21 Settembre 2021
Salute Società

Didattica in presenza per evitare una “catastrofe generazionale”

La didattica in presenza non è più differibile e il CTS sottolinea l’importanza della vaccinazione nella scuola, per il personale e per gli studenti a partire dai 12 anni, anche al fine di scongiurare quella catastrofe generazionale evocata da UNICEF e UNESCO.

Con l’aumento dell’indice di Rt nelle ultime settimane e l’incidenza elevata della variante Delta nella fascia di età tra 10-19 anni, il tema della riapertura in sicurezza dell’anno scolastico è tornato ad accendere il dibattito estivo per il rischio che le lezioni in presenza debbano essere sostituite ben presto con la didattica a distanza (DAD) la cui efficacia è stata messa in forte discussione, specie dopo la pubblicazione del Rapporto INVALSI.

Le preoccupazioni, peraltro, sono legittimate dal fatto che il contesto scolastico è poco mutato rispetto a quello in cui l’anno scolastico si è concluso: inadeguata organizzazione dei trasporti, limitata capienza delle aule, scarsa copertura vaccinale degli alunni/studenti e ancora una fascia consistente di personale scolastico non vaccinato (Fonte: ISTAT, Covid-19 Opendata Vaccini).

Il green pass varato con il D.L. 23 luglio 2021Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche”, anche se attualmente non è obbligatorio per andare a scuola o salire sui mezzi di trasporto pubblici, può incentivare alla vaccinazione nei contesti diffusi, in particolare per la copertura degli studenti non vaccinati e della residua percentuale di personale scolastico. 

Il Ministero dell’Istruzione con Circolare del 22 luglio 2021 ha diramato una nota di accompagnamento alle indicazioni del Comitato Tecnico Scientifico (CTS) del 12 luglio 2021 che ha risposto ai quesiti rivoltigli al fine di programmare e organizzare le attività connesse all’avvio dell’anno scolastico2021/2022.

Il CTS ritiene “necessario” dare priorità alla didattica in presenza; sostiene l’importanza della vaccinazione nella scuola, per il personale e per gli studenti a partire dai 12 annianche in considerazione della recente approvazione del vaccino Pfizer/BioNTech, e mantiene la raccomandazione del distanziamento e delle altre ormai consolidate misure di prevenzione, a partire dall’uso delle mascherine di tipo chirurgico.

Si consiglia anche la promozione di campagne informative per garantire la più elevata soglia di persone vaccinate nelle Regioni nelle quali ci siano livelli inferiori di dosi somministrate rispetto alla media nazionale.

Per la distribuzione dei pasti si raccomanda l’utilizzo delle mascherine da parte del personale addetto alla distribuzione, che nel prossimo anno scolastico potrà essere effettuata con il servizio mensa tradizionale, senza ricorrere al monouso.

Infine, il CTS ritiene che non sia necessaria la predisposizione di test diagnostici preliminari o screening in ambito scolastico, mentre si ipotizza l’introduzione del green pass per il personale se la soluzione fosse giuridicamente percorribile. Permangono le indicazioni per l’igienizzazione degli ambienti, la pulizia quotidiana, accurata e ripetuta, di tutti i locali e l’attivazione della procedura di segnalazione e contact tracing da parte della ASL competente, nel caso di sintomi di infezione acuta delle vie respiratorie del personale scolastico o degli studenti.

Par di capire che per evitare che fin dai primi giorni di scuola non si verifichino focolai infettivi, con conseguente chiusura della scuola e correlata DAD, incentivare il più possibile la campagna vaccinale tra gli adolescenti e il personale scolastico sia la misura più semplice ed efficace se si vuole evitare quella che le Direttrici di UNICEF e UNESCO nella loro Dichiarazione congiunta hanno definito una “catastrofe generazionale“: “Chiudere le scuole ipoteca il nostro futuro in cambio di benefici poco chiari al nostro presente. Dobbiamo stabilire meglio le priorità. Possiamo riaprire le scuole in sicurezza, e dobbiamo farlo”.

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.