Vacanze nei Paesi membri UE: 7 consigli per far fronte agli imprevisti

Vacanze nei Paesi membri UE: 7 consigli per far fronte agli imprevisti

Il vademecum delle iniziative prese dall’Unione europea per assistere i cittadini UE a viaggiare sicuri e trascorrere vacanze spensierate.

app vacanze

Milioni di cittadini europei si sono spostati e stanno per partire in vacanza in Paesi membri dell’UE e anche al di fuori. Grazie alle norme dell’Unione in materia di attraversamento delle frontiere, cure mediche, animali domestici, roaming e diritti dei passeggeri, viaggiare in Europa non è mai stato così semplice.
Tuttavia, inconvenienti più o meno piccoli possono sempre presentarsi: dall’Unione europea arriva così un breve vademecum di 7 consigli per le vacanze… vediamo quali sono.

Consiglio 1
Porta con te la Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM), che ti permette di semplificare le procedure di pagamento e rimborso per eventuali cure mediche ricevute in un Paese Ue. Se non hai la tessera con te o non sei in grado di usarla, hai comunque diritto a ricevere le cure di cui hai bisogno durante il tuo soggiorno momentaneo all'estero, ma sei tenuto a pagare subito per esse e a chiedere il rimborso al tuo rientro.

Consiglio 2
Se il tuo bagaglio è stato smarrito o danneggiato, in un aeroporto o in una stazione ferroviaria, hai diritto ad un risarcimento che va dai 1.220 euro ai 1.300 euro.
Treno: per ottenere il risarcimento devi essere in grado di dimostrare il valore dei contenuti e di aver preparato il bagaglio in modo adeguato.
Aereo: per i bagagli danneggiati è necessario presentare un reclamo entro 7 gg dalla ricezione del bagaglio.

Consiglio 3
Se il tuo treno è in ritardo di almeno 1 ora, hai diritto ad annullare il viaggio e a farti rimborsare il costo del biglietto. Inoltre, potresti avere il diritto al viaggio di ritorno al tuo punto di partenza oppure al tuo punto di destinazione.

Consiglio 4
In caso di negato imbarco, cancellazione del volo e/o overbooking, hai diritto ad essere trasportato alla tua destinazione finale, a farti rimborsare il biglietto o essere trasportato gratuitamente al tuo punto di partenza. Se il tuo volo accumula un ritardo di 5 ore o più hai diritto ad un rimborso.

Consiglio 5
In Europa, 1 persona su 5 trova difficoltà a viaggiare, per ragioni di età, disabilità o mobilità ridotta. L'UE ha così stabilito una serie di diritti che permettono loro di circolare come tutti gli altri viaggiatori, in treno o in aereo. Ad esempio, si può richiedere assistenza negli aeroporti, a bordo di un aereo o in una stazione ferroviaria.

Consiglio 6
Qual è il limite di velocità sulle autostrade spagnole? Devo portare il casco quando vado in biciletta a Stoccolma?
Scarica l'applicazione gratuita Going Abroad, contiene tutte le principali regole stradali dei Paesi UE.

Consiglio 7
Informati sulle nuove tariffe roaming, in Europa vige una normativa che limita il massimale tariffario applicabile sul territorio UE!

Per ulteriori consigli ed informazioni: Viaggiare in Europa.


La Redazione di “Regioni&Ambiente” Vi augura Buone Vacanze e vi da appuntamento al 25 agosto 2014.

freeservice vacanze 2014

Commenta