L'azienda di Tirana ha conquistato i consumatori europei grazie alla sensibilità ambientale e all'innovazione tecnologica.

everest3

La plastica rappresenta uno dei materiali più diffusi, ma anche il più difficile da smaltire. Non è biodegradabile, resiste agli agenti atmosferici per centinaia di anni e, se incenerita, produce sostanze tossiche altamente dannose per la salute.
Il riciclaggio, il trattamento e il riutilizzo del materiale plastico rappresentano, quindi, la migliore soluzione al problema dello smaltimento dei rifiuti e un prezioso contributo allo sviluppo sostenibile dell'impresa.

Fondata nel 1995, Everest IE è leader in Albania nel settore della raccolta e riciclaggio di polietilene e nella produzione di imballaggi in plastica.
L'azienda, ubicata a Tirana, produce buste per la spesa per supermercati e altre attività, sacchetti per l'immondizia e la raccolta differenziata, borse per boutique e altre attività commerciali, imballaggi per prodotti alimentari, imballaggi per materiali da costruzione, etichette per bottiglie.

Circa 160 persone lavorano direttamente in azienda, altre 1.300 sono coinvolte indirettamente nella raccolta di materiali per il riciclaggio, con un'età media di 28 anni e con una partecipazione delle donne in tutti i reparti del 48%.

Una potente rete di raccolta e selezione di materiali in polietilene opera in parallelo alla rete di distribuzione, favorendo la crescita delle esportazioni, in particolare verso i paesi dell'UE come l'Italia e la Grecia.

Alla Fiera ECOMONDO di Rimini abbiamo incontrato Albert Haka, rappresentante della Everest IE, che ci ha permesso di conoscere meglio questa realtà industriale albanese.

Dott. Haka, può farci una breve panoramica sulla realtà di Everest IE: la sua mission e i suoi obiettivi?
Da venti anni Everest lavora nel settore della plastica e realizza rigenerati di qualità e beni di consumo. Ogni anno miglioriamo la qualità e la varietà dei nostri prodotti incrementando il numero dei clienti.

Quali sono i vostri prodotti di punta?
Sono beni del settore horeca, grande distribuzione e imprese di pulizia.
Dal 2003 esportiamo in Italia, con numeri che vanno dalle 80 alle 150 tonnellate mensili. Il settore più coinvolto è quello dei sacchetti, di varie tipologie e colori. Inoltre, partecipiamo a gare o appalti pubblici per ciò che riguarda la raccolta differenziata.
 

everest-slider-3-608x360


Qual è la differenza tra il mercato italiano e quello albanese?

Sono due mercati molto diversi. L'Albania, essendo ancora poco industrializzata usa materiale vergine e molto leggero per la pulizia industriale. In Italia, al contrario, si utilizzano sacchi più pesanti, resistenti e realizzati con materiale rigenerato. Per questo motivo, molti dei nostri prodotti trovano un forte sbocco commerciale in Italia.

In Italia probabilmente c'è più attenzione verso il riciclaggio di materiale e i rigenerati...
Sì, è vero. Tuttavia, grazie al lavoro di promozione della Everest e dell'Associazione albanese dei rigeneratori, anche da noi l'opinione pubblica è più sensibile a queste tematiche e il settore del rigenerato sta ottenendo buoni risultati anche nel mercato albanese.

Quali sono i plus dell'azienda?
Everest, pur con 20 anni di esperienza, è un'azienda giovane e attenta alle tematiche ambientali e alle innovazioni tecnologiche. Le certificazioni e i riconoscimenti ottenuti, come CSR (Client service awards), ISO 9001, ISO 14001 e il certificato d2w, ne sono la prova. Abbiamo anticipato i tempi e ci siamo adeguati alle normative europee prima che fossero obbligatorie in Albania.

Quali prodotti avete deciso di esporre a ECOMONDO?
Quest'anno in Fiera Everest presenta due novità: Tidy, il sacco rosa profumato con le maniglie da utilizzare nel settore alberghiero e le bobine di film continuo in plastica per il comparto agricolo. La particolarità della Everest è la produzione di beni a partire dal rigenerato proveniente dalla stessa tipologia di prodotto. Ad esempio, per produrre buste si usa polietilene riciclato da prodotti per imballaggi, mentre per le bobine di film si utilizza il rigenerato da film agricolo.
In questo modo, grazie alle caratteristiche specifiche dei vari rigenerati, si possono ottenere notevoli vantaggi nel processo produttivo e per l'ambiente in termini di riduzione delle emissioni in atmosfera.

Cosa vi aspettate da questa Fiera?
Ci aspettiamo ovviamente di ottenere nuovi contatti e sinergie. In particolare, mi auguro di incrementare il numero di clienti interessati nel rigenerato. Credo profondamente nel riuso e nel rifiuto a km0, perché i vantaggi per l'ambiente e per il mercato sono davvero numerosi.
 

everest logo


Guarda l'intervista.