Il mercato dell'arredo: come cambiano le abitudini all'acquisto delle generazioni

Il mercato dell'arredo: come cambiano le abitudini all'acquisto delle generazioni

La ricerca commissionata da Federlegnoarredo alla società di consulenza Pambianco restituisce un’immagine del mercato di profondo cambiamento, che pone alle imprese del settore nuove sfide indotte dalle nuove abitudini di acquisto del consumatore italiano, in particolare del cosiddetto Millennial (28-36 anni), sempre più digitale nel recepire informazioni, sempre più esigente in fatto di dettagli di prodotto, sempre più attento alla social responsability e alla green economy.

mercato arredo cambiano abitudini acquisto generazioni

Sono stati presentati il 21 settembre 2016 presso la sede di Federlegnoarredo l'interessante ricerca commissionata dalla Federazione imprese settore mobile e arredamento a Pambianco - Strategia di Impresa, Società di consulenza, con l’obiettivo di fornire alle aziende del settore una chiave di lettura sugli stili vita e i comportamenti d’acquisto della generazione Millennial (i consumatori nati tra il 1980 e il 2000) che, nel nostro Paese, supera ampiamente gli 11 milioni di abitanti, quindi non più trascurabile per il sistema economico, e per aprire con essa un canale di comunicazione e di vendita.

Oggi il settore arredamento e design online sviluppa un giro d’affari di circa 6 miliardi di euro e sta guadagnando quote percentuali sul totale di ciò che viene venduto online. Le aziende italiane, si stanno strutturando per sfruttare al meglio questo canale anche nell’ottica di incrementare la propria quota di esportazioni. L’attenzione al nuovo cluster di clienti millennial, fortemente digitalizzato, impatterà non solo nella gestione dei canali di vendita ma anche sulla creazione di prodotti e servizi ad alto contenuto tecnologico.

Secondo i risultati dell’indagine, intitolata "Il mercato italiano del mobile: Millennial VS Adult", la generazione dei Millennials può essere rappresentata secondo alcuni valori di riferimento: effettuano scelte di acquisto in maniera condivisa con il partner, hanno un ruolo attivo nell’acquisto dei prodotti, vivono più intensamente il presente delle precedenti generazioni perché ritengono che ricchezza e posto fisso possano venire meno e sono più sensibili alla social responsability e alla green economy

millenials identikit


Consumatori consapevoli, incerti su ciò che potrà offrirgli il futuro, spesso alle prese con l’arredamento della prima casa, i millenial hanno vissuto la grande rivoluzione concettuale del low budget e della sdrammatizzazione dei prodotti. Orologi, gioielli, arredamento hanno perso la loro aura di eternità affiancandosi a moda e viaggi nell’approccio zero budgeting. Mentre gli adult puntano così a pezzi di marca che garantiscano la massima durevolezza, i millennial amano mixare pezzi costosi, possibilmente acquistati come occasione, con altri “cheap” per creare un proprio stile personale.

Altra differenza, la digitalizzazione. Se per entrambi i gruppi internet è la primaria fonte di informazione, gli adult limitano i loro acquisti online ai complementi d’arredo, mentre i millennial hanno una maggiore propensione ad acquistare online anche i mobili, se di marche conosciute e scontati o se difficilmente reperibili off line.


Nella scelta di un prodotto la personalizzazione ha un ruolo fondamentale; il design è parte integrante della vita quotidiana di un millennial, e per questo è un visitatore stabile del Salone del Mobile di Milano. La ricerca evidenzia infine una duplice caratteristica del millennial: elevata sensibilità ai prodotti eco-friendly e forte spinta a soluzioni hi-tech. Nella ricerca di un prodotto da acquistare, un giovane consumatore valuta con grande attenzione i materiali utilizzati e i processi produttivi, così come considera ormai una frontiera necessaria la realizzazione di una “casa intelligente”, dove domotica e internet fo things sono ormai un’esigenza.

millennials scelte


Ne consegue che, per poter conquistare i millennial, le aziende dovranno offrire prodotti originali e creativi, con un rapporto qualità/prezzo interessante, un servizio di qualità paragonabile alle grandi catene internazionali e un rapporto diretto e multimediale con i clienti attraverso il sito internet e i profili social.

Commenta