26 Gennaio 2023
Beni culturali e turismo Territorio e paesaggio

Città: sono europee le destinazioni turistiche preferite del 2022

Il report “Top 100 City Destinations Index 2022” di Euromonitor International ha rivelato le città che sono risultate le più attrattive dell’anno, da cui si evince che l’Europa ha mantenuto la sua leadership del turismo nel 2022, con ben 40 mete predilette su 100. Nelle prime 10 c’è Roma, ed altre 5 città italiane sono inserite nella Top 100.

Euromonitor International, Società leader globale di business intelligence, analisi di mercato e di informazioni sui consumatori, ha pubblicato il RapportoTop 100 City Destinations Index 2022” che presenta la classifica delle città che hanno migliorato la loro attrattività economica e commerciale, supportato efficacemente le infrastrutture e prestazioni turistiche e mostrato grandi potenzialità per gli investimenti operativi tra l’aumento della digitalizzazione, il progresso tecnologico e gli sviluppi della sostenibilità, ed esplora le aree le aree di innovazione abbracciate dalle città mentre sono alle prese con le incertezze politico-economiche e l’aumento del costo della vita.

Sono 6 i pilastri o categorie su cui si basa il rapporto sulle 100 Città più attrattive del mondo:
Andamento economico e aziendale. Misura le prestazioni e lo sviluppo della città attraverso i principali parametri macroeconomici e demografici. Il pilastro coglie l’impatto dello sviluppo economico sulle prestazioni del turismo e la capacità economica delle città di sostenere la crescita del turismo. Il pilastro tiene conto anche dei fattori demografici.
Prestazioni turistiche. Esamina la domanda turistica complessiva della città da parte di turisti nazionali e internazionali, nonché il valore generato da questi visitatori. Molte città leader si sono concentrate sull’incremento dei viaggi internazionali, con la pandemia si è evidenziato la necessità di una maggiore attenzione al settore dei viaggi nazionali.

– Politica del turismo e attrattività. Il ruolo della politica del turismo favorevole è fondamentale per lo sviluppo e la valorizzazione del settore dei viaggi per le città. Il pilastro esplora gli aspetti normativi, come la facilità di viaggio, la stabilità dei prezzi di una destinazione e la presenza sui social media, in quanto contribuiscono all’attrattività di una destinazione cittadina, stante il cambiamento degli stili di vita dei consumatori.

Infrastrutture turistiche. Misura la presenza di infrastrutture fisiche e attrazioni necessarie per supportare la crescita dei visitatori in una città. Trasporti, alloggio, luoghi di intrattenimento, siti culturali e strutture educative sono in genere fattori decisionali chiave per i visitatori della città.

– Salute e sicurezza. L’importanza della salute e della sicurezza per le città è stata ulteriormente sottolineata dalla pandemia di COVID-19, per cui non solo la stabilità politica e la sicurezza sociale sono rilevanti, ma lo è anche la sicurezza contro malattie ed epidemie. Questi fattori influenzano molte delle direttive della politica del turismo, comprese le politiche sui visti e l’immunizzazione dei viaggiatori.

Sostenibilità. Con il crescente impatto dei cambiamenti climatici e le sue più ampie ramificazioni per l’ambiente e la società, i governi e le aziende stanno inserendo la sostenibilità nelle loro agende politiche e investendo in pratiche commerciali sostenibili. Il pilastro esamina le prestazioni della città su aspetti come l’inquinamento e i livelli di turismo eccessivo, in quanto questi possono determinare le preferenze dei turisti per le destinazioni.

Negli anni pre-Covd, quando l’indice classificava le destinazioni principali sulla base degli arrivi internazionali, ad occupare la parte superiore della classifica erano le destinazioni asiatiche con Hong Kong e Bangkok in testa. Ma ora, per il secondo anno consecutivo, Parigi ha mantenuto il primo posto e nella Top ten solo 2 città non sono europee: Dubai (2° posto) e New York (10° posto). Roma è al 5° posto.

Fonte: Euromonitor International

La capitale francese è primo posto per perché è “la destinazione con le migliori prestazioni al mondo in termini di politica del turismo e attrattività, infrastrutture turistiche e pilastri delle prestazioni turistiche“.

Il forte rimbalzo del turismo internazionale, che dovrebbe registrare una crescita del 112% nel 2022 in termini di spese in entrata, è stato uno dei fattori chiave alla base della ripresa resiliente delle città globali. I viaggi intraregionali, l’allentamento delle restrizioni di viaggio e il turismo orientato al valore ne aumentano ulteriormente l’attrattiva. Le preferenze per i viaggi nazionali e i voli a corto raggio stanno definendo il comportamento dei consumatori quando scelgono dove andare in vacanza.

Secondo, il Rapporto, l’industria dei viaggi e del turismo sta affrontando una nuova serie di sfide con l’aumento della carenza di manodopera, dell’inflazione e crescente incertezza economica. Ciò sta aumentando la pressione sugli ambienti urbani e sulle città per migliorare l’efficienza, mitigare gli impatti dei cambiamenti climatici, sostenere lo sviluppo urbano intelligente, aumentare le credenziali verdi e migliorare l’offerta turistica in un periodo post-pandemia.

Fonte: Euromonitor International

A livello regionale si segnala che:
-le Americhe, con 18 città sono la regione con il terzo maggior numero di città. I guadagni nel pilastro delle prestazioni turistiche hanno determinato classifiche migliori per 5 città degli Stati Uniti nel 2022. Il turismo interno ha continuato a crescere nel paese nel 2022, ma la ragione principale del miglioramento delle prestazioni è stata la forte ripresa della domanda internazionale.
-l’Asia e Australasia con 26 città nel Top 100 City Destinations Index 2022, è la seconda regione leader, dopo l’Europa. Tuttavia, nonostante il gran numero di città asiatiche presenti nella classifica, nessuna compare nella Top 10 del 2022. Singapore è la prima città asiatica al 15° posto, seguita da Tokyo che è al 20° posto. Politica e attrattività del turismo, salute e sicurezza sono i pilastri con i maggiori miglioramenti nella classifica per questa regione nel 2022.
– l’Europa, mantiene la leadership nella Top 100 con 40 città: Italia (6 città), Spagna (5) e la Grecia (4) sono i paesi leader in Europa con una forte presenza di destinazione.
Medio-Oriente e Africa figurano nell’indice Top 100 City Destinations con 14 destinazioni rispetto alle 16 del 2021. La classifica della regione rimane pressoché invariata di anno in anno, con Dubai che consolida il suo primo posto per il secondo anno consecutivo nella regione. Dubai ha avuto un 2022 stellare dopo la rinascita del segmento turistico MICE post-pandemia e Expo 2020 Dubai.

Sebbene il 2022 sia stato un anno positivo per il settore dei viaggi, la strada per la piena ripresa post-pandemia è lunga e il sostegno dei governi rimane fondamentale in tutte le regioni“, sottolinea Euromonitor che ha indicato il forte aumento dell’inflazione, il peggioramento delle condizioni economiche e la guerra in Ucraina, fattori che potrebbero influenzare la velocità della ripresa del turismo.

Tra le misure da intraprendere, vengono indicati i Piani integrati di mobilità condivisa e uno spostamento verso la piena elettrificazione del trasporto urbano, che potrebbero dare alle città un’ulteriore spinta. Molte destinazioni stanno adottando sempre più approcci di città intelligenti, che a loro volta stanno passando allo spazio del metaverso per aiutare a migliorare l’esperienza dell’utente, stimolare il coinvolgimento e consentire l’accessibilità per i visitatori.

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.