A Milano il 15 maggio 2014 avrà luogo Lumen Fortronic, evento dedicato alla tecnologia a LED, sempre più modulabile in intensità, qualità e temperatura di colore, rendendo possibile la sua adattabilità a qualsiasi esigenza ambientale

paris notre dame led

Dopo la Tour Eiffel, anche un altro monumento simbolo di Parigi è ora illuminato dalla tecnologia a LED.
Nell’ambito dei lavori di ristrutturazione per la celebrazione del Giubileo per gli 850 anni dalla posa della prima pietra, la Cattedrale di Notre Dame capolavoro di architettura gotica, ha rinnovato la sua illuminazione interna, sostituendo le obsolete lampade ad incandescenza con 400 luminarie di diodi a emissione luminosa (Light Emitting Diode) per una potenza installata di 35 kW, contro i quasi 150 kW, che consentirà, oltre ad una riduzione dei consumi energetici e delle emissioni di CO2 in atmosfera, un risparmio di circa 50.000 euro all'anno. Inoltre, con i vecchi impianti era necessario operare sostituzioni di lampade fino a 5 volte l’anno, per altro con difficoltà di accesso ai punti di illuminazione, ora non sarà necessario alcun intervento prima di 5 anni.

Consapevoli della necessità di fare dei lavori e di apportare modifiche, le autorità preposte della cattedrale si sono prioritariamente preoccupate di mantenere la solennità dell'edificio, affidando il compito ad Armand Zadikian, esperto di sistemi di illuminazione, ma soprattutto delle esigenze dei luoghi di culto.
L’illuminazione deve essere efficace, non deve sovrastare la bellezza dell’architettura. Bensì deve valorizzarla”, ha affermato Zadikian.

La maggior parte dei fari è disposta nella parte superiore della Cattedrale, al livello del triforium, proiettati verso l'altare, l’ambone, il coro, la navata, i transetti, gli stalli, la pietà, l'organo e il colonnato di trifore, disposti su binari fissati negli interstizi delle pietre delle colonne, per evitare di danneggiarle. Tale illuminazione si completa con listelli che sporgono dal bordo delle trifore per 300 m, su entrambi i lati delle colonne, posizionati leggermente dietro e verso le volte, con proiettori RGB (Red, Green, Blue) di tricromia additiva che accentuano la profondità del triforium e creano la giusta atmosfera in base all'evento cui la cattedrale fa da cornice: cerimonia religiosa; evento culturale; concerto; visite turistiche (14 milioni di turisti nel 2013). Un controllore DMX (Digital MultipleX) con l’aiuto di un touch screen consentirà di gestire intensità e colore della luce, dal momento che sono registrati diversi programmi di luminosità ed altri supplementari possono essere aggiunti.

notre-dame particolare luci led
foto: newscenter.philips.com


Ormai la tecnologia a LED è sempre più modulabile in intensità, qualità e temperatura di colore rendendo possibile la sua adattabilità a qualsiasi esigenza ambientale, aprendo orizzonti verso lo”smart lighting”, la terza generazione di tecnologie dell’illuminazione, legato alla crescente diffusione dei LED e al matrimonio tra il mondo dei semi conduttori e quello dell’illuminotecnica.

È questo il paradigma che sottende ormai a qualsiasi tipo di progetto illuminotecnico, sia in ambito residenziale che in ambito “contract” (uffici, negozi, alberghi ecc.). E dietro a questo c'è spazio per un'unica tecnologia, il LED, che permette di avere una luce controllabile, modulabile in intensità e temperatura colore e adattabile a ogni esigenza ambientale.
Proprio sulle nuove caratteristiche della luce si concentrerà l’edizione 2014 di Lumen Fortronic, il Forum tecnologico organizzato a Milano il 15 maggio al Centro Congressi NH Milanofiori - Assago.
L'evento promosso da Assodel (Associazione Nazionale Fornitori Elettronica) si focalizza su quanto viene tecnologicamente proposto da manufacturer e produttori nel Solid State Lighting (SSL): i materiali; le soluzioni di controllo e pilotaggio; gli strumenti di controllo e analisi, le interfacce e l’interconnessione; la sensoristica; l’integrazione in sistemi di domotica e di building automation.

Tre i percorsi tematici che saranno sviluppati:
1. LED technology: status e RoadMap
I principali produttori di LED e OLED sono chiamati a fare il punto della situazione sull’evoluzione della tecnologia per rispondere a queste domande:
qual è oggi il vostro prodotto di punta?
- quale compromesso avete raggiunto tra efficienza e qualità della luce?
- quali sono i nuovi prodotti e quali trend di tecnologia pianificate nel breve termine?

2. Tavola Rotonda: Light&Building 2014 – le novità e i trend visti dagli esperti del settore
Il Light&Building 2014 visto dagli esperti del settore: produttori di sistemi illuminanti e di componenti, lighting designers ed esperti della progettazione, si confrontano su quello che considerano essere state le novità più significative apparse durante l’evento che a Francoforte ha da poco chiuso i battenti con un grande successo di sponsor e di pubblico.

3. Thermal Management: problematiche e soluzioni della gestione termica dei LED
Un workshop sulle opportunità e i limiti, i costi e le soluzioni della gestione termica partendo dalla sorgente - quanto dissipano i LED - verso l’ambiente in cui si deve disperdere il calore. Passando attraverso i circuiti stampati, i materiali di interfaccia e le soluzioni innovative.

L'evento è rivolto a progettisti, system integrator, produttori “illuminotecnici”, tecnici, installatori, impiantisti, distributori locali, acquisitori e uffici tecnici della industria e della P.A.