I doni di Babbo Natale quest’anno saranno più sicuri

I doni di Babbo Natale quest’anno saranno più sicuri

Il Vicepresidente della Commissione UE Tajani a Roma per promuovere la Campagna europea “Giocattoli più sicuri per i nostri bambini” e sensibilizzare genitori e nonni sull’importanza di acquistare giocattoli sicuri e non contraffatti.

Robot

Arriva Natale e “Babbo Natale” è molto indaffarato: deve preparare la slitta, dare da mangiare alle renne, controllare la sua lista per non dimenticare qualche brava bambina o bambino… ma deve anche verificare che i giocattoli acquistati dai suoi folletti siano non solo divertenti, ma anche sicuri!

Per questo Natale, tuttavia, possiamo essere ancora più tranquilli, poiché in base all’entrata in vigore della Direttiva europea sulla Sicurezza dei giocattoli, quelli che vengono venduti nell'UE devono rispondere ai requisiti di sicurezza e a sistemi di controllo, i più rigorosi al mondo.

Questa mattina, 20 dicembre 2013, il Vicepresidente della Commissione europea Antonio Tajani, responsabile per l’Industria e l’imprenditoria, si è recato presso il negozio di giocattoli “Little Big Town” a Piazza Venezia a Roma per promuovere la Campagna della Commissione UE “Giocattoli più sicuri per i nostri bambini”. 

Nel periodo di Natale vengono acquistati oltre il 60% di tutti i giocattoli dell'anno, pertanto è il momento più opportuno per sensibilizzare genitori e nonni sulla scelta e l'utilizzo più sicuro dei giocattoli.
Affinché un giocattolo sia davvero sicuro, non basta il rispetto di standard e regole o la marcatura europea. La sicurezza dipende, infatti, anche dall'utilizzo del giocattolo in relazione all'età del bambino cui è destinato.
A cosa devono prestare attenzione i genitori prima di mettere nelle mani dei propri bambini i giocattoli?

Questo ed altri quesiti sono al centro della Campagna lanciata dal Vice Presidente Tajani per meglio informare su come acquistare e utilizzare i giocattoli nel modo più sicuro.

“La sicurezza dei nostri figli è in cima alle nostre preoccupazioni – ha dichiarato Antonio Tajani - Per questo l'Unione europea ha approvato delle regole sulla sicurezza dei giocattoli che garantiscono il livello di protezione più alto al mondo. Anche quest'anno, come i precedenti, promuoviamo una campagna sulla sicurezza dei giocatoli per sensibilizzare genitori, negozianti e produttori sull'importanza del marchio CE, e sull'uso più adatto delle diverse tipologie di giocattoli in relazione all'età del bambino”.

Le norme UE sui giocattoli impongono i requisiti di sicurezza più elevati al mondo. Per garantire che le regole europee siano attuate in modo corretto ed effettivo, è necessario assicurare che siano conosciute e rispettate da produttori e commercianti affidabili. Oltre a sistemi efficaci di sorveglianza del mercato da parte delle autorità nazionali è anche essenziale che i consumatori sappiano cosa cercare quando acquistano giocattoli per bambini. Se viene a mancare anche uno solo tra questi elementi, i giocattoli pericolosi possono mettere a rischio l'incolumità dei nostri figli e nipoti.

Si deve sempre acquistare i giocattoli presso rivenditori e siti web di fiducia: questi punti di vendita prestano particolare attenzione alla scelta degli articoli che rivendono e accetteranno eventuali restituzioni.
La conformità dei giocattoli è evidenziata dall’apposizione della marcatura CE sul prodotto, che deve essere apposta “in modo visibile, leggibile, e indelebile sul giocattolo o su un etichetta affissa o sull’imballaggio”.

Nell'ambito della Campagna la Commissione ha lanciato un nuovo videoclip a disposizione sui internet, insieme a consigli e cartoline che vengono distribuite dalle centinaia di negozi che in tutta Europa hanno aderito alla campagna, per informare i consumatori, sia su come comprare giocattoli sicuri che su come utilizzarli in modo sicuro.

Nel video compare CE-E, un robot che canta, per sensibilizzare i bambini sulla sicurezza dei giocattoli e fornire ai genitori suggerimenti per la sicurezza, anche riportati sul sito web dedicato alla campagna.

Prestare anche attenzione che non siano contraffatti, perché tali prodotti rappresentano una minaccia sia per la salute (qualità scadente), sia per l'economia europea (oltre 200 miliardi di euro le perdite per l'economia mondiale), danneggiando le imprese oneste e soffocando l’innovazione.
 “Per quanto sembrino un buon affare, i prodotti contraffatti possono rapidamente diventare inutilizzabili o difettosi - ha proseguito Tajani-  Spesso sono realizzati senza il dovuto riguardo per gli standard di sicurezza e salute europei, per questo motivo non ci si può fidare. Il 28,6% del totale degli articoli sequestrati nel 2011, (rispetto al 14,5% del 2010) era costituito da prodotti potenzialmente pericolosi per la salute e la sicurezza dei consumatori. Un esempio particolarmente pericoloso è il ritrovamento sul mercato di pezzi di ricambio di automobili falsificati, che mettono a rischio la sicurezza non solo di coloro che li hanno acquistati, ma di tutti gli autisti che si trovano a guidare sulla stessa strada in cui circolano veicoli assemblati con pezzi di ricambio scadenti”.

Forse quest’anno la slitta di Babbo Natale, conterrà meno giocattoli… “economici”, ma quelli consegnati risponderanno a criteri di maggior sicurezza e salute. 


Commenta