30 Novembre 2021
Circular economy Manifestazioni e celebrazioni

XIII edizione ECOMONDO, presente anche la GB CATALYST srl

La fiera ECOMONDO 2019 ( Fiera svoltasi a Rimini, dal 5 all’8 novembre) è l’appuntamento di riferimento in Europa per l’innovazione industriale e tecnologica dell’economia circolare, organizzata da Italian Exibition Group (IEG).

Fra le migliaia di aziende provenienti da tutta Europa, abbiamo intervistato Stefano Burioli, titolare di GB Catalyst srl, azienda leader del settore che recupera marmitte catalitiche esauste per l’estrazione dei metalli preziosi come platino, rodio e palladio.

Abbiamo visto che anche quest’anno siete ritornati con un bello stand, sempre con i catalizzatori metallici, qual’è l’obiettivo che volete raggiungere con la presenza qui a ECOMONDO?

“La nostra presenza è sempre a livello commerciale, di pubblicità, in modo da poter conoscere più gente possibile, più relazioni possibili, e poter far crescere anche le nuove leve che si devono scontrare con le vecchie, e quindi qualche consiglio, qualche gioco, qualche contrasto, sono queste le cose utili che servono a far nascere nuovi contatti commerciali”

So che è un’azienda giovane e che sta andando molto bene, il vostro mercato di riferimento è sempre l’Italia, soltanto l’Italia o anche l’estero ?

“ Principalmente, al 90% siamo in Italia, qualche cosa facciamo all’estero, fondamentalmente le vendite, a livello di acquisti invece compriamo materiale in Italia. Siamo presenti dalla Valle d’Aosta fino in Sicilia e Sardegna.”

I vostri fornitori, mi diceva sono sempre italiani, ma avete nuovi progetti in cantiere?

“Ce ne sono, ce ne sono perché i nuovi ragazzi hanno tante idee che vogliamo integrare con le nostre vecchie, come dicevo prima abbiamo già un progetto per il 2020 molto interessante e stiamo lavorando per quella parte europea insomma..”

Ho visto che la vostra è anche un’attività nobile, e date anche una mano all’ambiente, e nel periodo in cui ci troviamo l’ambiente è sotto inchiesta, e questo tema è sentito un po’ da tutti, sia dalle plastiche, dai prodotti ferrosi e tutto quanto.. basta vedere l’ILVA in questi giorni…

“Noi dovremmo essere un pezzo della filiera che aiuta l’ambiente, aiuta l’ecologia a mettere in pulizia il mondo dove viviamo, il paese dove viviamo. Quindi non buttiamo via niente che non sia proprio da buttar via.”

Cosa vorrebbe dire ai cittadini comuni e ai suoi fornitori, dai quali recupera il materiale da bonificare?

“Di guardare noi, di vendere materiale a noi che siamo i numeri uno della Romagna”

Eleonora Sbaffi

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.