"CompraVerde-BuyGreen" (Roma, 1-2 ottobre 2015)

"CompraVerde-BuyGreen" (Roma, 1-2 ottobre 2015)

Il Forum Internazionale degli Acquisti Verdi, la Mostra-Convegno dedicata a politiche, progetti, beni e servizi di green procurement pubblico e privato, anche quest'anno si svolgerà a Roma presso l'Acquario Romano - Casa dell'Architettura, mantenendo la consueta formula di approfondimenti culturali e opportunità di business per gli operatori della green economy che ne hanno decretato il successo delle passate edizioni.

compraverde

La IX edizione di "CompraVerde-BuyGreen” - Forum Internazionale degli Acquisti Verdi, la mostra-convegno dedicata a politiche, progetti, beni e servizi di green procurement pubblico e privato, si svolgerà anche quest'anno a Roma (1-2 ottobre 2015) presso l’Acquario Romano - Casa dell’Architettura.

La Manifestazione, promossa e organizzata da Coordinamento Agende 21 Locali Italiane, Ecosistemi e Adescoop-Agenzia dell’Economia Sociale, a cui si sono affiancate la Regione Lazio e Roma Capitale, mantiene la consueta formula di approfondimenti culturali e opportunità di business per gli operatori della green economy. In particolare, al GreenContact, progetto pensato per creare nuove opportunità, favorire lo scambio e agevolare i processi di acquisto e vendita di beni e servizi verdi e sostenibili, con incontri one to one, organizzati secondo un’agenda personalizzata di appuntamenti tra enti pubblici, piccole e medie imprese,di servizi e organizzazioni non profit interessate a intraprendere relazioni economiche e commerciali, partnership e collaborazioni di carattere tecnico e progettuale, si sono registrati oltre 700 incontri.

Alla luce dei recenti sviluppi in materia di appalti pubblici e di centrali di committenza, il Forum si propone come sede privilegiata in cui conoscere, aggiornarsi e confrontarsi sull’importante comparto degli acquisti verdi e delle produzioni sostenibili nel nostro Paese.

Comprare verde significa scegliere beni e servizi tenendo conto del loro impatto ambientale e sociale nel corso dell’intero ciclo di vita (produzione, utilizzo e smaltimento), integrando i criteri ambientali in tutte le fasi del processo di acquisto di beni e servizi, attraverso la ricerca e la scelta di soluzioni ecocompatibili.

Quando a comprare verde è la Pubblica Amministrazione si parla di acquisti pubblici verdi (o GPP-Green Public Procurement):
- in Europa i volumi di spesa per gli acquisti delle P.A. sono mediamente pari al 16% del PIL (circa 2.400 miliardi di euro l’anno); in Italia tale valore ammonta a circa 150 miliardi di euro;

- nel 2013 è stato revisionato il Piano d’Azione Nazionale per il Green Public Procurement (PAN) che sancisce nuovi obiettivi a livello nazionale e il raggiungimento del 50% di acquisti verdi negli appalti pubblici per le categorie merceologiche per cui siano stati definiti i criteri ambientali minimi” (CAM);

- le “Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali” (cd. Collegato ambientale alla legge di stabilità 2014) prevede che la Pubblica Amministrazione valorizzi e favorisca sempre più la scelta di organizzazioni “green” nell’approvvigionamento di prodotti e servizi.

Sono sempre più diffusi gli appalti pubblici che, oltre a tener conto dei CAM approvati, considerano anche i criteri sociali, in linea con quanto stabilito dalla “Guida per l’integrazione degli aspetti sociali negli appalti pubblici”. Gli acquisti sostenibili si inseriscono nella strategia di lungo termine dell’Unione europea che attraverso il documento “Strategia Europa 2020” ha individuato specifiche azioni a supporto di una “crescita intelligente, sostenibile e inclusiva”.

Attraverso gli appalti verdi cambia il mercato in senso ecologico e sociale: si valorizzano i prodotti riciclati, si favoriscono le innovazioni tecnologiche ambientali, si riducono gli sprechi e si creano opportunità di inclusione sociale.

Anche nel 2015 il Forum premierà le realtà italiane che avranno saputo distinguersi nell’attuare politiche di diminuzione dell’impatto ambientale e di acquisti sostenibili grazie ai premi:

- MensaVerde, destinato alle organizzazioni pubbliche, private e non profit che si sono distinte per aver attivamente contribuito alla diffusione degli acquisti verdi e del consumo sostenibile nel settore della ristorazione collettiva, riducendone gli impatti ambientali e favorendo l’adozione di pratiche di alto valore etico e sociale;

- CompraVerde, il miglior Bando e miglior Politica di GPP realizzata, destinati agli enti che si sono distinti per aver attivamente contribuito alla diffusione degli acquisti verdi);

- Vendor Rating e Acquisti Sostenibili, destinato alle imprese che si sono distinte nell’inserire adeguati criteri di sostenibilità economica, sociale e ambientale nel processo di qualifica, ricerca e selezione dei fornitori;

- CulturaInVerde, riconoscimento assegnato alle manifestazioni culturali (rassegne teatrali, cinematografiche, musicali, di danza, di arti figurative, letterarie) che hanno ridotto gli impatti generati dalla loro attività, integrando gli aspetti ambientali e sociali nell’organizzazione e gestione degli eventi e nell’acquisto di beni e servizi necessari alla loro realizzazione.

Il termine ultimo per inviare la modulistica e aderire ai Premi è stato posticipato al 15 settembre 2015.

L’iniziativa “Il GPP dalla A alla Z” rappresenta il contributo fondamentale del Gruppo di Lavoro Acquisti Verdi del Coordinamento Agende 21 Locali Italiane al Forum CompraVerde-BuyGreen. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di aiutare le pubbliche amministrazioni, decisori da un lato e responsabili degli acquisti dall’altro, ad orientarsi nel mondo degli acquisti verdi fornendo loro dei momenti di formazione concisi su temi specifici.

La partecipazione ai seminari è aperta e gratuita, nello spirito dello scambio di buone pratiche, esperienze e collaborazione del GdL Acquisti Verdi. Quest’anno l’iniziativa è arricchita con nuove modalità di confronto al fine di offrire un’esperienza sempre più stimolante e funzionale alla messa in pratica degli acquisti verdi, per cui i seminari prenderanno forme diverse a seconda dei temi trattati. Oltre alle sessioni di formazione frontale e agli approfondimenti tecnici su appuntamento, saranno realizzate delle sessioni operative durante le quali i partecipanti, a partire dalla presentazione di un capitolato con criteri ambientali, potranno approfondire le criticità e i casi di successo. Le sessioni frontali avranno la durata di 40 minuti, così suddivisi: 30 minuti per la presentazione del tema da parte del/i relatore/i e 10 minuti per domande e risposte. Le sessioni operative avranno invece la durata di 50 minuti, distribuiti in 10 per la presentazione del relatore e 40 di discussione con i partecipanti.

Gli approfondimenti tecnici su appuntamento, vanno concordati entro il 29 settembre 2015 inviando una richiesta a: gppAZ@forumcompraverde.it.

Il Forum 2015 torna a promuovere spazi fuori dalle convezioni del solito convegno e un luogo dove i partecipanti potranno scegliere di programmare e organizzare incontri e dibattiti con la propria filiera di settore, con i propri clienti, con le amministrazioni, ricevendo il supporto di esperti. Un modo innovativo e concreto per ideare, progettare e costruire nuove relazioni, nuovi modi di lavorare, nuove prospettive.

Gli assi tematici in cui si sarà articolato il Programma culturale 2015 sono: tutela dei diritti sociali e nuove direttive; edilizia sostenibile; cultura ed eventi a basso impatto ambientale; mercato del riciclo; sostenibilità nelle filiere del turismo e della ristorazione collettiva; acquisti verdi nel settore della sanità; competenze e professioni per gli acquisti verdi e le produzioni sostenibili.

In linea con le finalità della Manifestazione, il Forum stesso è un evento green. L’organizzazione prevede infatti azioni di efficienza energetica, raccolta differenziata dei rifiuti, ristorazione biologica, utilizzo di stoviglie biodegradabili e molto altro. Un impegno premiato con la certificazione ISO 20121 per la gestione sostenibile dell’evento.

Per info e iscrizioni alla IX edizione contattare l’organizzazione della manifestazione.
 

Commenta