World Water Day 2013: per la cooperazione

World Water Day 2013: per la cooperazione

La cooperazione per l’acqua è essenziale per trovare un equilibrio tra le diverse esigenze e priorità.

world-water-day-2013

Il 22 marzo di ogni anno si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua (World Water Day), istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 come parte integrante delle Direttive di Agenda 21, adottate dalla Conferenza di Rio sullo Sviluppo sostenibile, per focalizzare l’attenzione sull’importanza di questo bene naturale e richiamare alla necessità che il suo utilizzo avvenga in modo responsabile e sostenibile.

Ogni anno il team dell’ONU per il World Water Day propone un tema incentrato su uno specifico aspetto della preservazione delle risorse idriche. Quello scelto per il 2013 è di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di una maggiore cooperazione per affrontare le sfide che pone la gestione delle acque, soprattutto per la crescita della domanda di accesso e per il problema degli sprechi.

Una buona gestione delle acque è particolarmente difficile a causa di alcune delle sue caratteristiche uniche: non è equamente distribuita nel tempo e nello spazio, il ciclo idrologico è molto complesso e le perturbazioni provocano molteplici. La rapida urbanizzazione, l’inquinamento e i cambiamenti climatici minacciano tale risorsa, mentre la sua domanda aumenta per soddisfare le esigenze di una popolazione mondiale in crescita, costituita oggi da oltre 7 miliardi di persone a cui se ne aggiungeranno altri 2 miliardi entro il 2050, per produrre cibo e energia, nonché per gli usi industriali e domestici. L'acqua è un bene comune e la sua gestione deve tener conto di una vasta gamma di interessi in conflitto. 
Nel designare il 2013 come Anno Internazionale della Cooperazione Idrica, le Nazioni Unite ha riconosciuto che la cooperazione per l’acqua è essenziale per trovare un equilibrio tra le diverse esigenze e priorità e per condividere questa preziosa risorsa in modo equo, utilizzando l’acqua come strumento di pace. 
La cooperazione deve essere la nostra parola d'ordine - ha dichiarato Irina Bokova, Direttore Generale dell’UNESCO nel suo messaggio per la Giornata - Ciò è essenziale per preservare i nostri ecosistemi, sradicare la povertà e promuovere l’equità sociale, compresa la parità di genere”.

A L’Aia (Paesi Bassi) si svolgerà la Celebrazione ufficiale della Giornata con un Forum ad alto livello con lo scopo:

- elevare il profilo della “cooperazione per acqua” nelle agende di politici e decisori, professionisti e grande pubblico;

- trasmettere i messaggi principali della consultazione tematica sull'acqua per il programma di sviluppo delle Nazioni Unite post-2015, raccomandando come la cooperazione per l’acqua possa contribuire a al raggiungimento degli obiettivi.

matt-damon 

Tra le varie personalità presenti, anche Matt Damon, fondatore dell’organizzazione “Water.org” per aiutare i Paesi in via di sviluppo che non hanno accesso all’acqua potabile. Per l’occasione, l’attore, premio Oscar 1998 per la sceneggiatura del film “Will Hunting - Genio ribelle”, ha lanciato la campagna, “Strike with Me” (Sciopera con me), tramite un video nel quale, in una finta conferenza stampa, invita a non usare i servizi igienici, per sensibilizzare il pubblico che ci sono 780 milioni di persone, il doppio della popolazione degli Stati Uniti, come sottolinea l’attore, che non hanno accesso all’acqua pulita, mentre circa 2,5 miliardi non hanno a disposizione servizi igienici.

“Il concetto di usare il comico - ha spiegato Damon - per sensibilizzare le persone verso una buona causa è qualcosa che stiamo tentando di mettere in pratica da un paio di anni. Se riusciremo ad ottenere milioni di contatti su YouTube con qualcosa di ridicolo vuol dire che saremo in grado di fare meglio per una delle questioni più importanti della nostra epoca”.


Commenta