Con la gomma da riciclo dei PFU, vantaggi così grandi che si possono “toccare con mano. La Società inaugura nel proprio stand (Pad. B, n. 101) lo “spazio sensoriale” dedicato alle performance della gomma da riciclo dei Pneumatici Fuori Uso. Grazie a tecnologie multimediali all’avanguardia i visitatori sono guidati in un percorso interattivo per testare in prima persona i vantaggi della gomma riciclata.

ecopneus gomma

Una camera car “virtuale” per capire la differenza tra guidare su un asfalto tradizionale o su un manto stradale realizzato in asfalto modificato con polverino di gomma; animazioni 3D e schermi LCD trasparenti per comprendere i vantaggi dell’uso della gomma da riciclo nelle pavimentazioni sportive, mentre le proprietà di isolamento acustico verranno testate grazie a speciali “docce sonore” in un contesto virtuale: è questo il “viaggio sensoriale” che propone Ecopneus presso il suo Stand ad ECOMONDO (Padiglione B n. 101).
I visitatori saranno immersi in un ambiente altamente tecnologico in cui possono provare e toccare con mano i vantaggi della gomma riciclata da Pneumatici Fuori Uso nei principali settori applicativi.

Nel 2013 Ecopneus ha gestito, raccolto e recuperato circa 250mila tonnellate di PFU, una preziosa risorsa ampiamente utilizzata in tutto il mondo per realizzare campi sportivi, asfalti modificati, elementi dell’arredo urbano, isolanti acustici e molto altro ancora.
Mostrare da vicino i concreti vantaggi possibili con l’utilizzo della gomma riciclata da PFU è uno strumento per incentivare la chiusura di questo circuito virtuoso.
Da qui è nata l’innovativa idea di uno spazio sensoriale interamente dedicato al riciclo dei pneumatici a fine vita.

Con lo spazio sensoriale di ECOMONDO, Ecopneus vuole far conoscere le opportunità del riciclo della gomma da PFU, diffusissimo in tutta Europa e in tanti altri Paesi, nei manti stradali, nell’edilizia, nei campi di calcio e nelle pavimentazioni sportive - ha commentato Giovanni Corbetta, Direttore Generale Ecopneus. Un circuito virtuoso che Ecopneus continua ad incentivare, nella forte convinzione che dal riciclo della gomma da PFU possa arrivare un reale contributo alla creazione anche in Italia di una circular economy per queste valide applicazioni”.

Lo “Spazio sensoriale” di Ecopneus si apre ai visitatori con l’area dedicata agli “asfalti modificati”, una delle applicazioni principali del polverino di gomma per il potenziale di sviluppo e il miglioramento complessivo delle performance. Aggiungendo polverino di gomma da PFU al bitume per asfalti, è infatti possibile ottenere una pavimentazione più sicura e che riduce il rumore generato dai veicoli in transito fino a 7 dB(A), una concreta soluzione contro il rumore da traffico che affligge molte delle nostre città.
Grazie ad una camera car sarà possibile per i visitatori sedersi nell’abitacolo di una vettura che percorrerà virtualmente strade realizzate con asfalti tradizionali e quelli modificati con polverino per sperimentarne le differenze.
Sul parabrezza scorreranno le immagini e i rumori della strada nelle differenti condizioni climatiche. Si potrà testare, quindi, la tenuta dell’asfalto tradizionale e quello modificato in caso di frenata, acqua planing e sbandata.
Con un monitor di grandi dimensioni che riproduce un teatro virtuale, nella stanza “asfalti” sarà illustrato anche cosa succede all’esterno della vettura tramite grafiche animate ed effetti 3D che mostrano la reazione dell’asfalto modificato con polverino di gomma in differenti condizioni climatiche (pioggia, neve, bel tempo) e le relative prestazioni in situazioni di emergenza.
Gli asfalti modificati, infatti, drenando meglio l’acqua aumentano la sicurezza, oltre a resistere maggiormente alla formazione di fessurazioni e buche e ad avere una vita media di oltre due volte superiore a quella di una pavimentazione convenzionale.

Nella seconda stanza edilizia dello “Spazio sensoriale Ecopneus” il visitatore potrà invece testare le proprietà fonoassorbenti della gomma da PFU nell’edilizia domestica.
In questo spazio, sarà riprodotto l’interno di un appartamento tradizionale con i suoi rumori tipici, come ad esempio il vicino che pianta un chiodo, una lavatrice in funzione in una stanza attigua, la cena goliardica del dirimpettaio.
La simulazione riprodurrà visivamente e sonoramente i rumori che si potrebbero sentire in un’abitazione normale e quelli che si sentirebbero se la casa avesse pareti con guaine fonoisolanti realizzate con granulo da PFU, che consentono di attutire notevolmente i rumori ambientali esterni.

Le caratteristiche fisiche della gomma da riciclo dei Pneumatici Fuori Uso la rendono infatti particolarmente adatta, legata con poliuretani o altri materiali termoplastici, alla realizzazione di pannelli e guaine per l’isolamento acustico. Inserite all’interno di partizioni murali, nei soffitti, nei solai o nei sottotetti, questi materiali concorrono alla riduzione del rumore percepito all’interno e a smorzare le vibrazioni da calpestio o quelle generate, ad esempio, dagli elettrodomestici.

Continuando il percorso sensoriale, si entra nella stanza sport, dove si potranno sperimentare le pavimentazioni sportive realizzate con i derivati da PFU. Giochi di grafica e luci animate inviteranno il visitatore a posizionarsi su una delle mattonelle che, attraverso un sistema di sensori, si attiveranno per avviare una proiezione audio-visiva: grazie a spettacolari effetti speciali, atleti di vari sport (calcio, basket, tennis, ginnastica artistica…) si muoveranno sulle pareti della stanza con grazia e precisione, aiutando lo spettatore a comprendere i vantaggi della gomma riciclata da PFU nello sport.

La qualità della gomma degli PFU unita alla capacità di assorbire gli urti senza spezzarsi e alla resistenza agli agenti atmosferici, fanno della gomma riciclata un materiale particolarmente apprezzato per lo sport.
Campi polivalenti indoor e outdoor, campi da calcio, superfici antitrauma, pavimentazioni delle aree gioco, sono solo alcuni esempi di applicazioni in questo settore, accumunate tutte da performance di altissimo livello e da proprietà di attenuazione degli urti, necessarie per una pratica sportiva in tutta sicurezza.

Una delle principali applicazioni della gomma da riciclo nello sport è costituita dai campi in erba sintetica di ultima generazione, grazie alle alte performance raggiungibili nel gioco, alla minore necessità di manutenzione, alla continua praticabilità giorno dopo giorno, alla possibilità di giocare con ogni condizione metereologica e ad un ciclo di vita più lungo rispetto i campi in erba naturale.
Anche per questo la squadra di calcio dell’Atalanta, in partnership con Ecopneus, ha recentemente scelto per il proprio centro sportivo un campo realizzato con la gomma dei PFU; un’ulteriore importante testimonianza delle elevate caratteristiche tecniche e dei vantaggi di questa valida applicazione.

L’utilizzo dei materiali derivati dal recupero degli PFU consente un triplice vantaggio. Il primo è costituito dalla sostenibilità ambientale, perché si contribuisce alla riduzione del consumo di materie prime vergini utilizzando un materiale abbondante, ricavato dal trattamento di un rifiuto.
Poi c’è quello economico: a parità di prestazioni e di resa, questi materiali costano circa un decimo rispetto ai materiali vergini comunemente utilizzati, contribuendo parallelamente al consolidamento di un mercato sostenibile per le materie prime seconde del PFU.
Infine, il terzo è costituito dal livello delle prestazioni della gomma dei PFU che, essendo una miscela di polimeri di altissima qualità, consente una resa complessiva di elevato livello, in alcuni casi addirittura migliore rispetto ai materiali comunemente utilizzati.