Settimana Globale dell’Imprenditorialità (17-23 novembre 2014)

Settimana Globale dell’Imprenditorialità (17-23 novembre 2014)

La Global Entrepreneurship Week rappresenta l’occasione principale a livello mondiale per celebrare gli innovatori e i creatori di lavoro, che lanciano start-up per realizzare idee innovative, promuovere la crescita economica e diffondere il benessere sociale. Durante la settimana saranno proclamati anche i vincitori di Start-up Open, concorso per il quale è stata selezionata anche una start-up ligure.

global entrepreneurship week

Ogni anno, durante una settimana del mese di novembre, si svolge la Global Entrepreneurship Week (GEW) che rappresenta l’occasione principale a livello mondiale per celebrare gli innovatori e i creatori di lavoro, le start-up per realizzare idee innovative, promuovere la crescita economica e diffondere il benessere sociale.
Attraverso apposite attività locali, nazionali e globali, milioni di individui si incontrano e si scambiano idee per esplorare le loro potenzialità come imprenditori e innovatori. Tali attività, dalle competizioni e dagli eventi a larga scala ai poco numerosi incontri di rete, mettono in contatto i partecipanti a potenziali collaboratori, mentori e perfino investitori, facendo loro intravedere nuove possibilità ed emozionanti opportunità.

Milioni di individui che non avevano mai preso in considerazione l’eventualità di lanciare proprie iniziative accolgono i consigli di personaggi del calibro di Richard Branson, Michael Dell e Muhammad Yunus. Migliaia di marchi di nuove star-up scaturiscono attraverso luoghi seminariali come il Weekend delle Start-up e competizioni come Start-up Open.
Centinaia di università stringono rapporti in grado di aiutarle a rendere commerciabili le ricerche effettuate presso i loro laboratori. Ricercatori e responsabili politici si impegnano in discussioni in tutto il mondo per analizzare le politiche necessarie per promuovere la crescita imprenditoriale.

L’imprenditorialità non è solo l’ultima collezione di app mobile mirata alla convenienza e all’intrattenimento del consumatore - ha dichiarato Jonathan Ortmans, Presidente della GEW che viene finanziata dalla Fondazione Ewing Marion Kauffman, la principale fondazione statunitense che opera sul tema dell’imprenditorialità, e sponsorizzata da Dell, la nota azienda di personal computer, tablet, server, software e di sistemi informatici - Si tratta di un fenomeno sempre più globale con nuove e giovani imprese che portano innovazione e in grado di trovare soluzioni concrete a sfide globali, indipendentemente da dove si trovino”.

Anche leader mondiali e amministratori locali hanno abbracciato la Campagna a cui guardano per alimentare il motore economico delle start-up in continua crescita nei loro rispettivi Paesi e comunità. Nel corso del 2013, 126 Capi di stato e Ministri di 69 Paesi hanno appoggiato la Settimana Globale dell’Imprenditorialità, intervenendo alle attività della Settimana, registrando gli interventi di supporto o avallando le campagne nazionali nei rispettivi Paesi.
Più che una campagna di sensibilizzazione, la GEW è una piattaforma di collegamento e collaborazione in grado di coinvolgere tutti gli attori delle varie sfaccettature dell’imprenditorialità per rafforzare gli ecosistemi di tutto il mondo.

Nel corso della settimana, che quest’anno si svolgerà dal 17 al 23 novembre 2014, verranno proclamati i vincitori di Start-up Open il concorso che premia le star-up più innovative per aiutarle ad accrescere il proprio business. Delle oltre 600 start-up che si sono iscritte tra il 1° gennaio e il 16 settembre 2014, avviate o che saranno avviate tra il 25 novembre 2013 e il 1° novembre 2014, che hanno partecipato al Concorso, un’apposita giuria ne ha selezionate 50 di 19 Paesi, tra cui l’italiana Horus Technology di Genova.
La start-up ligure ha messo a punto un dispositivo innovativo, il cui nome deriva dall’omonimo dio egiziano e il suo occhio, ideato per migliorare la qualità della vita delle persone non vedenti. Horus sarà in grado di analizzare l'ambiente circostante e di dare a chi lo indossa informazioni utili attraverso la voce: leggerà testi, riconoscerà oggetti, persone, segnali stradali e strisce pedonali, comportandosi come un assistente personale e non invadente, migliorando notevolmente le condizioni di vita dei non vedenti.

Ma cos’è una start-up innovativa?
Con la L. n. 221/2012 di conversione del D.L. n. 179/2012 (il cosiddetto “Decreto Crescita”), per favorire la crescita, lo sviluppo tecnologico e l’occupazione, è stata introdotta nell’ordinamento italiano questa nuova tipologia di imprese.
L’art. 25, comma 2 così la definisce: “società di capitali, costituita anche in forma cooperativa, di diritto italiano ovvero una Societas Europaea, residente in Italia ai sensi dell'articolo 73 del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, le cui azioni o quote rappresentative del capitale sociale non sono quotate su un mercato regolamentato o su un sistema multilaterale di negoziazione, ...” .
Lo stesso articolo 25 prevede una serie di requisiti particolari affinché una società con questa forma giuridica possa qualificarsi come tale, tra cui:
a) è costituita e svolge attività d'impresa da non più di quarantotto mesi;
b) ha la sede principale dei propri affari e interessi in Italia;
c) a partire dal secondo anno di attività della start-up innovativa, il totale del valore della produzione annua, così come risultante dall'ultimo bilancio approvato entro sei mesi dalla chiusura dell'esercizio, non è superiore a 5 milioni di euro;
d) non distribuisce, e non ha distribuito, utili;
e) ha, quale oggetto sociale esclusivo o prevalente, lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico;
 f) non è stata costituita da una fusione, scissione societaria o a seguito di cessione di azienda o di ramo di azienda”.
Attualmente in Italia sono 2.861 e costituiscono un fenomeno nuovo per mezzo del quale molti giovani hanno deciso di investire in progetti e ricerca, concorrendo a fare del nostro Paese uno dei 12 ecosistemi tecnologici più importanti al mondo.

Commenta