Nonostante sia l’optional preferito dei conducenti europei, il condizionatore non viene correttamente utilizzato, come rivela una recente ricerca condotta su un campione di 2.501 europei da 18 anni in su per conto della Honeywell, azienda globale leader nella produzione di refrigeranti a bassissimo potenziale di riscaldamento globale.
Sulla base dei risultati dell'indagine che denuncia come gli automobilisti europei non conoscano tutti i vantaggi dei sistemi di condizionamento dell'aria interna dell'auto, è stato approntato un vademecum per guidare freschi, ma soprattutto sicuri durante il periodo delle vacanze.

drive safely this summerNel periodo dei lunghi spostamenti in auto per raggiungere l'agognata meta delle vacanze, con temperature che superano abbondantemente i 30 °C, l'uso del condizionatore diventa indispensabile.

Tuttavia, una ricerca condotta da ORC International, per conto della Honeywell, rivela che molti conducenti europei ignorano gli importanti vantaggi, in termini di sicurezza e di salute, che comporta un corretto utilizzo del sistema di climatizzazione.
I dati diffusi il 6 agosto 2015, sono stati raccolti tra il 17 e il 24 giugno 2015 con un sondaggio on line effettuato su un panel selezionato di 2.501 conducenti dai 18 anni in su, provenienti dal Regno Unito (501), Francia, Germania, Italia e Spagna (500 da ognuno di questi Paesi), .

- Più di un conducente su tre (35%) non sa che l’uso dell’aria condizionata può prevenire la sonnolenza. Il numero sale a quattro su dieci conducenti in Germania (44%) e a oltre la metà dei conducenti in Francia (51%).

- Prima di accendere l’aria condizionata, la metà dei conducenti europei aspetta che la temperatura tocchi i 28 °C, ovvero quando fa già troppo caldo. Studi condotti in proposito mostrano che le prestazioni cognitive ottimali si registrano intorno ai 21-22 °C e che a partire dai 23°C la prontezza di riflessi comincia a diminuire, e che i tempi di reazione del conducente sono più lenti del 22% intorno a 27 °C rispetto che a 21 °C.

- Un conducente europeo su cinque (20%) non sa che l’aria condizionata favorisce l’eliminazione dell’umidità dal parabrezza, una delle caratteristiche di sicurezza fondamentali dei climatizzatori. I conducenti di Francia e Regno Unito sono i più scettici e più di un quarto di loro non crede che l’aria condizionata possa eliminare l’umidità dai parabrezza (rispettivamente il 24% e il 23%).

- Quasi la metà dei conducenti europei (48%) non sa che l’uso dell’aria condizionata riduce l’esposizione al polline e ad altri allergeni volatili, nonché all’inquinamento atmosferico. Più della metà dei conducenti europei (53%) pensa erroneamente che i condizionatori facciano ricircolare i germi e gli inquinanti nell’auto.

- Quasi un europeo su cinque (19%) sostiene di preferire la guida con i finestrini aperti in mezzo al traffico lento o sull’autostrada, ma uno studio ha dimostrato che l’aria condizionata può ridurre il numero totale dei microrganismi dell’81,7%, il numero delle spore della muffa dell’83,3% e il numero di particelle dell’87,8%.

L’aria condizionata continua ad essere l’optional preferito dei conducenti europei: più della metà (54%) ha infatti dichiarato di essere disposta a pagare per averla, qualora non fosse inclusa nel prezzo. È un numero sensibilmente superiore a quello di coloro che hanno dichiarato di essere disposti a pagare per un navigatore (38%), per un sistema di parcheggio assistito (36%) o per le telecamere di parcheggio (31%).

Il nostro sondaggio ha evidenziato che i sistemi di climatizzazione sono l’optional preferito dagli europei, più delle nuove tecnologie quali il navigatore e il sistema di parcheggio assistito - ha affermato Julien Soulet, Direttore commerciale di Fluorine Products di Honeywell, Azienda globale leader nella produzione di refrigeranti, in particolare dell’HFO-1234yf - Tuttavia, molti di loro ignoravano che l’aria condizionata può fare molto di più che rinfrescarli. Aria condizionata e buone abitudini di guida, insieme, possono aumentare il livello di sicurezza di conducenti e passeggeri in questo periodo di esodo dei vacanzieri".

La Direttiva 2006/40/CE in materia di sistemi di aria condizionata mobili (MAC) sta eliminando il refrigerante R134a precedentemente usato nei sistemi di climatizzazione delle auto che ha un effetto serra 1.300 volte maggiore rispetto alla CO2, per sostituirlo con il nuovo refrigerante HFO 1234yf, scelto dall'industria automobilistica per il suo basso potenziale di riscaldamento globale.

 

drive safely

Sulla base dei risultati dell'indagine Honeywell fornisce ai conducenti europei i 10 consigli più importanti per rimanere vigili e garantire la sicurezza durante il lungo viaggio verso le proprie destinazioni di vacanza.

State freschi e svegli. Impostare il condizionatore dell’auto a una temperatura gradevole e sicura di 21-22°C aiuta i conducenti a rimanere freschi, svegli e vigili.

Purificate l’aria. Accendere l’aria condizionata per prevenire l’insorgere di fastidiosi starnuti e mal di testa.

Migliorate la visibilità. Accendere l'aria condizionata per eliminare rapidamente e in modo efficace l’umidità e la condensa dal parabrezza, che si forma quando la temperatura esterna cala rapidamente, specie quando si guida sulle strade di montagna, in modo da mantenere una visibilità ottimale della strada.

Fate una pausa. Nonostante la comprensibile tentazione di continuare a guidare per lunghi tratti per raggiungere la destinazione più rapidamente, la stanchezza è un fattore di rischio importante, nonché la causa di un incidente su tre. Oltre a mantenere la temperatura dell’abitacolo al di sotto dei 22°C per aumentare la prontezza di riflessi, ricordarsi di fare almeno 5 minuti di pausa ogni due ore di guida. Se si avverte il sopraggiungere della stanchezza, accostare e riposare per almeno 15-20 minuti.

Stirate gambe, braccia e schiena. Per fare una pausa, trovare un luogo sicuro in cui parcheggiare e scendere dall’auto per stirarsi completamente. Aiuterà a mantenersi vigili e ad allontanare la stanchezza.

Moderate la velocità. Guidare a velocità più elevate richiede più concentrazione e può provocare maggiore stanchezza nei conducenti. L’eccesso di velocità è anche una delle principali cause di incidenti. Moderare la velocità fa bene anche all’ambiente. La velocità, in fondo, non paga. Oltre ad essere illegale, non fa risparmiare tanto tempo: percorrere 120 km a una velocità di 150 km/h invece che di 120 km/h farà risparmiare poco più di 10 minuti.

Rispettate le regole. Conoscere e rispettare il codice della strada è fondamentale per la sicurezza. Quest’estate, molti europei attraverseranno i confini nazionali e percorreranno grandi distanze per andare in vacanza. È importante conoscere bene le regole del codice della strada dei Paesi che si attraversa, che potrebbero differire da quelle del Paese di chi guida.

Attrezzatevi. Nello sfortunato caso in cui si abbia un guasto alla macchina, è importante rimanere ben visibili agli altri conducenti, quindi, prima di partire, assicurarsi di essere dotati di un kit di sicurezza: in molti casi è obbligatorio!

Non parlate al telefono. Se c'è necessità di dover telefonare mentre si guida, utilizzare il viva voce. In assenza del dispositivo, accostare non appena si può e solo allora fare la chiamata. E non inviare mai SMS mentre si guida!

Non mettetevi mai alla guida dopo aver bevuto. Sembra una raccomandazione ovvia, ma fa sempre bene ripeterla. Anche se alcuni Paesi ammettono un livello minimo di alcol alla guida, andare sul sicuro e astenersi del tutto dal bere prima di guidare.