Lanciato dalla FAO, il libro “Legumi, semi nutrienti per un futuro sostenibile” porta i lettori in un viaggio di 190 pagine attraverso le cucine e le culture di tutto il mondo, esplorando ricette e storie locali per scoprire le radici indigene, i benefici attuali e i sapori senza tempo della cucina dei legumi.

potere dei legumi libro importanti chef condividono segreti in cucina

Gli amanti di piselli, fagioli, lenticchie e di tutti i loro cugini leguminosi possono adesso aumentare il proprio appetito e le proprie capacità culinarie grazie ad un nuovo libro con le ricette dei più famosi chef internazionali appassionati di alcuni degli alimenti più versatili al mondo: i legumi.

Lanciato pochi giorni fa dalla FAO, il libro intitolato “Legumi, semi nutrienti per un futuro sostenibile” conduce i lettori in un viaggio di 190 pagine attraverso le cucine e le culture di tutto il mondo, esplorando ricette e storie locali per scoprire le radici indigene, i benefici attuali e i sapori senza tempo della cucina dei legumi.

Oltre a fornire una panoramica dei modi in cui essi apportano benefici alla nutrizione, alla salute, alla biodiversità e alla sicurezza alimentare, il libro spiega passo-passo anche che cosa cercare quando si acquistano, come coltivarli a casa e come cucinarli. Inoltre, presenta dieci chef di fama internazionale nel loro viaggio quotidiano al mercato e nelle loro cucine, mentre preparano tre piatti semplici a base di legumi e condividono i loro segreti su come cuocerli.

Il volume, comunque, non si limita a soddisfare il palato dei lettori, ma è anche ricco d’informazioni, di grafici e di storie sui legumi: la loro diversità, dove vengono coltivati, quali paesi li seminano, quali li commerciano, e le loro caratteristiche nutrizionali.

È un libro ricco di illustrazioni e magnifiche fotografie che mostra i numerosi modi in cui i legumi contribuiscono alla sicurezza alimentare, all’agricoltura sostenibile, all’adattamento al cambiamento climatico e alla salute in generale - ha sottolineato il direttore generale della FAO José Graziano da Silva alla presentazione del libro che si è tenuta a Roma - Essi rappresentano una fonte alternativa e accessibile alle proteine della carne e stanno sempre più diventando una coltura fondamentale per i piccoli contadini a livello familiare”.

Ambasciatori speciali come patrocinatori
Alla cerimonia di presentazione del libro, Graziano de Silva ha nominato la scrittrice e food blogger britannica Jenny Chandler ambasciatrice speciale per l’Anno Internazionale dei Legumi 2016 in rappresentanza dell’Europa. Oltre a scrivere sul suo blog, infatti, Chandler è autrice di quattro libri di cucina, tra cui uno dedicato esclusivamente a ricette con i legumi. La Chandler si unisce a un gruppo di sei ambasciatori regionali per l’Anno Internazionale che sosterranno la FAO nel promuovere la salute e il beneficio ambientale dei legumi attraverso eventi internazionali e di sensibilizzazione ai media. Oltre all’inglese, vi sono la canadese Joyce Boye (per il Nord America), l’indiana Kadambot Siddique (per l’Asia), Elizabeth Mpofu dallo Zimbabwe (per l’Africa) e Mago Habib dall’Egitto (Vicino Oriente). La nomina per l’America Latina e i Caraibi è in via di finalizzazione.

Perché i legumi?
Dai falafel al dahl fino al peperoncino, il libro mostra come i legumi siano parte della cultura alimentare e delle diete standard di tutto il Pianeta, oltre che un ingrediente chiave in molti piatti nazionali e regionali.
I legumi sono ricchi di proteine - il doppio di quelle che si trovano nel grano e tre volte quelle del riso. Soprattutto, quando sono consumati con i cereali, aumentano la qualità delle proteine dei pasti. Essi sono anche ricchi di micronutrienti e di vitamine del gruppo B, e il fatto che siano a buon mercato li rende ideali per migliorare le diete nelle zone più povere del mondo. Ma i loro benefici per la salute non si fermano qui. Sono anche eccellenti per la gestione del peso, del colesterolo, della salute dell’apparato digerente e per la lotta contro l’anemia di donne e bambini. E, poiché non contengono glutine, sono ideali per i pazienti celiaci.

I vantaggi per la biodiversità e l’adattamento al clima
Poiché i legumi aiutano a fissare l’azoto nel terreno, contribuiscono a rendere più sane e produttive le aree agricole, lasciando gli agricoltori meno dipendenti dai fertilizzanti sintetici, e causando un minore impatto ambientale.
Inoltre, migliorando lo stato di salute generale del terreno, creano un ricco habitat per germi, insetti e batteri di vario tipo che incrementano la biodiversità anche sotto la superficie del terreno.
Infine, nell’era del cambiamento climatico, i legumi hanno molto da offrire agli agricoltori che cercano di adattare la loro produzione alle mutevoli condizioni atmosferiche: con centinaia di varietà tra cui scegliere, c’è un legume per quasi ogni diverso habitat ambientale.

Legumi, semi nutrienti per un futuro sostenibile” per ora è disponibile in inglese, francese e spagnolo. Versioni in arabo, cinese e russo sono in via di preparazione.