Il 16 ottobre si celebra la Giornata Mondiale dell'Alimentazione 2012.

cooperative

Le cooperative agricole nutrono il mondo” è la dicitura ufficiale del tema della Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2012 che si celebra da vent’anni il 16 ottobre allo scopo di aumentare la consapevolezza dell’opinione pubblica sul problema della fame nel mondo e richiamare l’attenzione sulla sicurezza alimentare per tutti.

Il tema prescelto, annunciato ogni anno a primavera dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO), intende riconoscere il ruolo che le cooperative di produttori agricoli, pescatori e forestali svolgono nel migliorare la sicurezza alimentare e nel contribuire a liberare le persone dalla povertà, come riconosciuto, peraltro, dalle Nazioni Unite che hanno dichiarato il 2012 “Anno Internazionale delle Cooperative”.

“Ogni giorno, i piccoli produttori di tutto il mondo continuano a dover affrontare ostacoli che impediscono loro di cogliere i frutti del loro lavoro e di contribuire alla sicurezza alimentare, non solo per se stessi ma per tutti, tramite una partecipazione attiva nei mercati - ha sottolineato nel suo messaggio il Direttore Generale della FAO, José Graziano da Silva - Tuttavia, infrastrutture insufficienti e un accesso limitato a servizi, informazioni, risorse e mercati, cui si aggiunga la scarsa rappresentanza nei processi decisionali, impediscono la valorizzazione di questo potenziale”.

Viceversa, le ricerche condotte e l’esperienza maturata hanno dimostrato che se i piccoli produttori agiscono collettivamente, uniti in forti cooperative e organizzazioni, sono in grado di sfruttare le opportunità del mercato e di attenuare gli effetti delle crisi alimentari, causate dai cambiamenti climatici, dalla variabilità dei mercati, dalla volatilità dei prezzi.

alimentazione

A tal fine la FAO raccomanda di:
- migliorare la comprensione del ruolo e dell’importanza delle cooperative agricole e delle organizzazioni dei produttori nel realizzare la sicurezza alimentare e ridurre la povertà;
- promuovere queste imprese speciali come strumento per debellare fame e povertà:
- conferire potere e contribuire alla crescita e alla sostenibilità delle cooperative alimentari ed agricole;
- mettere in atto le giuste politiche, una legislazione trasparente, incentivi e opportunità di dialogo, perché sono tutti elementi necessari per la crescita delle cooperative e delle organizzazioni di produttori.

Una cooperativa è un tipo speciale di impresa sociale che equilibra due obiettivi principali:
1. soddisfare i bisogni dei suoi soci;
2. perseguire il profitto e la sostenibilità.
In altre parole, una cooperativa è un’associazione di donne e di uomini che si uniscono per formare un’impresa in comproprietà e controllata in modo democratico, in cui produrre profitto è solo una parte della storia, perché prima ci sono le persone con le loro aspirazioni socio-economiche e culturali condivise.

Considerando tutti i settori, attualmente le cooperative forniscono oltre 100 milioni di posti di lavoro in tutto il mondo, inclusi non solo i soci, ma anche i lavoratori delle aziende che forniscono beni e servizi alle cooperative stesse: il 20% in più rispetto alle società multinazionali.
Per dare un quadro delle dimensioni del fenomeno, nel 2008 le prime 300 cooperative hanno realizzato un fatturato complessivo di 1,1 trilioni di dollari statunitensi: dato quasi equivalente alle dimensioni dell’economia spagnola.