Caricamento...

Type to search

Condividi

Si è aperto il 12 dicembre 2017 a Parigi il Vertice mondiale “One Planet Summit”, l’iniziativa voluta ed annunciata durante il G20 di Amburgo (7-8 luglio 2017) dal Presidente francese Emmanuel Macron per rilanciare gli sforzi finanziari sul clima, a due anni esatti dalla Conferenza ONU su Clima di Parigi (COP21).

Alla vigilia del Vertice, co-presieduto dall’ONU e dalla Banca Mondiale (WB), hanno fatto sentire la propria voce il Papa e le grandi multinazionali globali.
A due anni dall’adozione dell’Accordo di Parigi sul clima, esso intende rinnovare l’impegno per la sua attuazione e consolidare una strategia condivisa per contrastare il preoccupante fenomeno del cambiamento climatico –  ha affermato Papa Francesco all’Angelus di domenica 10 dicembre 2017 – Auspico vivamente che questo Vertice, così come le altre iniziative che vanno nella medesima direzione favoriscano una chiara presa di coscienza sulla necessità di adottare decisioni realmente efficaci per contrastare i cambiamenti climatici e, nello stesso tempo, combattere la povertà e promuovere lo sviluppo umano integrale”.

Se l’appello del Papa ha avuto connotazioni prevalentemente morali e sociali, quello delle grandi imprese firmatarie del documento inviato ai leader mondiali sottolinea l’aspetto positivo di prosperità a lungo termine che un’azione ambiziosa per affrontare i cambiamenti climatici avrebbe sull’economia mondiale.

L’iniziativa, organizzata dalla Fondazione 2 ° che riunisce i CEO e Direttori di Aziende tedesche con l’obiettivo di sostenere gli sforzi politici per limitare il riscaldamento globale medio a +2 °C rispetto al periodo pre-industriale, e coordinata da alcune organizzazioni internazionali guidate da Carbon Disclosure Project (CDP) che fornisce a imprese, governi e investitori l’unico sistema globale di misurazione e rendicontazione ambientale, è stata firmata da 54 Società globali che assieme rappresentano un fatturato annuo di 676 miliardi di euro.

Nella Dichiarazione si chiede un graduale abbandono delle sovvenzioni ai combustibili fossili entro il 2025, un prezzo “adeguato” sul carbonio e una maggiore trasparenza sulle minacce che incombono sul sistema finanziario dai rischi climatici.

Una decisa azione climatica internazionale è indispensabile – vi si legge nella dichiarazione – Chiediamo condizioni quadro che gettino le basi per un percorso verso la limitazione dell’innalzamento della temperatura globale ben al di sotto dei due gradi e ci consentano di contribuire attivamente all’attuazione di questo percorso. Vogliamo raggiungere un’economia a basse emissioni di carbonio che sia efficiente dal punto di vista energetico e alimentato da energie rinnovabili in tutti i settori, per garantire posti di lavoro e prosperità, dando il via a una nuova ondata di innovazione e imprenditorialità “.

La coalizione economica spera che tale intervento galvanizzi i leader che parteciperanno al Sommet Climat il cui principale obiettivo è di promuovere un quadro che orienti i finanziamenti pubblici e privati verso investimenti verdi, a mobilitare i flussi finanziari per progetti di adattamento e mitigazione del clima, dal momento che i Paesi ricchi sono ancora ben al di sotto degli impegni assunti per finanziare entro il 2020 con 100 miliardi di dollari all’anno le azioni climatiche dei Paesi emergenti.

Le imprese sottolineano che la decarbonizzazione globale è già in atto, ma dovrà essere accelerata – ha commentato Sabine Nallinger, Amministratore delegato della Fondazione  2 ° – Tutti quelli che si pongono al vertice di questa tendenza modelleranno la trasformazione e trarranno i maggiori benefici dalla creazione di valore in una futura economia a basse emissioni di carbonio. I politici dei Paesi del G20 hanno una particolare responsabilità di agire da leader e offrire il supporto a tutti gli altri Paesi per convincerli ad entrare in questa partnership per la trasformazione globale di un’economia a basse emissioni di carbonio”.

 

Tags:

Potrebbe interessarti anche...

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *