I Comuni che abbiano attivato, negli anni 2009-2012, investimenti con risorse proprie in grado di generare investimenti di terzi nei settori energetico-ambientali, nell’ottica dello sviluppo sostenibile, hanno tempo fino al 31 luglio 2013 per proporre la propria candidatura al Premio, promosso da Kyoto Club e dal Coordinamento Agende 21 locali italiane e sostenuto dalla Fondazione Cariplo.

spendere-senza-soldi

Nell’ambito del Progetto “Spendere senza soldi”, promosso da Kyoto Club e sostenuto dalla Fondazione Cariplo, che ha l’obiettivo di far conoscere agli Amministratori locali e agli operatori tecnici degli Enti Locali le opportunità offerte dagli strumenti di finanziamento disponibili attraverso l’aggiornamento dei contenuti, la classificazione degli strumenti e la diffusione di buone 

pratiche già realizzate, è stato indetto il Premio “Spendere senza soldi” avente la finalità di incoraggiare e stimolare la qualità degli interventi, favorendo percorsi verso modelli di sviluppo locale energeticamente efficiente e ambientalmente compatibili con i cambiamenti climatici in atto.

Al Premio, promosso oltre che da Kyoto Club dal Coordinamento delle Agende 

21 Locali Italiane, possono candidarsi i Comuni che abbiano attivato, negli anni 2009-2012, 

investimenti con risorse proprie in grado di generare investimenti di terzi nei settori energetico-ambientali, nell’ottica dello sviluppo sostenibile.

Sarà assegnato un premio per le seguenti categorie di Comuni:

categoria 1: fino a 5.000 abitanti

categoria 2: da 5.001 a 20.000 abitanti

categoria 3: da 20.001 a 90.000 abitanti

categoria 4: oltre 90.000

Ai fini dell’eleggibilità il progetto proposto per il Premio deve avere requisiti:

- è consistente con gli impegni formali del Patto dei Sindaci, come definiti nel “Covenant Official Text”;

- è presente sul sito del Comune;

- è stato approvato dal Consiglio comunale;

- contiene azioni concrete in almeno 3 dei seguenti settori: produzione locale di energia; pianificazione territoriale; acquisti pubblici; coinvolgimento della cittadinanza e degli stakeholder; settore industriale (escluso il settore ETS);

- è stato avviato, negli anni 2009-2012, con risorse proprie che abbiano generato investimenti di terzi, quantificati nella candidatura al Premio.

Il termine per la presentazione delle candidature è mercoledì 31 luglio 2013. Per candidarsi è necessario inviare la scheda di iscrizione che può essere scaricata insieme al Regolamento all’indirizzo. 

Compilata, timbrata e sottoscritta dal legale rappresentante (o da altro soggetto autorizzato) dovrà essere inviata attraverso il servizio postale mediante raccomandata R/R a:

Enrico Marcon - Kyoto Club

Via Genova, 23

00184 Roma;

oppure  per posta elettronica con la scansione dei documenti originali a: e.marcon@kyotoclub.org

Un Comitato tecnico riceverà le candidature e verificherà la sussistenza dei requisiti 

formali come indicati nei sopra indicati“Criteri di eleggibilità”.

La valutazione delle candidature eleggibili sarà operata dal Comitato Scientifico secondo i “Criteri di Premiazione” che si basano su:

- accuratezza nella quantificazione degli investimenti terzi generati dall’intervento;

- coinvolgimento del settore pubblico, oltre all’Amministrazione locale e del settore privato

(stakeholder) per la redazione del progetto e per l’attuazione dell’intervento;

- qualità e ambizione dell’impegno dell’ente pubblico nelle proprie politiche energetico-ambientali;

- qualità del progetto come strumento di comunicazione con gli stakeholder;

- coerenza interna e con piani ed azioni intrapresi in altri ambiti e ad altri livelli decisionali.

Il Comitato scientifico potrà altresì attribuire menzioni speciali. La cerimonia di premiazione si terrà, dalle 09:30 alle 11:00, in occasione dell’Assemblea del Coordinamento delle Agende 21 Locali Italiane, in programma a Padova sabato 21 settembre 2013

Il Coordinamento delle Agende 21 Locali Italiane e Kyoto Club diffonderanno la notizia di 

assegnazione del Premio “Spendere senza soldi”, sotto forma di targa o analogo riconoscimento, presso i mezzi d’informazione e attraverso i propri siti web e canali di comunicazione.