Pedaso: un’eccellenza nell’educazione ambientale

Pedaso: un’eccellenza nell’educazione ambientale

Iniziative, premi, riconoscimenti e non solo… tutto in chiave green!

Pedaso

Situato tra mare e collina, il piccolo comune di Pedaso è famoso per il suo bel lungomare, i cui sottopassaggi sono intitolati a personaggi famosi, grazie al Progetto "Il lungomare dei cantautori". Nel suo territorio è presente il monte Serrone, dove ogni primo maggio si svolge la scampagnata dei lavoratori e dove si possono raccogliere le more in autunno e si possono fare lunghe passeggiate per godersi il panorama in qualsiasi momento dell'anno.
Abbiamo intervistato il Vicesindaco, Paolo Concetti, per capire in che modo l’Amministrazione cerca di valorizzare il suo territorio e quali sono i progetti futuri nel settore ambientale, visto i buoni risultati raggiunti finora, essendo Pedaso “Bandiera blu” e "Comune riciclone”.

Vicesindaco, quali sono le caratteristiche ambientali del comune di Pedaso?
Pedaso è un territorio piccolo ma importante nelle Marche, soprattutto a livello ambientale e turistico, con spiagge e mare, aree verdi-floristiche protette, il fiume Aso e la piccola collina del Monte Serrone, che rappresentano delle peculiarità territoriali non indifferenti.

Finora cos’è stato fatto dall’Amministrazione per tutelare queste bellezze naturali?
La nostra è un’Amministrazione giovane ma abbiamo progetti importanti in corso.
Quest’anno abbiamo ricevuto l'importante premio "Comune Riciclone” in quanto Pedaso, dal Rapporto rifiuti Regione Marche, è il primo Comune della Provincia di Fermo per la raccolta differenziata con una media nel 2012 di oltre il 71% di differenziata. Sono in atto iniziative che puntano allo sviluppo del settore turistico, legate in particolare ai servizi di qualità per le spiagge, infatti quest’anno abbiamo ottenuto “bandiera blu”, che rappresenta un riconoscimento molto importante per Pedaso, insieme alle “due vele" della Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano.

Com'è la qualità dell'acqua del suo territorio e come vengono effettuati i controlli?
I controlli dell’acqua sono di competenza dell’ARPAM e la qualità delle nostre acque migliora ogni anno grazie ad una strategia congiunta tra Regione e Comune e alla forte attenzione da parte dell’Amministrazione di Pedaso.

Può spiegarci che tipo di servizio di raccolta dei rifiuti è stato proposto ai cittadini?
Da circa 2 anni abbiamo proposto la raccolta “porta a porta spinta” su tutto il territorio comunale, raggiungendo quest’anno il 75% di raccolta differenziata con dei picchi mensili che superano l’80%. Purtroppo, il problema principale rimane l’enorme quantità di rifiuti difficile da gestire che si presenta nel periodo estivo per la massiccia presenza di turisti.

Pedaso 2

Il Comune di Pedaso, rappresentato dal Sindaco Barbara Toce e il ViceSindaco Paolo Concetti che ritirano la targa dalle mani del Presidente della Provincia di Fermo Fabrizio Cesetti, dall'Assessore Regione Marche Maura Malaspina dal Presidente regionale Legambiente Luigino Quarchioni.

Per quanto riguarda progetti di educazione ambientale, in che modo l'Amministrazione cerca di coinvolgere le nuove generazioni?

Abbiamo la fortuna di avere nel nostro territorio la scuola materna, primaria e secondaria di primo grado che collaborano attivamente in diversi percorsi. Abbiamo completato il progetto “Puliamo il mondo”, la campagna nazionale di sensibilizzazione organizzata da Legambiente. Nel 2012 abbiamo portato avanti un'iniziativa legata al tema dell’acqua e per la fine di quest’anno e l’inizio del 2014 sarà sviluppato un altro progetto legato al tema dell’albero, come simbolo di vita.

In che modo cercate di soddisfare il fabbisogno energetico degli edifici pubblici presenti nel territorio di Pedaso?
Recentemente abbiamo fatto un analisi e stiamo cercando di abbattere il più possibile i costi all’interno del bilancio comunale.
È attivo un impianto fotovoltaico di 30 KW sul tetto della scuola media, ma stiamo cercando di sfruttare anche tutta la copertura della palestra per coprire un’altra importante percentuale di fabbisogno energetico.

Un augurio ai suoi cittadini…
Sebbene sia un Comune dalle dimensioni ridotte rispetto ai grandi centri, spero che Pedaso possa diventare un esempio nell’ambito dell'educazione ambientale. Siamo la dimostrazione che anche dal “piccolo” possono nascere progetti ambiziosi.

Commenta