Caricamento...

Type to search

Condividi

Rifiuti: al via il 21 e 22 Settembre 2018 a Ischia, Lacco Ameno la Decima edizione del Forum Internazionale sull’Economia dei Rifiuti organizzato da PolieCo – Consorzio nazionale per il riciclaggio dei rifiuti dei beni a base di polietilene.

di A.P.

Mancano pochi giorni alla partenza della Decima edizione del Forum Internazionale PolieCo sull’Economia dei Rifiuti (Ischia, L’Albergo della Regina Isabella: 21 e 22 settembre) che dal 2009 si offre agli stakeholders istituzionali, ai media, ed alle imprese di riciclo di materiali plastici quale privilegiato momento di formazione ed informazione, occasione mirata di dialogo, approfondimento e confronto.

Il Forum, organizzato dal Consorzio nazionale per il riciclaggio dei rifiuti dei beni a base di polietilene, PolieCo, quest’anno ha titolo: “PLASTICA: ANCORA UN FUTURO? Produzione, gestione e riciclo fra demonizzazione e green economy” ed intende portare all’attenzione dei media le difficoltà e le prospettive di miglioramento nel comparto industriale del riciclo, con una particolare attenzione rivolta alle dinamiche dei traffici illeciti e, per ciò che concerne il nostro Paese, al perdurare di eventi incendiari presso gli impianti di deposito e stoccaggio di rifiuti, senza dimenticare il problema rappresentato dalla dispersione di plastiche in mare.

Il Forum PolieCo, ad Ischia è un appuntamento che si è sviluppato negli anni, anche grazie al prezioso contributo dei tanti Relatori che dall’Europa, dall’Asia e dall’Italia si sono succeduti, in un vero e proprio pensatoio nazionale sulla green economy dove il tema del riciclo è affrontato non solo dal punto di vista dell’ambiente, ma soprattutto da quello dell’economia e dell’industria, nell’ottica della legalità e della sostenibilità.

Non mancheranno focus tematici legati a progettualità e innovazioni tecniche, così come un doveroso spazio sarà dedicato al tema della legalità coinvolgendo nel confronto tutti gli attori della filiera, dal Legislatore alla Magistratura, fino all’Associazionismo ambientale e agli Organi di controllo.

Le novità del Forum 2018 saranno presentate a Napoli, nel corso di una apposita Conferenza Stampa che avrà luogo martedì 18 settembre, a partire dalle ore 11.30, presso la Sala Conferenze “Donato Marino” della Stazione Zoologica “Anton Dohrn” (Villa Comunale).

La Conferenza Stampa sarà l’occasione per promuovere un focus sul fenomeno dei roghi delle piattaforme dei rifiuti, sul traffico illecito nazionale e transfrontaliero, sulle nuove modalità illecite di smaltimento dei rifiuti.

Il caso della Campania, a seguito dei recenti incendi di enormi proporzioni in un panorama nazionale non meno compromesso, pone importanti quesiti sulla possibile infiltrazione della camorra nel business e nei segmenti deviati dell’imprenditoria legata alla gestione dei rifiuti.

Nel corso della Conferenza Stampa, larga attenzione sarà destinata all’uso delle plastiche e alla loro dispersione in mare, partendo dalla situazione del Mar Mediterraneo.

L’impegno del Consorzio PolieCo a favore di un’impresa etica nel settore del riciclo delle plastiche sarà occasione – durante il Forum – per affrontare tematiche come il sistema del riciclo in Italia e in Europa, le conseguenze della gestione criminale dei rifiuti sull’economia, la salute dei cittadini e la tutela ambientale.

A presentare il Programma del Forum, il carnet dei Relatori e le tematiche da affrontare saranno: ENRICO BOBBIOPresidente Consorzio PolieCo e CLAUDIA SALVESTRINIDirettore Consorzio PolieCo; mentre interverranno durante la presentazione: il Dott. SILVESTRO GRECODirettore sede Roma della Stazione Zoologica “Anton Dohrn”; l’Avv. LUIGI STEFANO SORVINOCommissario Straordinario ARPA Campania; il Dott. ANGELO CECINATODirettore Istituto sull’Inquinamento Atmosferico Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-IIA); il Dott VINCENZO TOSTICoordinatore Rete di Cittadinanza e Comunità

Il Forum Internazionale PolieCo sull’Economia dei Rifiuti, è patrocinato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare; dal Ministero delle Politiche Agricole, Agroalimentari e Forestali e dal Ministero della Salute.

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *