Cosa fare per contribuire a rallentare e ridurre la perdita di biodiversità #5

Cosa fare per contribuire a rallentare e ridurre la perdita di biodiversità #5

Proseguiamo la pubblicazione dei “52 Consigli per la Biodiversità”, la Guida pratica della DG-ENV della Commissione UE, che offre a tutti gli individui, specialmente ai più giovani, l’opportunità di applicare nella loro vita quotidiana azioni semplici, ma in grado di fare la differenza.
Per i consigli delle precedenti puntate.

suggerimenti biodiversita

Consiglio n. 13
Limito e compenso le emissioni CO2 prodotte nel corso dei miei viaggi
Anche quando siete in vacanza, cercate di ridurre le vostre emissioni di gas a effetto serra, tra cui l’ormai tristemente famosa CO2. Per riuscirci, abbracciate ad esempio il trekking, il campeggio (ma non selvaggio!) o l’ecoturismo, preferendo destinazioni vicine, raggiungibili in bicicletta, in treno o, perché no? con una roulotte trainata da cavalli! Una volta sul posto, consumate prodotti locali e di stagione, limitate gli spostamenti con veicoli a motore e rinunciate all’aria condizionata.
Se proprio non potete fare a meno dell’aereo, date la preferenza ai voli diretti (in fase di decollo viene consumata una quantità enorme di carburante). Inoltre, compensate la CO2 emessa durante i vostri viaggi finanziando progetti di tutela della biodiversità o di riforestazione attivati nella vostra regione o anche in luoghi più lontani.

compenso emissioni co2

Consiglio n. 14
Organizzo attività di team building a favore della biodiversità
Dovete rafforzare l’affiatamento del vostro gruppo o avete voglia di rilassarvi fra colleghi? Provate a proporre attività di gruppo a favore della biodiversità!
Potete organizzarle anche presso la vostra azienda: vi suggeriamo ad esempio il censimento delle specie animali e vegetali presenti negli immediati dintorni, la piantumazione di siepi e specie mellifere nel parcheggio, il rinverdimento della facciata, la creazione di un giardino o di un orto sul tetto e la costruzione di nidi e ripari di diverso tipo da posizionare sull’edificio in cui lavorate.
Potete inoltre partecipare a campi ecologici, passeggiate alla scoperta di specie o biotopi specifici, operazioni di salvataggio dei rospi, visite ad aziende agricole bio e altro ancora.

attivita biodiversita

Consiglio n. 15
Difendo i lombrichi
I lombrichi rappresentano un anello indispensabile della catena alimentare, poiché riciclano incessantemente la materia organica, come le foglie morte e altre piante in via di decomposizione, collaborando in tal modo alla produzione di un humus sano e garantendo dunque la fertilità dei suoli in cui crescono la frutta e la verdura di cui ci nutriamo.
Inoltre, creano gallerie che contribuiscono ad aerare il suolo e consentono alle radici di svilupparsi a dovere e all’acqua di filtrare rapidamente e in profondità, dove può essere assorbita dai vegetali. Questo processo, tra l’altro, limita i fenomeni di dilavamento ed erosione in caso di forti piogge.
Proteggete questi nostri preziosi aiutanti evitando di utilizzare fertilizzanti o pesticidi di origine chimica e lavorando la terra con una bio-forca (grelinette).

difendo lombrichi

Consiglio n. 16
Passo le mie vacanze in un ecoalbergo
Oramai, sono numerose le ecoetichette (tra cui il marchio ecologico europeo) per gli alberghi, i campeggi, le pensioni e i B&B.
Quali sono i criteri per la loro assegnazione? Tra gli altri, la posizione geografica e l’architettura dello stabilimento (nel rispetto della natura circostante), i materiali usati per edificarlo (ecologici, sostenibili, rinnovabili, riciclabili ecc.), il consumo limitato d’acqua e di energie non rinnovabili, nonché la produzione ridotta e la gestione dei rifiuti.
Il loro punto di forza? I gestori mettono l’accento sulla tutela della biodiversità attraverso, ad esempio, attività di svago che rispettano la natura o la scoperta di prodotti del territorio e della cultura locale.

Per saperne di più: www.ecolabel-tourism.eu.

vacanze ecoalbergo

Illustrazioni di Claude Desmedt (Fonte: Institut Royale de Sciences Naturelles de Belgique)


(continua)

Commenta