Caricamento...

Type to search

Condividi

Un migliaio di eventi si svolgeranno in tutti il mondo nell’ambito di Rise for Climate per affermare una leadership climatica che sale dal basso, per una transizione rapida alle rinnovabili e per premere sui Governi affinché dimostrino più ambizione negli impegni previsti dall’Accordo di Parigi. In Italia la manifestazione più importante avrà luogo a Roma (ore 17.00-20.00).

di Fabio Bastianelli

L’8 settembre 2018 si svolgeranno nelle città di tutto il mondo delle manifestazioni al motto Rise for Climate (Alziamoci per il Clima) per chiedere ai leader locali di impegnarsi a costruire un mondo senza combustibili fossili, che anteponga le persone e la giustizia ai profitti.

Più in generale, l’obiettivo è di far pressione sugli Stati per convincerli ad aumentare gli impegni di azione previsti dall’Accordo di Parigi. In questi giorni si sta svolgendo una sessione straordinaria dei Colloqui sul Clima (Bangkok, 4-9 settembre 2018), nell’ambito della Convenzione ONU sui Cambiamenti Climatici (UNFCCC), per approntare le linee guida per l’implementazione dell’Accordo di Parigi, che devono essere approvate alla COP24 di Katowice (3-14 dicembre 2018), dopo che la sessione negoziale ordinaria di Bonn  (30 aprile – 10 maggio 2018) aveva messo a nudo numerosi punti di controversia tra i Paesi firmatari.

La settimana prossima a San Francisco (12-14 settembre 2018), ospitato dal Governatore democratico della California Jerry Brown, si svolgerà il “Global Climate Action Summit”, con l’obiettivo di dimostrare che “non tutto può essere ordinato dall’alto“, come ha spiegato il Governatore. E quindi, quanto le comunità locali e regionali, inclusi i Sindaci delle città, hanno già concretamente messo in atto per tagliare le emissioni di CO2, con nuove iniziative generando un vero e proprio “movimento dal basso”.

E di “leadership climatica che sale dal basso”, parlano anche gli organizzatori di Rise for Climate (#riseforclimate), per i quali è questo l’anno di svolta per una transizione rapida ed equa verso il 100% di energia rinnovabile per tutti.

Così, l’8 settembre saranno quasi un migliaio le manifestazioni che nel quadro di Rise for Climate avranno luogo in 89 Paesi. In Italia, l’evento principale si svolgerà a Roma (Piazza Testaccio, attorno alla famosa ​Fontana delle Anfore, dalle ore 17.00 alle 20.00), organizzato da ​350.org​, ​Legambiente​, ​The Climate Reality ProjectEurope​, ​FOCSIV​, ​ANTER​, ​ANEV e ​Coordinamento FREE.

I popoli hanno il potere di fermare i cambiamenti climatici, devono crederci e premere sui governanti affinché non possano ignorare le richieste – ha affermato Nicolò Wojewoda di 350.org – Ci saranno azioni di resistenza e di speranza, noi vogliamo che le fonti fossili restino sottoterra, dove sono sempre state. Abbiamo bisogno di leader lungimiranti e informati per poter costruire il mondo che vogliamo vedere. Abbiamo bisogno di governanti e istituzioni che disinvestano nelle fonti fossili per scegliere quelle rinnovabili”.

Durante l’evento, tra le altre attività, i cittadini potranno informarsi presso aziende private ed enti indipendenti su cosa fare in prima persona per sostenere la transizione del mercato energetico, a partire dalle possibilità di passare a fornitori di energia da fonti rinnovabili e inverdire la propria bolletta della luce.

Iniziative locali sono previste anche a Salsomaggiore Terme (Parma), Marina di Carrara, Viggiano (Potenza) e Noto (Siracusa)

Sito ufficiale: https://riseforclimate.org

Evento facebook: https://www.facebook.com/events/870125556515612/

 

 

 

Tags:

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *