Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (16-24 novembre 2013)

Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (16-24 novembre 2013)

C’è tempo fino al 15 ottobre 2013 per iscriversi ad una delle 5 categorie organizzando un’azione virtuosa e diventando “Project Developer”, cioè portatore di progetto. Il Comitato promotore nazionale intende ripetere il risultato record della scorsa edizione, quando solamente nel nostro Paese furono 5261 le 1.000 azioni convalidate, con l’Italia prima tra i 27 Paesi aderenti per numero di iniziative

SERR settimana rifiuti 2013

Insieme a quella dei cambiamenti climatici, la sfida della gestione dei rifiuti solidi urbani sarà nei prossimi anni una delle più importanti da affrontare. Nel suo ultimo Rapporto, la Banca Mondiale prevede che entro il 2025 il costo della bolletta-rifiuti sarà di 375
miliardi di dollari e che l’attuale produzione mondiale di rifiuti pari a 1,3 miliardi di tonnellate arriverà a 2,2 miliardi di tonnellate all’anno. Lo smaltimento dei rifiuti urbani, quindi, che adesso costa alle comunità 205 miliardi di dollari, potrebbe quindi arrivare a raddoppiare.

Al fine di promuovere, tra i cittadini dell’Unione europea, una maggior consapevolezza sulle eccessive quantità di rifiuti prodotti e sulla necessità di ridurli drasticamente è stata avviata la “Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (European Week for Waste Reduction)”, una elaborata Campagna di Comunicazione Ambientale promossa dall’Unione Europea, coordinata da ADEME (l’Agenzia francese dell’Energia e dell’Ambiente), che si svolgerà dal 16 al 24 novembre 2013. I proponenti, oltre ad ADEME, ACR+ (network europeo delle Città e Regioni per il Riciclo e la gestione sostenibile delle Risorse), ARC (Agenzia Rifiuti Catalogna), IBGE (Bruxelles Ambiente) e LIPOR (Gestione Rifiuti Intermunicipali di Porto) hanno garantito la continuazione del progetto per altre due edizioni, pur non essendo stato rinnovato il finanziamento del progetto Life +.

L’Italia, attraverso il suo Comitato promotore, formato da Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Federambiente, Rifiuti 21 Network, Provincia di Torino, Provincia di Roma, Legambiente, AICA, E.R.I.C.A. Soc. Coop., Eco dalle Città, intende ripetere il risultato record della scorsa edizione, quando solamente nel nostro Paese furono 5261 le 1.000 azioni convalidate, con l’Italia prima tra i 27 Paesi aderenti per numero di iniziative. A tal fine sono state anticipate le iscrizioni che saranno aperte fino al 15 ottobre 2013.

Anche quest’anno il Ministero ha deciso di offrire il proprio contributo ad un’iniziativa che edizione dopo edizione sta diventando un appuntamento fisso e un ottimo strumento per riflettere sulla gestione dei rifiuti - ha affermato il Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Andrea Orlando - In questo senso la comunicazione e la sensibilizzazione dei cittadini, come affermato recentemente anche dall’Unione europea, assumono sempre di più un ruolo centrale e il fatto che la SERR sia un’iniziativa che può coinvolgere potenzialmente tutti esalta ancor più la condivisione di questi temi”.

La Campagna di comunicazione è rivolta a:
- Pubbliche Amministrazioni ed Enti locali;
- Associazioni e ONG;
- Industria e mondo delle imprese;
- Istituzioni scolastiche;
- Altri (per esempio: ospedali, case di riposo, centri culturali, ecc).
Chiunque tra questi soggetti decida di partecipare attivamente alla “Settimana”, promuovendo e organizzando un’azione virtuosa volta alla riduzione dei rifiuti o al riutilizzo dei beni, diventerà “Project Developer”, cioè portatore di progetto. Le azioni proposte dai project developer, se rispondenti ai criteri europei, saranno convalidate dal Comitato promotore e potranno quindi ricevere la denominazione ufficiale di azione per la “Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti”, il kit completo della Campagna e la possibilità di utilizzare il logo europeo.

Per partecipare alla “Settimana”, diventando così “Project Developer” bisogna sottoporre la propria candidatura al Comitato nazionale compilando la “Scheda di adesione” che dovrà essere inviata entro il 15 ottobre 2013 a serr@assaica.org.

Infine, per premiare le azioni che si sono particolarmente distinte a livello europeo, è prevista la consegna degli “European Waste Reduction Awards”, 5 premi per ogni categoria di “developer” e un premio speciale saranno assegnati da un’apposita giuria nel corso di una cerimonia che si svolgerà a Bruxelles nel 2014, in occasione del Giornata Mondiale dell’Ambiente.
Lo scorso anno per la categoria “Pubbliche Amministrazioni ed Enti locali” è stata premiato il progetto del Consorzio CO.VA.R.14 “... di meno in Meglio, una “campagna condotta in tutta la regione Piemonte tra cui un opuscolo e consigli online sulla riduzione dei rifiuti, visite guidate nei mercati e supermercati, e la collaborazione con i ristoranti che hanno avuto l'opportunità di essere coinvolti in una rete locale “Eco-Ristoranti”; mentre per la categoria “Industria e mondo delle imprese” è stata premiata la Augustea Holding SpA per “R2R (Riutilizzo di Ricarica)” perché “varie squadre di questa azienda napoletana hanno attuato diverse attività che incoraggiano i dipendenti, le loro famiglie e i contatti professionali per ridurre i rifiuti, per esempio sostituendo bicchieri usa e getta con bicchieri di vetro personalizzati multiuso, scambio di libri, il passaggio a prodotti non imballati, ecc”.

La “Settimana” vedrà, inoltre, il coinvolgimento dei singoli cittadini nell’opera di riduzione dei rifiuti. Anche quest’anno, infatti, www.menorifiuti.org, il sito ufficiale italiano, raccoglierà gli impegni individuali grazie ad una bacheca aperta a tutti e commentabile, dove ognuno potrà scrivere il proprio impegno per la riduzione dei rifiuti durante la Settimana o un’esperienza di riduzione che già pratica quotidianamente.

La Conferenza-stampa a chiusura delle adesioni si svolgerà, come di consueto, a Rimini nel corso di ECOMONDO, la Fiera internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile.

Commenta