5 Dicembre 2021
Circular economy Sostenibilità

INOCRAM Srl – TRADIZIONE E INNOVAZIONE NEL RISPETTO DELL’AMBIENTE

Dal recupero del PVC di scarto di origine industriale e dalla farinadi legno nasce, in Italia, il primo legno composito completamente riciclato.

L’esigenza di rispondere sempre di più alla necessità di creare edifici e manufatti edili in grado di offrire le più elevate prestazioni in merito, non solo alla statica e alla sicurezza, ma anche alla minor dispersione di calore e manutenzione, ha indotto da tempo, la ricerca e le imprese, a percorrere strategie nuove nella creazione di materiali alternativi dalle caratteristiche peculiari.

Sono i cosiddetti materiali compositi, nati dall’unione di due elementi diversi che, una volta combinati assieme, assumono proprietà superiori rispetto ai singoli componenti di partenza e, proprio per questo, molto interessanti per nuove opere edili più rispettose dell’ambiente e dei consumi.

Fra le diverse tipologie di materiali compositi, uno è il cosiddetto WPC, acronimo di Wood Plastic Composite o legno composito; prodotto industriale che deriva dall’estrusione a caldo di farina di legno e una miscela di polimeri plastici ed additivi che per le sue caratteristiche strutturali di resistenza, versatilità e durata ne fanno un prodotto ideale per pavimentazioni, recinzioni, rivestimenti esterni ed interni ed utilizzo in tutti quegli ambienti esterni ed interni (giardini, terrazze e balconi, spazi pubblici) ove ci sia la necessità di rispettare coerentemente l’estetica dell’ambiente circostante.

Normalmente per produrre il WPC, l’industria tradizionale parte da materiali vergini, ma, in Italia, una giovane azienda friulana, dal 2009, ha compiuto un balzo in avanti in chiave green nel settore specifico producendo il primo WPC italiano riciclato al 100%: GAR_deck!
L’azienda è la Inocram Srl di Pavia di Udine e per conoscerla meglio abbiamo rivolto alcune domande al giovane titolare, Jonatan Garzitto.

Buongiorno Dott. Garzitto, può raccontarci meglio la sua azienda?
Inocram Srl, è una realtà abbastanza giovane, nasce nel 2009 grazie alla forte spinta che, da diversi anni, il mercato ha dato all’utilizzo dei materiali compositi. Nello specifico, la mia famiglia aveva già un notevole background nei settori del riciclo del legno, tramite la LA.SO.LE. EST e, dal 1975 in poi, nel riciclo di materiale eterogeneo post consumo.
Di qui l’idea innovativa unire tradizione e innovazione nella produzione di un legno composito tutto italiano capace di coniugare praticità con l’ecologia, il rispetto dell’ambiente e delle risorse, dando nuova e durevole vita a prodotti di scarto.

Può essere più specifico in merito?
A differenza dei prodotti di importazione GAR_deck è riciclato e riciclabile al 100%, sia nella frazione legnosa, (di cui il 100% è certificato FSC, cioè proveniente non solo dalla meticolosa procedura di lavorazione di scarti, ma soprattutto dalla provenienza di foreste controllate in maniera corretta e responsabile secondo rigorosi standard ambientali, sociali e economici) e plastica; infatti, il polimero che utilizziamo proviene da un’azienda che si occupa della raccolta e della successiva granulazione di PVC derivante da scarti industriali (lavorazione di finestre, lavorazione di nastro adesivo, involucri di caramelle…). Proprio per la sua peculiare produzione il nostro legno composito è stato riconosciuto come materiale valido per il Piano d’azione per la sostenibilità ambientale dei consumi nel settore della Pubblica Amministrazione ovvero Piano d’Azione Nazionale sul Green Public Procurement (PANGPP)” dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio del Mare (G. U.; Anno 156 – Numero 50 del 22 Marzo 2015).

Quali sono le applicazioni principali del vostro prodotto e chi sono i principali buyers?
Essenzialmente ci rivolgiamo a tutti quei settori merceologici che fino a poco tempo fa erano appannaggio solo del legno, ovvero: pavimentazioni per esterno tanto nel settore privato (bar, chalet, ristoranti, stabilimenti balneari, stazioni sciistiche), quanto in quello pubblico.
Soprattutto per il settore della PA il legno composito GAR_deck è particolarmente interessante per il nuovo arredo urbano: le sue caratteristiche di durabilità nel tempo e l’assenza di manutenzione nel fanno un prodotto ideale per garantire eleganza, estetica, praticità ed economia, nel senso che, si vanno ad abbattere proprio i costi di manutenzione.
Ma non solo, il nostro legno composito è ottimo anche per soluzioni di rivestimento e costruzione di pareti ventilate in quanto GAR_deck ha una buonissima capacità di isolamento termico e rientra nella categoria che preserva la componente energetica della casa.
Dal punto di vista della domanda, il nostro prodotto è venduto in tutta Italia a imprese edili, architetti e agli Enti Locali; i privati costituiscono una porzione abbastanza piccola del nostro mercato.

Cosa riserva il futuro di Inocram Srl?
Nel futuro sta maturando in azienda la prospettiva di riuscire a produrre nuovo materiale con le stesse caratteristiche di quello prodotto finora ma a partire da elementi derivanti dal post consumo che, logicamente, in origine non sono sempre perfetti e coerenti dal punto di vista del monomateriale. L’idea è quella di spingersi sempre di più verso la valorizzazione dei materiali di scarto come ad esempio il pulper (scarto di cartiera) che altrimenti sarebbe destinato ai termovalorizzatori con costi maggiori rispetto a quelli del riciclo.
Del resto, con il nostro lavoro, abbiamo inteso dare una seconda vita a scarti che, diversamente, avrebbero subito la destinazione della discarica, creando un materiale dalle caratteristiche fisiche eccellenti il cui utilizzo favorisce la pratica del riciclo e l’utilizzo di materiali riciclati.

Articoli simili

Lascia un commento

* Utilizzando questo modulo accetti la memorizzazione e la gestione dei tuoi dati da questo sito web.