26 Ottobre 2021
Scienze e ricerca Società

Cristanini Spa: innovazione, ricerca e sviluppo per la sicurezza degli ambienti di lavoro: dall’antincendio alla sanificazione e decontaminazione

Dall’esperienza ultraquarantennale nelle tecnologie ad alta pressione la società di Rivoli Veronese presenta alcune soluzioni innovative per l’attacco al fuoco con un minor consumo d’acqua.

Spesso, purtroppo, la bella stagione è associata tristemente ad un aumento considerevole degli eventi incendiari, non solo nei boschi e nei luoghi all’aperto, ma anche in luoghi confinati e ambienti di lavoro.

Un tipo di incidente, quello determinato dal fuoco, la cui risposta abbisogna spesso di grandi quantità d’acqua, problema di non poco conto in un Paese ove mediamente le precipitazioni atmosferiche si riducono fortemente nel periodo estivo ed, anzi, complice i mutamenti climatici, spesso anche nel periodo invernale soffre di una crescente carenza d’acqua.

Il problema del consumo idrico, non solo di acqua potabile, diventa quindi di estrema importanza qual ora si attinge al patrimonio dei bacini per rispondere ad eventi distruttivi.

Sappiamo, da recenti statistiche che l’80 % degli interventi dei Vigili del Fuoco avviene per incendi di dimensioni modeste quindi adatti ad un tipo di risposta rapida, efficace e sicura che, tra l’altro, abbisogna di modeste quantità d’acqua spegnere il fuoco prima che questo diventi incontrollabile e degeneri in incidenti di più grande rilevanza.

Cristanini SpA, che vanta un pedigree ultraquarantennale a valenza internazionale nelle aree della difesa e della protezione civile; nel settore delle tecnologie antincendio, così come nella decontaminazione e detossificazione da agenti CBRN (Chimici, Biologici, Radiologici e Nucleari causati da calamità naturali, disastri industriali, incidenti stradali, eventi bellici o atti terroristici), della sanificazione, delle applicazioni industriali speciali, nell’ambiente urbano e nel recupero di opere di interesse storico-artistico-monumentale ha messo a punto da tempo sistemi e tecnologie di primo attacco al fuoco in grado di rispondere, non solo all’esigenza principale di estinzione dell’evento, ma anche all’aspetto secondario – di non poco conto – rappresentato dal consumo idrico.

Grazie alla tecnica Water Mist che trasforma un getto d’acqua in una nebbia finissima (1 Litro d’acqua a 350bar produce oltre 2 bilioni di gocce con diametro-goccia 9 ÷ 30 µ e una superficie di scambio termico pari a oltre 50m2 ) in grado di diluire l’O2 dell’aria raffreddando e soffocando l’incendio, nonché creando una barriera termica sui punti caldi, i sistemi progettati e realizzati dalla Società di Rivoli veronese (nella piena aderenza e conformità alla Direttiva Macchine), riescono a coniugare la rapidità e l’efficacia dell’intervento con il risparmio rappresentato dal minor consumo d’acqua.
Risparmio ambientale garantito, dunque, ma anche minori danni provocati ad ambienti e manufatti che, spesso, sono superiori a quelli dell’incendio stesso.
Nello specifico, FIRE STOP 200 offre un efficace primo attacco di incendi in zone aperte quali: campeggi, impianti sportivi, veicoli, ecc. o aree confinate accessibili ad esempio Musei, teatri, cinema, centri commerciali, silos o navi Roll On-Off etc.

Questa attrezzatura è caratterizzata da ridotte misure di ingombro per installazione su piccoli mezzi e presenta particolari doti di versatilità grazie all’utilizzo di un sistema lancia-ugelli con 4-funzioni: Alta Pressione, Bassa Pressione, Water Mist, Acqua + Schiuma.

Il MINI FIRE STOP è un sistema di ridotte dimensioni spallabile, portatile e installabile su diversi mezzi con funzione antincendio per attacco immediato al fuoco in fase iniziale, anche in luoghi difficilmente accessibili o isolati oppure residenze private o installazioni industriali.

Il sistema WJFE-300 (Water Jet Fire Estinguisher) invece è un Cutting Extinguisher di nuova generazione di impiego semplice ed intuitivo, che risponde completamente alla Direttiva Macchine, per il primo attacco di incendi in ambienti confinati nei quali occorra accedere per domare l’incendio senza creare pericolosi ritorni di fiamma (Back Draft).

Infatti, l’impiego di una speciale lancia, dotata di un serbatoio di abrasivo, crea in pochi secondi su qualsiasi parete un foro attraverso il quale viene iniettato, mediante uno speciale ugello con inserto in rubino, un getto di Water Mist sotto forma di finissima nebbia che soffoca l’incendio, raffredda l’ambiente e non crea danni a persone e cose.

Ma la risposta alle esigenze di sicurezza di Cristanini SpA non si ferma al solo settore dell’antincendio.
Quest’anno, in particolare, la parola d’ordine è soprattutto: sicurezza nei luoghi di lavoro che si traduce nella garanzia della salubrità di ambienti e mezzi che dovrebbero essere sanificati e decontaminati da agenti patogeni.

La risposta di Cristanini Spa (dal 1972 è il punto di riferimento in Italia e nel mondo per soluzioni a problemi relativi alla sicurezza ed all’ambiente con 45 anni di esperienza a livello mondiale nel campo delle tecnologie ad alta pressione; ben 25 brevetti internazionali depositati e un mercato che copre più di 73 Paesi) è una tecnologia estremamente versatile che combina l’efficienza biologica del vapore ad alta temperatura (160° C), con la capacità disinfettante e decontaminante dell’agente BX65 particolarmente valida per per un ampio spettro di ambienti di lavoro, nonché mezzi di trasporto e veicoli.

Cristanini SpA è il partner ideale per la sicurezza grazie al continuo sviluppo di tecnologie frutto di un intenso lavoro di ricerca e sviluppo nell’ingegneria applicata, che si avvale, tra l’altro, della collaborazione con i più famosi Istituti universitari, tra cui, per l’Italia, il Dipartimento di Ingegneria Chimica della Università degli Studi di Padova e dei laboratori militari in tutto il mondo.

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.