Green Week 2016: da Bruxelles a Vienna “Investire per un futuro più verde”

Green Week 2016: da Bruxelles a Vienna “Investire per un futuro più verde”

Cinque giorni di discussioni e dibattiti per migliorare la qualità della vita nella città, nella campagna, nei mari e per dare alle giovani generazioni un Pianeta ancora sano.

greenweek2016 da Bruxelles a Vienna investire per un futuro verde

Green Week 2016, considerata la più grande occasione annuale per discutere delle problematiche ambientali e sull’azione delle politiche europee, si terrà a Bruxelles dal 30 maggio al 3 giugno 2016. Il tema centrale è “Investire per un futuro più green”, dove con il termine “investire” non si intende solo ed esclusivamente un finanziamento economico, ma un investimento che riguarda i vari settori della vita: dalla creazione di lavori ed occupazioni green all’informazione sulle questioni ambientali sempre più diffusa fra le persone, all’uso di materiali riciclati, all’obiettivo di far respirare aria più pulita alle generazioni future.
La Green Week si articola in 5 giornate in cui il programma prevede per ogni giorno un focus diverso avendo sempre come filo conduttore il tema “Investire in un futuro più verde”. 
Lunedì 30 maggio, con l’apertura dell’evento, si parlerà di idee per creare città sempre più vivibili, più green e per migliorare la qualità della vita nei grandi centri urbani. L’apertura della settimana verde sarà a Ljubljana, Capitale Verde Europea 2016. Ad oggi, circa i tre quarti degli europei vive in un centro urbano e, se da una parte comporta una vita migliore sotto il profilo sociale ed economico, dall’altro gli studi mettono in luce come la qualità della vita e la salute del cittadino possono essere compromessi a causa della vita urbana. In questa giornata verrà presentato un progetto pilota, “Progetto Livada”, in cui i giovani hanno cercato di trovare soluzioni e idee per riqualificare lo spazio verde a Livada e per migliorarne la qualità dell’ambiente. 
Per il secondo giorno, martedì 31 maggio, ci si sposterà verso la campagna, luogo ricco di risorse e presenterà un pomeriggio ricco di eventi. Oltre alla premiazione del miglior progetto per un habitat sostenibile e per la salvaguardia della biodiversità, concorso organizzato dal 1992 da Life Nature and Biodiversity, ci sarà un dibattito online riguardante il cibo e il suo impatto ambientale. Questo dibattito, organizzato dal Globe UE, servirà come piattaforma di incontro tra la politica della Commissione Europea e i vari rappresentanti degli Stati membri. Il tema principale riguarderà la problematica dell’impatto ambientale che hanno le coltivazioni nelle campagne, quindi ci si concentrerà sulla ricerca di soluzioni a domande sul come creare una politica agricola comune e come far partecipare la gente ad una democrazia alimentare.  
Mercoledì 1 giugno sarà il giorno in cui si parlerà di investimenti finanziari: si presenteranno progetti di economia green per la ricerca di finanziamenti. La terza giornata inizierà dalla mattina. La tematica riguarderà gli investimenti che gli istituti europei possono concedere ai vari progetti. Il piano di investimenti, infatti, deve far fronte alle problematiche dell’economia reale. Spesso, i progetti green non riescono ad ottenere finanziamenti a causa delle condizioni del mercato globale e questa giornata viene dedicata proprio a questi promotori per l’ambiente e per aiutarli all’interno dell’economia mondiale. Una parte della mattinata sarà dedicata alla presentazione dell’economia verde: 6 brevi presentazioni in 4 turni per poter spiegare come e in che modo si può investire nell’energia verde, dai finanziamenti per la biodiversità, alla crescita delle piccole e medie imprese, al considerare la Green technology come la chiave per uno sviluppo sostenibile. La sessione conclusiva della giornata riguarderà un approfondimento su ciò che, sia all’interno del settore pubblico sia in quello privato, si sta facendo realmente per un’economia più green e di come ci si dovrebbe seriamente allontanare da tutti quei materiali che distruggono l’ambiente e continuano ad inquinare il Pianeta. 
Giovedì 2 giugno la tematica riguarderà gli oceani e la giornata sarà dedicata alla cura dei mari: come trovare e utilizzare i fondi per dei progetti sostenibili blu. Saranno presenti gli esperti della regione atlantica, che spiegheranno le opportunità presenti, e dell’Unione Europea per spiegare, invece, le opportunità del turismo costiero e marittimo. La sessione si concluderà con un serie di domande e risposte sulla vastità dell’argomento.  
Venerdì 3 giugno, giornata di chiusura della manifestazione, porrà il suo sguardo ad un futuro sostenibile soprattutto per le nuove generazioni. La giornata conclusiva si terrà a Vienna e sarà completamente dedicata ai giovani e al loro futuro. Essi dovranno convivere con i danni, alcuni irreparabili, che in questi anni sono stati causati dall’azione dell’uomo e si dovranno trovare delle soluzioni per poter far vivere le giovani generazioni in un futuro sostenibile. 
Il titolo dell’evento, “Obiettivi di uno sviluppo sostenibile per un futuro verde: investire per le future generazioni”, ha in sé la chiave di lettura di tutta la giornata: creare un dialogo tra i rappresentati della politica europea e le giovani generazioni per consegnare a queste un Pianeta ancora in salute. Organizzato in collaborazione con il Ministero Austriaco per l’Ambiente, ci saranno anche i rappresentanti delle organizzazioni giovanili d’Europa e potranno partecipare al dibattito e essere attivamente coinvolti nei progetti.
 

Commenta