Secondo un Rapporto dell’Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili (IRENA) e del Programma Sistemi Energetici Fotovoltaici dell’Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA PVPS) i 78 milioni di tonnellate di rifiuti di moduli fotovoltaici previsti al 2050, correttamente recuperati e riciclati, potrebbero dar vita ad un affare da 15 miliardi di dollari.

end of life management solar photovoltaic panels

Partecipando a Intersolar Europe, la più importante Fiera mondiale dedicata all’energia solare che si è svolta a Monaco di Baviera dal 22 al 24 giugno 2016, l’Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili (IRENA), oltre ad aver diffuso in anteprima il Report sulla prevista espansione al 2030 del solare fotovoltaico, ha presentato nel corso di un evento parallelo dal titolo “PV End-of-Life Management: Challenges and Opportunities”, organizzato congiuntamente al Programma Sistemi Energetici Fotovoltaici dell’Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA PVPS) il Rapporto “End-of-Life Management: Solar Photovoltaic Panels”, secondo cui nel 2050 la quantità di panelli giunti a fine vita che si sono accumulati progressivamente con la loro sostituzione o eliminazione, se da un lato costituiranno una nuova sfida ambientale, dall’altro creeranno una opportunità di business senza precedenti.

Per la prima volta, è stata fatta una proiezione a lungo termine della quantità di RAEE fotovoltaici giunti al termine della loro vita utile, quantificata in 30 anni. Dalle “sole” 43.000-250.000 tonnellate prodotte nel 2016, si passerà già a 1,7-8 milioni di tonnellate del 2030 per giungere al 2050 ad una stima di 60-78 milioni di tonnellate che potrebbero dar vita a 2 miliardi di nuovi pannelli o essere vendute sui mercati internazionali delle materie prime, per un valore di 15 miliardi di dollari.

overview of global pv panel waste projections 2016 2050

La potenza globale installata ha raggiunto 222 GW alla fine del 2015 e si prevede un ulteriore aumento di 4.500 GW entro il 2050 - ha sottolineato il Direttore generale di IRENA, Adnan Z. AminAssociata a questa crescita enorme di capacità arriverà un notevole aumento di rifiuti prodotti dal settore, che daranno vita a nuove occas di business per ‘chiudere il ciclo'  dei pannelli solari fotovoltaici al termine del loro ciclo di vita. Per cogliere queste opportunità, tuttavia, i preparativi per accogliere questa ondata di materiale alla fine del ciclo di vita dovrebbero iniziare ora.Con le giuste politiche e adeguati quadri normativi, le nuove industrie che riciclano e riutilizzano i vecchi pannelli solari fotovoltaici guideranno la creazione di notevole valore economico e costituiranno un elemento importante nella transizione globale verso un futuro energetico sostenibile”.

Il settore del riciclaggio dei pannelli fotovoltaici sarà uno di quelli cui far riferimento nella fase di transizione per un futuro energetico sostenibile, economicamente sostenibile e sempre più basato sulle fonti rinnovabili. Per cogliere i benefici che si creano con l’industria del riclo dei panelli fotovoltaici end-of-life, devono essere gettate per tempo le basi infrastrutturali e normative per accogliere l’aumento vertiginoso dei RAEE fotovoltaici, a seconda delle aree regionali o Paesi. Al riguardo, il Rapporto indica la necessità di:

- adottare specifiche ed efficaci normative di gestione dei rifiuti da pannelli fotovoltaici;

- allargare le infrastrutture esistenti di gestione dei rifiuti per includere il trattamento di fine vita dei pannelli fotovoltaici;

- promuovere una continua innovazione nella gestione di tali rifiuti.

L'esperienza con i rifiuti elettronici ci dice che lo sviluppo di sistemi tecnologici e normativi per la gestione efficiente, efficace e conveniente del fine-vita richiede tempi lunghi - ha affermato a sua volta il Presidente di IEA OVPS, Stefan Nowak - Questo rapporto tempestivo può essere utilizzato sia dal settore pubblico che da quello privato, per garantire gli investimenti necessari per le politiche di ricerca e sviluppo tecnologici e per sostenere le analisi in grado di sbloccare il significativo valore recuperabile dei pannelli di fine vita. Una responsabile gestione del ciclo di vita è un imperativo per tutte le tecnologie fotovoltaiche, stante i benefici socio-economici e ambientali che possono potenzialmente essere sbloccati in futuro attraverso i processi e le politiche per questo flusso di rifiuti che oggi dovrebbero essere visto come un'opportunità, estendendo la catena del valore del fotovoltaico”.

cumulative waste volumes of top five countries for of end-of-life pv panels in 2050

Infine, osserva il Rapporto, se nella maggior parte dei Paesi, i pannelli fotovoltaici rientrano nella classificazione generica di "rifiuti", l'Unione europea  è stata, viceversa, la prima ad adottare normative adeguate sui rifiuti fotovoltaici, che comprendono la loro specifica raccolta, il recupero e obiettivi di riciclaggio. la Direttiva 2012/19/UE richiede che tutti i produttori di pannelli che operano nel mercato UE (ovunque essi abbiano la loro sede) finanzino i costi della raccolta e del riciclaggio dei pannelli fotovoltaici a fine vita, immessi sul mercato in Europa.