“Obama - Romney: le differenze nel modo con cui buttarsi dalla scogliera”

“Obama - Romney: le differenze nel modo con cui buttarsi dalla scogliera”

Ironica metafora del linguista e filosofo Noam Chomsky sull’assenza del problema dei cambiamenti climatici dal dibattito televisivo tra i due candidati.

presidenti

“Ci sono due questioni di importanza enorme, perché mettono in gioco il destino delle specie: il disastro ambientale e la guerra nucleare”: ha scritto Noam Chomsky all’indomani del dibattito televisivo tra i due sfidanti per le Presidenziali statunitensi, ma sono “Problemi che Obama e Romney hanno evitato” (in “Nations of Change”, 5 ottobre 2012).

Se l’attivismo antinucleare e più specificamente la costante critica nei confronti della politica estera statunitense di Chomsky erano ben conosciuti, fin dai tempi della guerra in Vietnam, la sua attenzione alle problematiche ambientali, quantunque consequenziali alle sue idee, è più recente, ma altrettanto acuta.

Il fondatore della Grammatica generativo-trasformazionale, considerata il più rilevante contributo alla linguistica teorica del XX secolo, influenzando altre branchie del sapere e della scienza, per il suo articolo ha preso spunto dall’assenza nelle argomentazioni dei due contendenti di ogni riferimento alla lotta contro i cambiamenti climatici, anche se nei mesi precedenti la navigabilità dei grandi fiumi del Nord America sia stata interrotta per l’assenza di acqua, le ondate di calore abbiano colpito le città statunitensi con luglio, il mese più caldo mai registrato, le produzioni cerealicole del Middle West siano state messe jn ginocchio dalla siccità, lo scioglimento estivo dei ghiacci nell’Artico abbia raggiunto un nuovo record.

Viceversa, la Piattaforma del Partito Repubblicano, rispetto alle indicazioni contenute in quella del 2008, il problema dei cambiamenti climatici è scomparso del tutto, mentre si insiste sulla necessità di aprire alle perforazioni per la ricerca di idrocarburi l’Alaska Arctic Wildlife Refuge per “approfittare di tutte le risorse americane che Dio ci ha dato”, mentre il Presidente Democratico in carica ha sottolineato la necessità che gli USA conquistino una indipendenza energetica per 100 anni, sfruttando il fracking e le altre nuove tecnologie, senza alcun riferimento, afferma Chomsky, a come sarebbe il Pianeta dopo un secolo di tali pratiche.

“Quindi, la differenza tra i due partiti è sulle modalità con le quali i lemming debbano marciare entusiasticamente verso la scogliera”: conclude ironicamente il Professore emerito al Massachusetts Institute of Technology .


Commenta