Come comportarsi per l'efficienza energetica

Come comportarsi per l'efficienza energetica

L’Agenzia Europea dell’Ambiente pubblica un Rapporto in merito e chiede la collaborazione dei cittadini ed imprenditori europei per conoscere le opinioni dei consumatori di energia su alcune misure proposte.

valvola-termosifoni

Nel 2010, le famiglie europee hanno consumato quasi il 13% in più di energia rispetto a quanta ne avevano consumato nel 1990 e generato il 25% delle emissioni di gas ad effetto serra.
Per poter raggiungere l'obiettivo di riduzione del consumo di energia primaria del 20% entro il 2020, stante l’obiettivo del Pacchetto “Clima-Energia”, adottato dall’UE, questa tendenza deve essere invertita.

A tal fine, l'Agenzia Europea dell’Ambiente (AEA) ha appena pubblicato il Rapporto “Raggiungere l’efficienza energetica attraverso il cambiamento del comportamento: che cosa ci vuole?” (Achieving energy efficiency through behaviour change: what does it take?) che, analizzando la letteratura disponibile sull’argomento, indica fino al 20% il risparmio di energia che si può ottenere attraverso la modifica dei comportamenti dei consumatori:

- Qualora le politiche di efficienza energetica siano progettate per tener conto del fatto che sono molti i fattori che influenzano il comportamento dei consumatori, quali lo sviluppo tecnologico, la situazione economica generale, l'età, le norme sociali, le credenze religiose, gli aspetti culturali e le strategie di mercato. Pertanto, la messa a fuoco deve essere posta sulle pratiche consumistiche e come queste prendano piede nella società, coinvolgendo una vasta gamma di attori.

- Se le modalità di fornire un feedback sul consumo di energia siano migliorate. Senza un adeguato quadro di riferimento, il consumatore non può sapere se il suo consumo è eccessivo o no.

- Se siamo consapevoli del fatto che le infrastrutture per l'energia svolgono un ruolo attivo nel determinare ciò che la gente considera “normale” dal punto di vista del consumo energetico. Le auto che guidiamo, gli edifici in cui viviamo, il modo con cui ci vengono forniti i servizi energetici , tutto influenza il nostro modo di pensare all'energia.

- Se l'attuale modello di business per le industrie dell’energia sia adeguato per consentire al consumatore di interagire con il mercato dell'energia. Per esempio, le tariffe energetiche più flessibili potrebbero contribuire a sfruttare appieno in tempo reale i vantaggi delle informazioni che i contatori intelligenti possono offrirci, anche se non tutti i consumatori rispondono allo stesso modo a tali modifiche.

Potrebbe verificarsi un certo effetto di rimbalzo in sede di attuazione delle politiche di efficienza energetica, ma è improbabile che sia sufficientemente alto da superare i benefici di tali politiche. Inoltre, le politiche di efficienza energetica hanno molteplici vantaggi in termini di occupazione, salute e competitività che devono essere pure presi in considerazione.

A completamento della relazione, l’Agenzia Europea dell’Ambiente lancia, al contempo, un sondaggio on line per conoscere meglio le opinioni dei consumatori di energia su alcune misure proposte per facilitare una riduzione nel consumo di energia da parte delle famiglie. 

Pensate che ulteriori informazioni su come utilizzare l'energia aiuterebbero a risparmiare energia? 
Gli incentivi finanziari sarebbero convincenti a far cambiare le vostre abitudini di consumo energetico?

Abbiamo tradotto il questionario per facilitare i lettori che volessero rispondere (e magari condividere) fino al 17 maggio 2013 sul sito: http://www.eea.europa.eu/about-us/what/public-events/surveys/energy-consumption-in-households.

* 1. Quale sarebbe la motivazione più forte per ridurre il tuo consumo di energia in casa?

- Accesso più facile e più frequente di informazioni trasparenti su quanta energia usa la tua famiglia (ad esempio contatori intelligenti, fatture energetiche più frequenti, ecc)

- Accesso alle informazioni circa l'uso di energia di famiglie simili

- Conoscenza di nuove tecnologie di risparmio energetico, elettrodomestici, miglioramenti domestici, ecc

- Aumenti dei prezzi dell'energia

- Altro (specificare)

* 2. Quale delle seguenti affermazioni, eventualmente, ti aiuterebbe a capire meglio il tuo uso domestico di energia?

- Bolletta energetica di facile comprensione, informativa e comparabile (ad esempio, che comprenda i dati sull'energia usata rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, le medie per la casa, ecc)

- Bollette energetiche più frequenti (ad esempio una volta al mese)

- Sito web personalizzato con informazioni sull'uso di energia del nucleo familiare

Informazioni personalizzate e segnalazioni sul consumo di energia del nucleo familiare disponibile su tecnologie mobili (ad esempio, attraverso un messaggio sul telefono cellulare)

Altro (specificare)

* 3. Quanto del reddito del nucleo familiare viene speso nella bolletta energetica (elettricità, riscaldamento, ecc)?

- Fino al 5%

- Dal 5% al 10%

- Più del 10%

- Non so

* 4. Se avete risposto 'non so' alla domanda 3, quale delle seguenti situazioni, spiega il tuo caso?

- Non so perché io non sono quello che paga le bollette

- Non so perché non ho considerato questa domanda prima d'ora

- Non so perché non capisco la mia bolletta energetica

- Non so per altri motivi (specificare)

* 5. Alcuni paesi hanno introdotto delle tariffe dei prezzi dell'energia per le famiglie, in cui gli utenti pagano di più durante i periodi di forte domanda e di meno durante i periodi di bassa domanda. Se un tale criterio dovesse essere introdotto nella vostra zona, come pensi che si possa modificare la bolletta energetica?

- Penso che aumenterà la mia bolletta energetica, perché non credo di riuscire ad evitare l'uso di energia in momenti di alta domanda

- Penso che la mia bolletta energetica diminuirebbe poiché sarei incentivato a cambiare le mie abitudini di consumo energetico per sfruttare le tariffe a basso prezzo

- Non so se questi criteri di tariffazione potrebbero influenzare la mia bolletta energetica, ma penso che il costo aumenterà

- Non so se questi criteri di tariffazione potrebbero influenzare la mia bolletta energetica, ma penso che il costo diminuirà

Altro (specificare)

* 6. La riduzione dei consumi energetici di una famiglia si possono ottenere attraverso miglioramenti negli edifici o utilizzando elettrodomestici più efficienti. Se dovessi apportare tali miglioramenti nella tua casa, come si preferiresti che fossero finanziati?

- Da risparmi personali e prestiti commerciali

- Attraverso un prestito con tasso di interesse agevolato (inferiore ai tassi commerciali)

- Attraverso un sistema di finanziamento con il fornitore di energia in cui rimborso il prestito per un periodo di tempo attraverso la mia bolletta energetica

- Attraverso tasse sull'energia (ad esempio, tasse più alte, dove il fatturato è in parte utilizzato per l'efficienza energetica)

- Attraverso sussidi governativi

- Non so perché non ho considerato ancora la questione

- Non so perché io non capisco esattamente ciò che i diversi schemi comportano

- Altro (specificare)

* 7. Se nella domanda 6 si è scelto di finanziare gli strumenti di efficienza energetica attraverso i risparmi personali o i prestiti commerciali, qual è il motivo principale?

- Credo che il valore della mia casa aumenterà

- Credo di poter risparmiare sulla mia bolletta energetica

- Potrò ottenere benefici per la salute (ad esempio, una migliore qualità dell'aria in casa)

- Maggiore comfort (camere più calde senza aumentare la mia bolletta energetica)

- Mi preoccupo per l'ambiente e intendo ridurre il mio impatto sull'ambiente.

- Altro (specificare)

*8. Pensi che i Governi (a livello nazionale o locale) dovrebbero adottare misure per aiutare le famiglie a ridurre il loro consumo di energia?

- Sì

- No

- Incerto

*9. Se avete risposto 'sì' alla domanda 8, che cosa dovrebbero fare le Amministrazioni nazionali e / o locali per aiutare le famiglie a ridurre il loro consumo di energia? Scegli una risposta.

- Campagne di informazione pubblica per aiutare le famiglie a capire meglio perché dovrebbero ridurre il loro consumo di energia (ad esempio tramite dibattiti, materiale di formazione, ecc)

- Campagne di informazione pubblica per aiutare le famiglie a capire meglio come possono ridurre il loro consumo di energia (ad esempio, attraverso spot televisivi, volantini, laboratori di quartiere, ecc)

- Fornire sostegno finanziario e consulenza alle famiglie per investire in tecnologie di risparmio energetico

- Fornire un sostegno finanziario per la ricerca e lo sviluppo di nuove tecnologie di risparmio energetico

- Altro (specificare)

* 10. In che paese risiedi?

* 11. Qual è la tua età?

* 12. Qual è il tuo livello di istruzione?

* 13. Questa domanda è facoltativa. Qual è il reddito annuale approssimativo della tua famiglia?

* 14. Quante persone attualmente vivono nella tua famiglia?

* 15. Quale delle seguenti definizioni descrive meglio la tua situazione di vita?

- La casa è di mia proprietà (o pago un mutuo)

- Sono in affitto

- Ho una camera in affitto in una casa condivisa.

- Altro (specificare)

Commenta