Compie dieci anni la celebre Campagna di sensibilizzazione radiofonica per il Risparmio Energetico lanciata dalla trasmissione radiofonica Caterpillar, in onda su Radio2 RAI dal lunedì al venerdì alle 18.00, che “spegne” simbolicamente ogni anno tutt’Italia.


milluminodi meno


È il momento di fare un primo bilancio da parte di chi, come i due storici conduttori di Caterpillar e CaterpillarAM, Massimo Cirri e Filippo Solibelli, in questi anni hanno concretizzato l’invito a investire sul cambiamento delle proprie abitudini e sulle energie rinnovabili, dall’adozione del fotovoltaico all’auto elettrica, dall’uso della bici alla gestione intelligente dell’illuminazione e degli elettrodomestici.
L’invito consueto è quello di aderire ad un simbolico “silenzio energetico”nella Giornata del Risparmio energetico, il 14 febbraio 2014.

Dopo aver spento i più noti monumenti delle città italiane ed europee nelle passate edizioni, tutti gli attori, dalle istituzioni ai privati cittadini, dalle scuole ai negozi, dalle aziende alle associazioni culturali, vengono sollecitati a rendere visibile la propria attenzione al tema della sostenibilità spegnendo piazze, vetrine, uffici, aule e private abitazioni, tra le 18 e le 19,30, durante la messa in onda della trasmissione. Si tratta di un gesto simbolico cui da qualche anno vengono affianchiate anche iniziative volte ad accendere, laddove possibile, luci “pulite”, facendo ricorso a fonti rinnovabili e sistemi intelligenti di illuminazione.

Il 14 febbraio 2014, per festeggiare il decennale dell’iniziativa, Caterpillar invita in modo particolare i musei a mostrare simbolicamente il proprio amore per il Pianeta spegnendo brevemente le luci su un proprio capolavoro, eventualmente illuminandolo a Led o con altre tecniche intelligenti, per sottolineare il legame tra cultura e sostenibilità ambientale, fondamentale per contribuire a cambiare lo stile di vita dei cittadini e per trovare, tramite il risparmio energetico, nuove risorse economiche. Anche il patrimonio artistico può attingere al grande bacino ancora sotto utilizzato del risparmio energetico.

Dal 20 gennaio, Caterpillar sta dando voce a tutte le azioni virtuose di razionalizzazione dei consumi (riduzione degli sprechi, produzione di energia pulita, mobilità sostenibile, riduzione dei rifiuti) e a tutte le iniziative in preparazione per l’ormai tradizionale Festa del Risparmio Energetico, che propone non un oscurantista ritorno al passato, ma una sorta di gioioso “pride” della gestione intelligente delle risorse per ripensare un futuro sostenibile.

La Campagna ha ottenuto anche quest’anno l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e il Patrocinio del Parlamento Europeo.

Per ufficializzare l’adesione è sufficiente scrivere a caterpillar@rai.it. Per l’adesione 2.0 all’iniziativa si può postare sulla pagina Facebook di M’illumino di Meno la propria modalità di partecipazione e personalizzare l’immagine del proprio profilo con l’apposito logo di M’illumino di meno.
Inoltre, dopo il successo delle scorse edizioni, è stato scelto l’inno ufficiale 2014, tra tutti i brani originali di ogni genere musicale e ispirati al decalogo energetico per le categorie professionisti, scuole e resto del mondo. Il brano vincitore (dei Marmaja) ha accompagnato e accompagnerà la campagna 2014, in diretta nazionale su Radio2. Tutti gli inni sono stati trasmessi e sono ascoltabili sul sito di Caterpillar.

Tutti quanti insieme, adulti e bambini, cittadini, studenti, lavoratori, amministrazioni locali, stazioni ed aeroporti sono invitati a vivere un intero giorno all’insegna della sostenibilità ambientale e delle buone pratiche cercando di:

1. razionalizzare i consumi energetici e ridurre gli sprechi;
2. produrre energia pulita;

3. scegliere la mobilità sostenibile (bici, car sharing, mezzi pubblici, andare a piedi);

4. ridurre i rifiuti (con la raccolta differenziata, il riciclo e riuso, l’attenzione allo spreco di cibo.

spegnilospreco gioco tavola

Gioco da Tavolo scaricabile dal sito (download del pdf)

Di seguito i “promemoria” indispensabili per M’illumino di meno

L’Agendina Verde
1. non c’è efficienza energetica senza ricerca: più ricerca green = più lavoro.
2. taglio emissioni: meno carbone, più energia rinnovabile.
3. non lasciamo la pacchia del sole agli amici tedeschi.
4. non buttiamo l’energia, cambiamo la rete di distribuzione.
5. crediamoci: il nostro futuro è la green economy.
6. vietato sprecare.
7. ristrutturare e costruire eco-sostenibile.

8. città civile.
9. se non dividi bene la spazzatura, sei ……!
10. anche a piedi e in bici.

Il Decalogo
Buone abitudini per la giornata di M’illumino di Meno (e anche dopo!)
1. spegnere le luci quando non servono.
2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici.
3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria.
4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola.
5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre.
6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lasci passare aria.
7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, agli infissi, alle porte esterne.
8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni.
9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni.
10. utilizzare l’automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.