolano anche un messaggio importante: la corretta gestione dei rifiuti e della plastica in particolare consente un risparmio di materia prima vergine, contribuisce alla riduzione degli sprechi energetici e alla riduzione delle emissioni e dei rifiuti dispersi nell’ambiente”.

Per questo, la scelta del Maestro Pistoletto di utilizzare delle panchine per tracciare il simbolo del Terzo Paradiso che rappresenta l’ideale punto di connessione fra la condizione naturale e l’ideale umanistico sviluppato dall’intelligenza e dalla scienza umane in una sintesi perfetta tra artificio e natura, ci è sembrata una scelta molto azzeccata e potente dal punto di vista simbolico”.

A far gli onori di casa e a salutare il Maestro Pistoletto che mancava da Roma dal 2019, insieme a Raul Venier, Amministratore Unico di Preco System Srl, tra gli altri: Saverio Teruzzi, referente di 100 panchine per Roma, l’Assessora alla Cultura Lorenza Fruci, Adele Mazzotta Lax per il Civitan, Flaminia Barachini GSE, Fiamma Zagara con il marito Ugo Zottin, Giorgio de Finis con lo staff del Museo delle Periferie, Mario Pieroni e Dora Stiefelmeier per RAM radioartemobile, Fabio MucciacciaGalleria Mucciaccia, Cecilia Pecorelli per Galleria Continua, Giovanna Caruso Fendi con la figlia Veronica, la rappresentanza dell’Enel sponsor dell’iniziativa; Marco Maesti e signora della Prévira, Velia Littera, Martina De Luca della Fondazione Scuola del Patrimonio, Lorenza Lorenzon, Carlotta Predosin per il MUSAC, Roberto Bilotti e compagna, Roberto Montani e il regista Andrea Rusich.

A questo punto, le 100 panchine trasleranno di nuovo presso l’Area Archeologica di Gabii mentre con l’amministrazione capitolina inizia il percorso per la definitiva collocazione autunnale nel tessuto urbano ove proseguiranno la loro “silenziosa” opera di messaggere dell’ambiente e del riciclo.

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.