1 Dicembre 2022
Infrastrutture e mobilità Inquinamenti e bonifiche

Emissioni auto nuove: nel 2020 sono crollate

L’Agenzia Europea dell’Ambiente ha fornito i dati di monitoraggio delle emissioni di CO2 delle auto di nuova immatricolazione nel 2020 in UE-Islanda, Norvegia e UK, grazie all’entrata in vigore del nuovo Regolamento che impone un limite alle emissioni più rigoroso per il parco veicoli dell’UE e all’aumento delle vendite di auto a zero emissioni.

Le emissioni medie di CO2 delle auto nuove immatricolate in UE, Islanda, Norvegia e Regno Unito nel 2020 sono diminuite del 12% rispetto ai livelli del 2019.

Lo certifica l’Agenzia Europea dell’Ambiente (AEA) che ha pubblicato il 26 settembre 2022 i dati finali del monitoraggio, e che evidenzia come il calo sia dovuto in gran parte al forte aumento del numero di veicoli a zero e basse emissioni immatricolati, in aumento dal 3,5% nel 2019 all’11,6% nel 2020, quando sono entrati in vigore i nuovi obiettivi di CO2 più rigorosi per il parco veicoli dell’UE, previsti dal Regolamento (UE) 2019/631 che fissa a 95gr/CO2/km il limite delle emissioni per le autovetture e a 147g CO2/km per i furgoni di nuova immatricolazione.

Sebbene la maggior parte dei produttori abbia rispettato i propri obiettivi di emissione, tuttavia 6 singoli produttori di autovetture, 2 pool di produttori di autovetture e un produttore di veicoli commerciali leggeri hanno superato l’obiettivo di emissioni, e di conseguenza dovranno pagare multe di 95 euro per ogni grammo di CO2 che supera il limite di 95 gr/Km, da moltiplicare per il numero di veicoli immatricolati durante il 2020, per un totale complessivo di quasi 510 milioni di euro, entrate che saranno aggiunte al bilancio generale dell’UE.

I dati finali dei test di laboratorio mostrano che le emissioni medie di anidride carbonica (CO2) degli 11,7 milioni di autovetture nuove immatricolate nel 2020 in UE, Islanda, Norvegia e Regno Unito sono scese a 107,5 gr/km, ovvero 14,5 gr./km (-12%) al di sotto delle emissioni medie dell’anno precedente. Questa è di gran lunga la più grande diminuzione annuale delle emissioni da quando gli standard di CO2 hanno iniziato ad essere applicati nel 2010.

La ragione principale di questo forte calo è stata l’impennata della quota di immatricolazioni di veicoli elettrici, che è triplicata, dal 3,5% nel 2019 all’11,6% nel 2020 (compresi il 6,2% di veicoli completamente elettrici e il 5,4% di veicoli elettrici ibridi plug-in). Nonostante la contrazione complessiva del mercato delle auto nuove a causa della pandemia di COVID-19, il numero totale di auto elettriche nuove immatricolate nel 2020 è aumentato, fino a oltre 1 milione.

Anche le emissioni di CO2 dei nuovi furgoni sono diminuite rispetto al 2019, anche se in modo meno spettacolare (-2%). Le emissioni medie di CO2 dei 1,4 milioni di nuovi furgoni venduti in UE, Islanda, Norvegia e Regno Unito nel 2020 sono state di 155 gr/km, un leggero miglioramento (di 3 gr/km). Sono stati compiuti progressi limitati nell’elettrificazione dei furgoni, con la loro quota di mercato in aumento dall’1,4% nel 2019 a circa il 2,3% nel 2020, la maggior parte dei quali erano veicoli completamente elettrici.

Complessivamente, le emissioni di gas serra del settore dei trasporti sono aumentate negli ultimi tre decenni e nel 2019 sono aumentate del 27,8% rispetto al 1990. Le emissioni sono diminuite nel 2020 a causa della crisi del COVID-19. Tra le modalità di trasporto su strada, le auto hanno un ruolo dominante, rappresentando il 60,6% delle emissioni.

Il Pacchetto Fit for 55 della Commissione UE presentato nel luglio 2021 comprende diverse proposte, tra cui una revisione delle prestazioni in materia di emissioni di CO2 dei nuovi servizi di assistenza ai passeggeri e dei nuovi veicoli commerciali leggeri, che mirano a ridurre ulteriormente queste emissioni in vista dell’obiettivo di neutralità climatica dell’UE per il 2050.

In copertina: Foto di Jacek Dylag su Unsplash

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.