I costi economici delle spiagge sporche

I costi economici delle spiagge sporche

Uno studio condotto sulla costa della California da Industrial Economics Inc. e finanziato dal Programma “Marine Debris” dell’Agenzia Statunitense indica che i rifiuti marini, oltre ad avere notevoli impatti sulla vita marina, hanno ripercussioni sul benessere economico delle popolazioni rivierasche.

noaa impact our planet

Ridurre i rifiuti marini anche soltanto del 25% potrebbe far risparmiare ai residenti della contea di Orange in California una cifra stimata in 32 milioni di dollari ad ogni estate.
Lo ha rivelato lo Studio “Assessing the Economic Benefits of Reductions in Marine Debris: A Pilot Study of Beach Recreation in Orange County, California” finanziato dal Programma “Marine Debris” della NOAA, che ha per scopo il cambiamento dei comportamenti del pubblico attraverso iniziative di sensibilizzazione e di educazione, e condotto da IEC (Industrial Economics, Incorporated) di Cambridge (Ma), che per prima ha valutato in termini economici i danni derivanti dalla presenza dei rifiuti marini lungo le 31 spiagge della contea californiana di Orange, da San Onofre a Zuma Beach.
La valutazione è stata condotta nei mesi di giugno, luglio e agosto 2013, determinando come e in che misura la pulizia delle spiagge incida sulle abitudini ricreative dei residenti, che includono le spese per carburante, parcheggio e tempo di guida per spostarsi lungo la costa alla ricerca di luoghi meno disseminati di detriti.
Lo studio ha mostrato, infatti, che non avere rifiuti marini sulla spiaggia e la buona qualità dell'acqua sono risultati i due fattori più importanti nel decidere in quale spiaggia andare.

noaa

I ricercatori hanno scoperto che la quantità e le tipologie di rifiuti marini variano da spiaggia a spiaggia, anche se la maggior parte dei detriti era di plastica.
Questo studio dimostra che i bagnanti sono preoccupati per rifiuti marini e cercheranno spiagge più pulite per trascorrere periodi ricreativi anche sopportando dei costi - ha dichiarato Nancy Wallace, Direttrice del Programma “Marine Debris” della NOAA - Ridurre o eliminare i detriti marini dalle nostre spiagge è fondamentale, perché litorali disseminati di detriti stanno costando agli individui più di quanto ci aspettassimo. Possiamo utilizzare questi dati raccolti per dare priorità alle attività di rimozione e prevenzione dei rifiuti”.

Utilizzando le informazioni raccolte con un sondaggio pubblico, integrate con i dati raccolti sulle spiagge, lo IEC ha stimato quanto i residenti di Orange County potrebbero potenzialmente beneficiare, includendo la maggior fruizione delle spiagge e i risparmi per le spese di viaggio per gli spostamenti nell’arco di una stagione estiva, se si riducessero i rifiuti marini in alcune o in tutte le 31 spiagge. Per esempio:
- implementare un programma di rifiuti urbani che riducesse i detriti marini del 75% dalle spiagge vicino alla foce del fiume Los Angeles, gli utenti di quelle spiagge avrebbero un risparmio di 5 dollari per ogni viaggio evitato e aumenterebbero la fruizione del 43%;
- ridurre del 100% rifiuti marini in tutte le 31 spiagge farebbe risparmiare 65 dollari a persona ovvero 148 milioni
di dollari a tutti i 2,28 milioni di adulti di Orange County;
- tagliare del 25% i rifiuti marini in tutte le 31 spiagge farebbe risparmiare 14 dollari a persona o 32 milioni di dollari a tutti i residenti;
- eliminare tutti i detriti marini dalle 5 spiagge con i livelli più alti farebbe risparmiare 28 dollari a persona o 63 milioni dollari a tutti i residenti.

noaa reducing debris on beaches

Lo studio si è concentrato sulla Contea di Orange per l’elevato numero e la varietà delle spiagge, la loro importanza per i residenti permanenti, la facilità di accesso e l’alta probabilità di rinvenimento dei rifiuti marini, ma i ricercatori ritengono che, visti i risultati dello studio potrebbero essere utilizzati per valutare altre similari comunità costiere statunitensi.

Commenta