Alla Fiera internazionale del recupero di materia ed energia e dello sviluppo sostenibile, il Consorzio Italiano Compostatori (CIC) sarà presente con un programma ricco di iniziative.
Al centro degli appuntamenti che vedranno la partecipazione del CIC, oltre al trattamento dell'organico, spazio all’economia del riciclo dei rifiuti, alla filiera del biogas e alle aziende che animeranno la “Piazza del Compost” (Pad.D1), dove i visitatori potranno conoscere il processo del compostaggio, toccare con mano il prodotto finale e portarne a casa un campione per sperimentarne la sua utilità come fertilizzante.

cic foglie compost

Il Consorzio Italiano Compostatori (CIC), l'unica organizzazione che in Italia promuove e persegue, attraverso la collaborazione con gli Enti Pubblici preposti per legge, la politica di riduzione dei rifiuti, l'attuazione della raccolta differenziata per la separazione, lavorazione, riciclaggio e valorizzazione delle biomasse ed in genere delle frazioni organiche compostabili, sarà presente alla XVIII edizione di ECOMONDO, non soltanto con uno Stand collettivo di 10 soci, ma parteciperà ad una serie di convegni, eventi e iniziative.

Il Direttore Massimo Centemero interverrà all'evento d'inaugurazione della fiera (mercoledì 5 Novembre 2014) che come di consueto è dedicato agli Stati Generali della Green Economy, il cui tema scelto quest'anno dagli organizzatori riguarda lo “Sviluppo delle imprese della green economy per uscire dalla crisi italiana”. Tra i settori cardine per vincere questa sfida c'è anche “l’economia del riciclo dei rifiuti”, affrontando dimensioni economiche, problematiche e proposte di sviluppo del settore. Il direttore del CIC affronterà la tematica del riutilizzo della frazione organica, durante la sessione tematica, coordinata da Walter Facciotto.
Sempre mercoledì 5 Novembre ore 14.00, il CIC parteciperà al Seminario “Proposta metodologica: analisi dell’efficacia delle filiere di recupero di materia dai rifiuti” a cura di ATIA-ISWA.

Il 6 Novembre, alle 9.30 si svolgerà invece la XVI Conferenza Nazionale sul Compostaggio e Digestione Anaerobica a cura di ISPRA e CIC, presieduta dal Presidente Alessandro Canovai.
Ad aprire il dibattito, un intervento di ISPRA sull'evoluzione del settore dei rifiuti. A seguire, un aggiornamento sulla normativa europea sul compost da parte di CIC ed European Compost Network. Verranno analizzati anche alcuni casi di studio per confrontare a livello pratico come funziona la raccolta differenziata dell'umido nelle grandi città e nei piccoli centri urbani.
Nel pomeriggio (ore 14.00-17.00), a cura del Comitato Tecnico CIC, si svolgerà la Sessione Tecnica - "IL BIORIFIUTO: la produzione del biorifiuto, le raccolte differenziate del rifiuto organico, il trattamento, la digestione anaerobica, il compostaggio, la produzione di fertilizzanti organici, la valorizzazione del compost e del biogas mediante generazione di biometano".

Il 7 Novembre (ore 9.00-18.00) avrà luogo il seminario “La filiera del biogas: un giacimento verde da esplorare”, promosso da CIC e Consorzio Italiano Biogas. Per la prima volta verranno messe a confronto le due “anime” della produzione di biogas, quella che fa capo al reimpiego degli scarti agricoli e quella dei rifiuti organici da raccolta differenziata.
In questa ottica, il CIC - ha dichiarato il Direttore Centemero - si propone come piattaforma di discussione per valorizzare il digestato come fertilizzante organico utile alle filiere agricole, e il biogas come elemento innovativo per la produzione di biometano”.
Nel pomeriggio, il CIC interverrà con il suo Direttore a "Zero Rifiuti, Zero Problemi, molte potenzialità. I risultati del progetto MED ZeroWaste Pro" (ore 16-18) presso il Padiglione della Città Sostenibile.
Alle ore 16, infine, Tavola rotonda dal titolo “I nuovi obiettivi europei per la gestione dei rifiuti: verso un’economia circolare”.

Ma a caratterizzare la presenza del CIC a ECOMONDO 2014 non ci saranno solamente i dibattiti. Il Consorzio darà anche modo di toccare con mano la nuova vita dei rifiuti. Presso il padigione D1, lo stand collettivo del Consorzio ospiterà la "Piazza del Compost", dove i visitatori potranno conoscere il processo del compostaggio, toccare con mano il prodotto finale (compost) e portarne a casa un campione per sperimentare la sua utilità come fertilizzante. Ad animare la “Piazza" oltre al CIC, ci saranno 10 aziende che fanno parte del Consorzio: ARS Ambiente, Bioman, Gaia, Acea Pinerolese, Green Methane, GTM, Montello, Progeva, Sesa e Sogesvi.
La Piazza del Compost sarà uno spazio di incontro e conoscenza - ha sottolineato Alessandro Canovai, Presidente del CIC - A disposizione dei visitatori ci saranno compost, palette e sacchetti in bioplastica. Chi lo desidera potrà infatti uscire dalla fiera e sperimentare a casa l'utilità del risultato del processo di compostaggio. A dimostrazione che separare l'organico dal resto dei rifiuti rappresenta un'azione virtuosa che permette alla materia organica di rinascere”.