Innovazione e sviluppo sostenibile per le aziende ortofrutticole toscane

Innovazione e sviluppo sostenibile per le aziende ortofrutticole toscane

Sarà presentato il 22 ottobre 2015 il Progetto Integrato di Filiera per l’innovazione e lo sviluppo sostenibile delle aziende ortofrutticole della Toscana con cui il Consorzio “Ori di Toscana” partecipa al Bando PIF del PSR della Regione toscana, di cui la Tirrenofruit srl è capofila.

programma sviluppo rurale regione toscana


- Sviluppare la filiera frutticola toscana, in particolar modo nelle zone collinari, puntando sulle eccellenze , delle produzioni ottenibili;
- sviluppare la filiera orticola regionale favorendo l’innovazione e lo sviluppo della sericoltura, in particolare nell’area geotermica, in modo da utilizzare al meglio le risorse energetiche rinnovabili del territorio;
- innovare il prodotto e il processo delle filiere nel massimo rispetto dell’ambiente;
- valorizzare le produzioni del territorio attraverso adeguate e moderne attività di marketing, rivolte al consumatore finale:
sono questi gli obiettivi su cui il Consorzio “ORI DI TOSCANA“ si appresta a partecipare alla misura “Progetti Integrati di Filiera (PIF)" del Piano di Sviluppo Rurale regionale, annualità 2015.

Ad oggi, il Consorzio annovera circa 50 aziende agricole socie tra le migliori realtà imprenditoriali della regione ed ha commercializzato nell’anno 2014 oltre 80.000 q.li di prodotti ortofrutticoli toscani per un valore di oltre 9 milioni di euro, attraverso la società TIRRENOFRUIT, individuata come proprio operatore organizzativo e commerciale sul territorio. I prodotti garantiti dal marchio “ORI DI TOSCANA” sono sottoposti ad un controllo rigoroso, partendo da una corretta gestione agricola dei metodi di coltivazione rispettosi dell’ambiente fino a limitare al massimo l’uso dei prodotti chimici, prendendo a riferimento i disciplinari di produzione adottati dalla Regione Toscana.

L’obiettivo è quello di dare un’opportunità di sviluppo alle imprese agricole del territorio con il rilancio delle produzioni ortofrutticole toscane, attraverso accurate programmazioni commerciali. Il consorzio punterà ad uno sviluppo armonico su tutta la filiera, progettando e realizzando un modo nuovo di produrre e consumare in grado di rilanciare e sviluppare, culturalmente, economicamente e strategicamente la ricchezza delle tradizioni alimentari toscane.

A tal fine, Giovedì 22 ottobre alle ore 10,30 si svolgerà un incontro presso la sede UNCEM Toscana - Via Cavour, 15 - Firenze, nel corso del quale verrà illustrato il contenuto del “Progetto Integrato di Filiera per l’innovazione e lo sviluppo sostenibile delle aziende ortofrutticole della Toscana”.
I lavori saranno aperti dal Presidente dell’UNCEM Toscana, Oreste Giurlani, a cui seguiranno l’intervento del Direttore generale del Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche (COSVIG), Dott. Sergio Giacchella, e l’illustrazione del Progetto ad opera del Perito Agrario Roberto Natali.
 

Commenta