Scopri quanto Spazio c’è nella tua vita!

Scopri quanto Spazio c’è nella tua vita!

Dal 18 settembre 2015 è possibile visitare a Milano “European Space EXPO”, la mostra espositiva itinerante organizzata dalla Commissione europea per informare i cittadini su quali siano i benefici e le applicazioni dei Programmi Spaziali.

european space expo

Visitata finora da più di 800.000 cittadini nelle maggiori città europee, l' “European Space EXPO”, la Mostra itinerante organizzata dalla Commissione europea, che illustra come lo spazio, nonché le attività e le applicazioni spaziali, abbiano un impatto diretto sulla vita quotidiana dei cittadini, sarà ospitata dal 18 settembre al 4 ottobre 2015 a Milano (Giardini Indro Montanelli - Porta Venezia).

Grazie al ricco materiale esposto e alle applicazioni interattive, i visitatori non solo potranno conoscere i principali progetti spaziali europei (Copernicus, EGNOS, Galileo), ma anche familiarizzare con le applicazioni e i servizi disponibili nei diversi settori grazie a questi ultimi. Le oltre 30.000 applicazioni basate su tecnologie spaziali possono contribuire alla protezione dell'ambiente, monitorare i cambiamenti climatici, fornire aiuto nel gestire situazioni di emergenza (causate da disastri naturali o industriali), supportare le missioni di aiuto umanitario e aumentare la sicurezza dei cittadini Europei, nonché l’efficienza di agricoltura e acquacoltura.

Nello specifico, si potrà scoprire come Copernicus, il programma europeo che raccoglie informazioni sul nostro pianeta tramite immagini satellitari e osservazioni in situ:

- fornisca supporto alle squadre di pronto intervento dopo gravi calamità, come le massicce inondazioni che hanno colpito l'Europa centrale l'anno scorso;

- aiuti gli agricoltori a gestire meglio i loro raccolti;

- informi i cittadini sulla qualità delle acque di balneazione;

- sostenga gli sforzi per proteggere la biodiversità del nostro pianeta e del patrimonio naturale e culturale;

- protegga i nostri mari attraverso il monitoraggio e il tracciamento di fuoriuscite di petrolio;

- supporti la crescita e l'occupazione in una vasta gamma di settori economici (ad esempio salute, assicurazioni, trasporti, turismo), fornendo accesso gratuito e aperto ai dati e ai servizi satellitari;

- assista i decisori politici e gli scienziati a comprendere e gestire gli effetti dei cambiamenti climatici.

Mentre EGNOS (European Geostationary Navigation Overlay Service), sviluppato dall’Agenzia Spaziale Europea in collaborazione con la Commissione Europea e con Eurocontrol, l’ente che si occupa dell’aviazione civile europea, integra i sistemi di navigazione già esistenti (GPS e GLONASS) fornendo dati di posizionamento più precisi.

Si è trattato della prima iniziativa europea e tappa fondamentale verso Galileo, il sistema globale di navigazione satellitare sviluppato dall'Europa, in grado di:

- fornire segnali di posizionamento accurati, consentendo una miriade di applicazioni;

- consentre ad aerei ed elicotteri di atterrare in sicurezza, anche in condizioni climatiche avverse;

- migliorare i tempi di risposta delle ambulanze dopo gli incidenti di automobilismo;

- mettere a disposizione dell'Europa e dei suoi cittadini un proprio sistema di posizionamento autonomo;

- migliorare la mappatura della città e la gestione urbana;

- supportare la crescita e l'occupazione in una vasta gamma di settori economici (ad esempio su strada, il trasporto marittimo e aereo, agricoltura, servizi basati sul posizionamento: per esempio, avere informazioni in tempo reale sulla viabilità, scegliendo le strade meno trafficate ed evitando gli ingorghi, può comportare un risparmio di 10-15 minuti per ogni ora di viaggio e rende più efficaci gli interventi in situazioni di emergenza.

L'iniziativa è ideale per gli studenti ed offre la possibilità agli insegnanti, che vogliano visitarla con le proprie classi, di prenotare un “tour guidato” in compagnia di un "esperto dello Spazio" che farà da guida all’interno della mostra, stimolando la curiosità di grandi e più piccoli. Inoltre, gadgets e materiali didattici saranno messi a disposizione.

Le visite scolastiche si svolgono dal lunedì al giovedì dalle 09:00 alle 16:30 e il venerdì dalle 10.00 alle 16.00. Ogni visita dura circa 45 minuti.
Per tutti gli altri visitatori, l'orario è: dal lunedì al giovedì dalle 09:00 alle 20:00 e dal venerdì al sabato dalle ore 10:00 - 21:00.

Il 25 e il 26 settembre in occasione di "MEET me Tonight", l'edizione lombarda della "Notte dei Ricercatori" che a Milano si articolerà in due giorni, la chisura avverrà alle ore 22.00.

Commenta