La Commissione UE ha adottato recentemente una serie di criteri ecologici per il conseguimento del marchio, allineati ai principi del pacchetto sulla Circular economy, che i produttori dovranno rispettare per ottenere l’Ecolabel e che permetteranno ai consumatori di compiere scelte consapevoli, senza compromettere la qualità dei prodotti.

logo ecolabel

La Commissione europea ha adottato una nuova serie di criteri ecologici nel quadro del marchio ecologico UE "Ecolabel", relativi a personal computer, computer portatili e tablet, mobili e calzature.

Il marchio comunitario di qualità ecologica promuove la transizione dell’Europa verso un’economia circolare, sostenendo sia la produzione sostenibile che un consumo sostenibile - ha dichiarato il Commissario per l’Ambiente, gli Affari marittimi e la Pesca, Karmenu Vella - Grazie a criteri ecologici trasparenti, i consumatori hanno la possibilità di fare scelte consapevoli, senza compromettere la qualità dei prodotti.  Analogamente il marchio premia chi sceglie di progettare prodotti durevoli e riparabili, promuovendo l’innovazione e il risparmio delle risorse".

I produttori che desiderano ottenere il marchio Ecolabel  per i propri prodotti sono tenuti a rispettare dei rigorosi requisiti quanto alla "prestazione ambientale" del prodotto, ma anche alla sua sicurezza e agli aspetti sociali

Il gruppo di prodotti “personal computer, computer portatili e tabletcomprende “i computer desktop, i computer desktop integrati, i computer portatili all-in-one, i notebook, i notebook 2-in-1, i tablet, i thin client, le stazioni di lavoro e i server di piccole dimensioni”. Non fanno parte della decisione le “console di gioco” e le “cornici fotografiche elettroniche”.

I criteri per l’assegnazione del marchio  sono definiti da:
- consumi energetici;
- restrizioni sulla presenza di sostanze e miscele pericolose contenute nei prodotti, sottounità e componenti;
- prolungamento della durata di vita;
- progettazione per la gestione del fine vita e scelta dei materiali;
- responsabilità sociale dell’impresa;
- informazioni agli utenti.

Il gruppo di prodotti “mobili” comprende unità a sé stanti o a incasso utilizzate principalmente per riporre, collocare o appendere oggetti e/o fornire superfici dove gli utilizzatori possano riposarsi, sedere, mangiare, studiare o lavorare, in interni ed esterni. L'ambito di applicazione è esteso ai mobili domestici e ai mobili oggetto di appalti destinati all'uso domestico o non domestico. L'ambito di applicazione include telai, gambe, basi e testiere da letto

Non comprende:
- materassi da letto, disciplinati dai criteri stabiliti nella decisione 2014/391/UE che stabilisce i criteri ecologici per l'assegnazione del marchio di qualità ecologica Ecolabel UE ai materassi da letto;
- prodotti destinati all'illuminazione stradale, recinzioni e cancellate, scale, orologi, attrezzature per parchi giochi, specchi a sé stanti o da parete, condotti elettrici, dissuasori stradali e prodotti per l'edilizia, quali scalini, porte, finestre, coperture e rivestimenti per pavimenti;
- mobili di seconda mano, rifiniti, ricondizionati o rilavorati;
mobili installati nei veicoli usati per il trasporto pubblico o personale;
- mobili che consistono in oltre il 5 % (peso/peso) di materiali non inclusi nell'elenco in appresso: legno massiccio, pannelli a base di legno, sughero, bambù, vimini, plastiche, metalli, cuoio, tessuti rivestiti, materiali tessili, vetro e materiali di imbottitura/riempimento.

I criteri per l’assegnazione dell’Ecolabel sono:
- descrizione del prodotto;
- requisiti generali relativi alle sostanze e alle miscele pericolose;
- legno, sughero, bambù e vimini;
- plastiche;
- metalli;
- materiali di rivestimento da tappezzeria;
- materiali di imbottitura da tappezzeria;
- vetro (uso di metalli pesanti);
- requisiti relativi al prodotto finito;
- informazioni al consumatore;
- informazioni che figurano sull’Ecolabel.

Il gruppo di prodotti “calzature” comprende tutti gli articoli destinati alla protezione o alla copertura del piede e muniti di suola applicata che viene a contatto con il terreno. Sono incluse nell'ambito di applicazione le calzature disciplinate dall'allegato II della direttiva 94/11/CE del Parlamento europeo e del Consiglio sul ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative degli Stati membri concernenti l'etichettatura dei materiali usati nelle principali componenti delle calzature destinate alla vendita al consumatore e le calzature protettive disciplinate dalla direttiva 89/686/CEE del Consiglio concernente il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative ai dispositivi di protezione individuale, composte da materiali naturali e/o sintetici vari.

Non comprende:
- calzature contenenti componenti elettrici ed elettronici;
- calzature concepite per essere usate una volta soltanto;
- calzini con suola applicata;
- calzature aventi il carattere di giocattoli.

I criteri per l’assegnazione dell’Ecolabel sono:
- origine delle pelli, del cotone, del legno, del sughero, delle fibre artificiali di cellulosa e delle plastiche;
- riduzione del consumo idrico e restrizione alla concia delle pelli;
- emissioni in acqua generate dalla produzione di cuoio, materiali tessili e gomma;
- composti organici volatili (COV);
- sostanze pericolose nella calzatura e nei suoi componenti;
- elenco delle sostanze con restrizioni d'uso (RSL); 
- parametri che contribuiscono alla durata;
- responsabilità sociale delle imprese per quanto riguarda gli aspetti lavorativi;
- imballaggio;
- informazioni da riportare sull’imballaggio.

I criteri di revisione hanno una validità di sei anni a partire dalla data di adozione. 

Lo sviluppo di un mercato sostenibile richiede che il concetto di valore aggiunto della qualità ambientale “dalla culla alla tomba” sia portato a conoscenza degli utenti/consumatori, ma anche che questi siano resi edotti sulla credibilità di un marchio garantito da un Regolamento europeo, come è l’Ecolabel UE.

A tal fine, la Commissione UE ha pubblicato dei simpatici video, disponibili anche in italiano, relativi a 3 gruppi di prodotto certificabili Ecolabel, il cui slogan “Innamorati anche tu dell’Ecolabel europeo, il marchio che “garantisce prodotti a basso impatto ambientali e senza costi aggiuntivi. Puoi trovarlo su molti prodotti di uso quotidiano. La prossima volta che fai acquisti, non perderti nella giungla di etichette, scegli il fiore e lasciati sedurre dal marchio Ecolabel. Non potrai più farne a meno”.